fbpx
Lunedì, 04 Luglio 2022

PRIMO PIANO NEWS

La nuova giunta di Oliverio: 4 uomini e 3 donne. Nei prossimi giorni conferenza di presentazione

Posted On Giovedì, 09 Luglio 2015 13:20 Scritto da

Il presidente della Regione Mario Oliverio, impegnato domani, a Roma, per l'incontro che il Presidente della Repubblica avra' con i presidenti delle Regioni e, a seguire, per la Conferenza Stato - Regioni, come preannunciato, comunica oggi, la proposta della nuova Giunta Regionale della Calabria, che entrera' nelle sue funzioni, cosi' come previsto dalla legge, dopo quindici giorni dalla pubblicazione del nuovo Statuto che e' avvenuta il sei luglio scorso. Nei prossimi giorni il presidente Oliverio terra' un'apposita conferenza stampa. Bilancio e Programmazione Antonio Viscomi, ordinario di Diritto del Lavoro all'Universita' 'Magna Grecia' di Catanzaro; Economia Carmela Barbalace Carmela, dirigente regione Calabria; Gioia Tauro, Logistica e Sistema Portuale Regionale Francesco Russo, ordinario di Ingegneria Trasporti all'Universita' 'Mediterranea' di Reggio Calabria; Ambiente Antonella Rizzo, dirigente amministrativo; Infrastrutture Roberto Musmanno, ordinario Ricerca Operativa all'Unical; Lavoro e Welfare Federica Roccisano, ricercatrice, project manager all'Universita' 'Dante Alighieri' di Reggio Calabria; Pianificazione Territoriale Franco Rossi, ordinario Tecnica e Pianificazione Urbanistica all'Unical. "Il nuovo governo Regionale - dichiara Mario Oliverio -  e' espressione di una qualificata rappresentanza femminile e di alte competenze delle Universita' calabresi. La nuova Giunta e' la risultante di un rinnovamento epocale agevolato anche dalle dimissioni del Presidente del Consiglio Regionale, Antonio Scalzo. C'e' da affermare una netta discontinuita' con il passato: l'indagine sui finanziamenti ai Gruppi consiliari appartiene alla scorsa legislatura. Sarebbe ingeneroso ed ingiusto che gli effetti di una indagine rivolta al passato si scaricassero sulle responsabilita' dell'attuale Consiglio Regionale ed offuscassero il necessario progetto di cambiamento per dare un futuro alla Calabria. E' questa una linea di demarcazione non dettata dai tempi e dal merito delle indagini della Magistratura, verso cui ripongo rispetto e piena fiducia, ma una autonoma scelta politica di cui mi assumo la piena responsabilita'. Non sono gli avvisi di garanzia o la sconfessione di una opportuna concezione garantista a determinare tale orientamento".