Martedì, 04 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Il consiglio provinciale approva il bilancio consolidato, Dell'Aquila: «Fiducia nel presidente, ma l'Ente va avanti»

Posted On Lunedì, 11 Novembre 2019 17:05 Scritto da Redazione

Approvati a maggioranza i cinque punti all’ordine del giorno del consiglio provinciale di Crotone. Il primo da quando il presidente Pugliese è stato raggiunto da un provvedimento di divieto di dimora che ha innescato la sospensione prevista in questo caso all’articolo 11 della “Legge Severino”. Lavori del Consiglio provinciale sono così stati aperti dal vicepresidente Giuseppe Dell’Aquila con un minuto di silenzio per i vigili del fuoco caduti nel compimento del proprio dovere nella cascina nell’alessandrino.

L’odg prevedeva l’approvazione del verbale della seduta precedente; il regolamento sull’ordinamento e l’organizzazione dell’Ufficio relazioni con il pubblico; la variazione di bilancio di previsione finanziario 2019/21- Ratifica decreti presidenziali numeri 63 del 12 settembre scorso e 73 del 22 ottobre scorso; l’approvazione del Bilancio consolidato gruppo Provincia di Crotone relativo all’esercizio 2019; e la designazione dei componenti della commissione elettorale circondariale e della sottocommissione elettorale circondariale.

Tutti i punti sono stati approvati con il voto favorevole di sei consiglieri di maggioranza. Si è invece astenuta la consigliera di minoranza (Forza Italia) Anna Curatola che ha espresso voto favorevole solo sulla designazione dei componenti della commissione elettorale circondariale e della sottocommissione elettorale circondariale.

I punti relativi alla variazione di bilancio di previsione finanziario 2019/21 sono stati illustrati dal dirigente del settore Michele Scappatura. Si tratta di due decreti presidenziali: il numero 63 del 12 settembre scorso ha disposto il riposizionamento del costo del personale senza variazione dei costi e un incremento in entrate per il conferimento da parte dei Comuni e dell’Asp; con il decreto 73 è stato invece disposta una variazione in termini di cassa per una riduzione di 14.870.000 euro che non ha un impatto sugli equilibri di bilancio perché sono stati stralciati residui passivi di pari importo.

Il Consiglio ha inoltre deliberato di non procedere, così come previsto dalla normativa di riferimento, all’adozione del bilancio consolidato per il 2019. Il vice presidente facente funzioni Giuseppe Dell’Aquila nel dare avvio ai lavori del Consiglio ha rinnovato la vicinanza ed il sostegno da parte sua e dei consiglieri di maggioranza al Presidente Ugo Pugliese.

«Il presidente Pugliese – ha dichiarato Dell’Aquila – saprà chiarire la sua posizione e siamo certi tornerà al suo posto con maggiore e rinnovata forza ed energia. L’Ente non si ferma – ha proseguito il vice presidente – il lavoro prosegue perché sono numerosi gli impegni e le responsabilità da affrontare».

In conclusione dei lavori  Dell’Aquila ha voluto rassicurare i dipendenti dell’Ente presenti nella Sala Borsellino che hanno dichiarato lo stato di agitazione permanente per la manca corresponsione degli stipendi. Per domani è stato concordato un incontro tra i rappresentanti sindacali e il vicepresidente per verificare e concordare le azioni da intraprendere.

«Stiamo sollecitando – ha spiegato Dell’Aquila – l’intervento del Governo nazionale. I rappresentanti istituzionali del territorio sono già al lavoro ed a loro ed al Governo abbiamo ribadito ancora una volta che la Riforma Del Rio ha di fatto messo in ginocchio le Province e che in attesa di un intervento legislativo che ridefinisca il ruolo e le funzioni dell’Ente, è necessario, e non più rinviabile, un intervento per sanare questa situazione!».