Martedì, 29 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

Livorno-Crotone: ordinanza restrittiva del commissario su vendita e consumo di alcolici

Posted On Venerdì, 24 Luglio 2020 18:55 Scritto da Redazione
Livorno-Crotone: ordinanza restrittiva del commissario su vendita e consumo di alcolici Foto: festeggiamenti per la Seria A in piazzale Ultras nel 2016

Il commissario straordinario del Comune di Crotone, Tiziana Costantino, ha emanato quest'oggi un'ordinanza restrittiva sul consumo di alcolici, a partire dalle 20.30 e fino alle ore 6 di domani, per gli eventi festeggiamenti della promozione in serie A del Crotone. 

«In ragione della posizione di classifica favorevole al crotone di calcio nel campionato di serie B aree cittadine da parte della tifoseria organizzata da cittadini, con problemi amplificati dall'emergenza da covid-19».

«In sede di Comitato provinciale per l'assicurazione e la sicurezza pubblica - riferito l'ordinanza -, nel valutare le condizioni di sicurezza pubblica della città, è stata rappresentata l'esigenza di vietare la vendita di sostanze alcoliche e di ricambi di forniture di vetro, per tutti i tipi di bevande, nelle ore successive all'evento calcistico; Rilevata la necessità di prestare un provvedimento d'urgenza, al fine di prevenire efficacemente possibilità pericoli per l'incolumità pubblica collegata ai festeggiamenti collegati alla promozione del Crotone Calcio nel campionato di massima serie ».

Il commissario ordina quindi ai titolari di esercizi di vicinato ed ai titolari di distributori automatici, a decorrere dalle ore 20.30 di giorno 24.07.2020 e fino alle ore 06.00 del giorno successivo: «il divieto di vendita di bevande alcooliche e superalcoliche; il divieto di vendita di qualunque tipo di bevanda in contenitori di vetro (è prescritto l’utilizzo di contenitori di carta o plastica biodegradabile)».

Ai fruitori di aree pubbliche è fatto il divieto di «detenere e/o consumare bevande alcooliche e superalcoliche su area pubblica e di detenere contenitori di vetro, a decorrere dalle ore 20.30 di giorno 24.07.2020 e fino alle ore 06.00 del giorno successivo».

Ai titolari dei pubblici esercizi, nonché agli esercenti il commercio su aree pubbliche, a decorrere dalle ore 20.30 di giorno 24.07.2020 e fino alle ore 06.00 del giorno successivo, è fatto il divieto «di vendita per asporto di bevande alcooliche e superalcoliche; il divieto di vendita per asporto di bevande non alcooliche in contenitori di vetro».

È consentita invece la somministrazione di bevande alcooliche e superalcoliche nelle sole aree interne agli esercizi pubblici e nelle aree prospicienti gli stessi locali (distanza max di 5 metri dalla soglia) sino alle ore 3; resta comunque il divieto di somministrazione di qualunque tipo di bevanda in contenitori di vetro (è prescritto l’utilizzo di bicchieri di carta o plastica biodegradabile); di somministrare qualunque tipo di bevanda alcolica e superalcolica a decorrere dalle ore 3 e fino alle ore 6 del 25.07.2020.

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria stabilita in 200 euro. Tale sanzione amministrativa è elevata alla somma massima, pari a 500 euro se la violazione è commessa da titolari di pubblici esercizi, circoli privati, distributori automatici, esercizi di vicinato (negozi).

Ai sensi delle norme vigenti - sottolinea l'ordinanza - Necessariamente richiesta l'applicazione delle seguenti regole amministrative specifiche: «Pubblici esercizi e circoli privati: divieto di somministrazione e vendita alcolici e superalcolici dalle ore 3 alle ore 6 del mattino». In caso di violazione, sarà applicata la sanzione amministrativa da 5.000 a 20.000 euro ». Per i distributori automatici il divieto di somministrazione e la vendita di alcolici e superalcolici dalle 20 alle 6, previsto dalla sanzione amministrativa da 5.000 a 30.000 euro. Per gli esercizi di vicinato (negozi), infine, in caso di violazione è applicabile la sanzione amministrativa da 5.000 a 20.000 euro.