fbpx
Mercoledì, 10 Agosto 2022

PRIMO PIANO NEWS

Guerra Ucraina, sono circa 4mila i profughi giunti in Calabria: ecco come offrire aiuto

Posted On Giovedì, 21 Aprile 2022 12:59 Scritto da Redazione

Sono circa 4.000 i profughi ucraini, regolarmente registrati attraverso le questure territoriali, presenti al momento in Calabria. La quasi totalità di loro ha trovato sistemazione in maniera autonoma. È quanto emerso dall'ultima riunione dell'Unità di crisi regionale istituita per l'accoglienza delle persone in fuga dal conflitto bellico.

Dalla prossima settimana sarà operativa la piattaforma nazionale per richiedere il contributo di autosostentamento da parte di quanti abbiano fatto domanda e ricevuto il permesso di soggiorno temporaneo: una protezione speciale autorizzata dal Consiglio dell'Unione Europea della durata massima di un anno. Il permesso di soggiorno temporaneo si differenzia dal visto che si ottiene attraverso la mera registrazione in Questura ed ha durata di 90 giorni.

Gli ucraini giunti in Calabria vengono regolarmente sottoposti a tampone, grazie alla collaborazione con le Asp provinciali e i punti allestiti su tutto il territorio. I casi Covid rilevati da questi test sono esigui. Al riguardo l'Unità di crisi ricorda che sono attive le vaccinazioni degli ucraini in età scolastica.

Sono in corso di programmazione, inoltre, è scritto in una nota, "le attività di integrazione nelle scuole già per il prossimo anno scolastico 2022/2023, attraverso progetti predisposti dall'assessorato regionale all'Istruzione, in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale e sono in evoluzione i rapporti con il terzo settore attraverso varie iniziative per sostenere il popolo ucraino in questo loro difficile momento".

L'unità di crisi evidenzia infine che "è attiva #OffroAiuto, la piattaforma del Dipartimento della Protezione civile che consente a cittadini, aziende ed enti del Terzo Settore o del Privato Sociale di offrire beni, servizi e alloggi per sostenere la popolazione ucraina: CLICCA QUI". (ANSA)