fbpx
Sabato, 16 Ottobre 2021

PRIMO PIANO NEWS

EDITORIALE│Su ''Antica Kroton'' occorrono meno annunci e piu' azioni concrete

Posted On Martedì, 21 Settembre 2021 18:52 Scritto da Gaetano Megna

Meno annunci e più fatti. Ha il sapore di una iniziativa elettorale la conferenza stampa convocata dall’amministrazione comunale sul progetto “Antica Kroton”, tenutasi questa mattina nel Palazzo in piazza della Resistenza. La ragione del “cattivo pensiero” deriva dal fatto che non sono state dette cose nuove rispetto al passato.

L’unica novità dell’iniziativa di oggi, infatti, è stata rappresentata dalla presentazione del dirigente nominato dall’amministrazione comunale per seguire l’ambizioso progetto. Si poteva, quindi, evitare la convocazione della campagna elettorale, perché l’annuncio dell’incarico al crotonese Antonio Senatore è stato fatto da mesi. Si voleva farlo conoscere? E chi non conosce Senatore e la storia della sua famiglia? Il padre assessore al Comune di Crotone, la nonna (‘Za Maria) storica dirigente del Partito comunista italiano, gli zii e i parenti, nel passato, impegnati in politica e oggi anche validi imprenditori. Lui si è fatto strada lontano da Crotone da solo, senza l’aiutino della politica anche se da giovane qualche caminetto lo ha frequentato.

Bastava una scheda da mandare alla stampa per rinfrescare la memoria ai cittadini e ai giornalisti. Invece è stata convocata una conferenza stampa con un ordine del giorno intrigante: “Antica Kroton”. L’ordine del giorno accattivante lasciava intendere che il progetto è partito e, quindi, oggi si faceva il resoconto ai Crotonesi su quanto di buono è stato fatto. Magari l’attuale amministrazione avrebbe potuto dire che le cose sono cambiate e i soldi del progetto non saranno spesi per feste, festini e portachiavi. Invece, da quello che si evince dal comunicato stampa, si è parlato di altre cose. D’altra parte, come era possibile fare il punto sulle attività svolte se la rimodulazione delle schede di “Antica Kroton” è stata approvata di recente?

Leggendo il comunicato stampa diffuso dall’amministrazione, quindi, si evince che, quella di questa mattina, non è stata una conferenza stampa nel corso della quale sono state dette cose importanti e nuove per la città. Un’iniziativa elettorale? Questo si capisce visto che non sono emerse novità importanti. Magari non erano queste le intenzioni di chi l’ha organizzata, ma a meno di 15 giorni dal voto per il rinnovo del consiglio regionale della Calabria è meglio evitare iniziative dal sapore elettorale. Un altro suggerimento che mi sento di dare al sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, è quello di fare meno annunci e più fatti.

Voce deve prendere coscienza che non gode più della stessa fiducia che i cittadini gli hanno concesso esattamente un anno fa, quando lo hanno eletto sindaco. Da lui si aspettavano una rivoluzione che, a dire di molti, non c’è stata. Può recuperare mettendo in campo azioni che stravolgono l’attuale situazione negativa? E’ una cosa più facile a dirsi che a farsi. Voce sa bene questo, perché ha vissuto la fase degli annunci su facebook e in piazza Marinai d’Italia da grande protagonista. Gli annunci non bastano più e la folla in piazza Marinai d’Italia, con il passare dei mesi, si è ridotta. Ora c’è bisogno di atti concreti per passare dalle parole ai fatti. La prima decisione da prendere è quella di tagliare con la cesoia i rami secchi presenti nella sua Giunta. Questo potrebbe essere il primo segnale di cambiamento.