Mercoledì, 30 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

«La statua di Milone davanti al palazzetto in suo onore»: gli assessori Mole' e Giungata

Posted On Giovedì, 14 Aprile 2016 20:21 Scritto da

milone louvre internaRiuscirà ad arriverà la statua di Milone in concomitanza con la storico traguardo della serie A? A quanto pare sì! È un'altra bella notizia che viene rilasciata alla ProvinciaKR dagli assessori allo Sport Claudio Molè e alla Cultura Antonella Giungata. La statua del più grande campione olimpionico di tutti i tempi sarà presto posizionata nei pressi del Palamilone.

 

L'Amministrazione comunale del capoluogo pitagorico si appresta così a ultimare, in questo brevissimo lasso di tempo che le rimane, alcune iniziative riguardo la riqualificazione urbana come aveva annunciato nel suo programma presentato alla vigilia del suo insediamento. In questi giorni si è parlato dell'impegno per l'ammodernamento dello stadio Ezio Scida che in concomitanza con altre istituzioni e società calcistica ha dato la sua disponibilità a portare a termine quest'altro progetto sportivo che assume un rilievo sociale di non poco conto visto che la squadra di calcio si appresta ad accedere al campionato di massima divisione.


Nel frattempo, un'altra monumentale opera renderà omaggio a Milone nostro illustre e antico concittadino di cui, ancora oggi, a distanza di circa 2500, si ricordano le sue gesta sportive mai eguagliate nel corso della storia. Il monumento abbellirà una parte importante del centro, tra l'altro è zona strategica della città e crocevia di due importantissime strutture: l'ospedale civile e Parco Pignera. Quest'ultima patrimonio interessante dove è concentrata l'identità culturale di tutti noi crotonesi e non solo, in quanto ha sede il giordino e il museo dedicato al filosofo e matematico Pitagora.


La statua di Milone è stata riprodotta nei laboratori del Louvre in scala rispetto a quella che venne realizzata tra il 1671 ed il 1682 da Pierre Puget, famoso scultore marsigliese e fu ordinata allora dal re Luigi XVI, conosciuto al mondo come "il Re Sole" (la scultura ancora oggi è esposta presso il museo di Parigi). Si tratta di un progetto urbanistico di tutto rispetto quello portato a termine dall'amministrazione attuale che andrà ad arricchire il centro città lasciato disadorno da sempre, nonostante Crotone vanta la presenza di celebri concittadini oggetto di attenzione da ogni parte del mondo. Necessita rimarcare, inoltre, che costoro hanno lasciato importanti tracce per l'evoluzione sociale e storica della specie umana.


Questa opazione mette una piccola toppa ad una grande falla lasciata aperta e ancora tutta da colmare. Ci riferiamo alla mancata elevazione di altri monumenti (vedi statua di Pitagora) che avrebbero potuto rendere giustizia al decoro urbano, rispetto alla stato d'abbandono e al degrado di una città che merita tanto, ma viene puntualmente vilipesa da governanti e denigratori di turno. Occorre essere orgogliosi del nostro passato e allo stesso tempo dobbiamo impegnarci a valorizzare la storia della nostra Polis se non altro per quella che è stata e, soprattutto, per la sua posizione centrale nel Mediterraneo.

 

È importante ricordare che il nostro patrimonio culturale è zeppo di gloriose personalità come: Pitagora, Alcmeone, Democede, Filolao ed ancor di più recente presenza come Don Pedro de Toledo, Antonio Centelles, Enrichetta Ruffo e tanti altri. E giunto il momento di fare il salto di qualità della vita nella consapevolezza che questi prossimi amministratori ci dovranno proiettare in una dimensione moderna tenendo conto delle nostre nobili radici.