fbpx
Lunedì, 06 Dicembre 2021

PRIMO PIANO NEWS

«La Soprintendenza conferma la sospensione dei lavori in corso a Capocolonna»

Posted On Lunedì, 26 Gennaio 2015 13:17 Scritto da

vallone capocolonna2L'annuncio del sindaco Vallone che ieri ha incontrato i cittadini del comitato #salviamocapocolonna, raggiungendoli nel presidio allestito nell'area archeologica. Decisione valida fino all'arrivo degli ispettori del ministero.

«La Soprintendenza - informa una nota del Comune - conferma la sospensione dei lavori attualmente in corso a Capocolonna fino alla definizione delle valutazioni degli ispettori del ministero dei Beni culturali. Dopo il positivo incontro - prosegue la nota - avuto con i cittadini sul sito archeologico nella giornata di ieri, il sindaco Peppino Vallone ha chiesto dalla Soprintendenza la conferma della sospensione dei lavori attualmente in corso fino alla conclusione delle valutazioni che saranno effettuate degli ispettori del ministero dei Beni culturali. Il sindaco Vallone - conclude - si è dichiarato disponibile a proseguire il positivo dialogo con i cittadini ed il comitato spontaneo che in questi giorni ha presidiato pacificamente il sito nell'interesse comune della valorizzazione del sito archeologico di Capocolonna».

 

Parentela(M5S): «Vittoria del comitato lo stop ai lavori, ma non bisogna abbassare la guardia».

«La decisione, annunciata dal sindaco di Crotone Peppino Vallone, di sospendere i lavori nel Parco archeologico di Capo Colonna, rappresenta una vittoria dei cittadini». Lo ha dichiarato il deputato del M5S Paolo Parentela. «Il presidio spontaneo del comitato #SalviamoCapoColonna - ha scritto il parlamentare - ha raggiunto l'obiettivo di far cambiare idea al sindaco, che si è finalmente reso conto dello scempio in atto nel parco archeologico. Il M5S in questa vicenda è stato in prima linea, con la ferma intenzione di portare in Parlamento la voce dei cittadini indignati che, sin dalle segnalazioni delle associazioni 'Sette Soli' e 'Gettini di Vitalba', hanno fatto sentire con fermezza il loro urlo di sdegno verso un progetto che avrebbe stuprato la memoria della storia di Crotone e dell'intera Calabria. È stata vinta una battaglia ma la 'guerra' è ancora lunga. Il Comune di Crotone, infatti, può solo sospendere i lavori in attesa della decisione finale, che spetta al ministro dei Beni culturali. Spero non ne facciano una questione politica, come era sembrato nei primi giorni di protesta, ma di semplice buon senso. Noi non abbasseremo la
guardia fin quando non verrà posta definitivamente la parola 'fine' a questa vicenda. "Il comitato #SalviamoCapoColonna - ha concluso Parentela - ha dato dimostrazione di come sia difficile resistere alle proteste portate avanti con intelligenza e cultura. Sono tante le battaglie che i cittadini calabresi attivi ed informati devono ancora combattere per difendere i beni comuni e spero che l'esperienza di Capo Colonna sia da esempio per tutti. La Calabria avrà occasione di vero rilancio solo se i cittadini smetteranno di dare carta bianca alla politica ed inizieranno ad interessarsi attivamente del proprio territorio».