fbpx
Sabato, 04 Dicembre 2021

PRIMO PIANO NEWS

Mario Oliverio premierà il territorio di Crotone in "zona Cesarini"?

Posted On Martedì, 09 Dicembre 2014 09:00 Scritto da

pd

L'interrogativo nasce dalla recente richiesta avanzata dal Pd pitagorico al neopresidente della Regione al fine di inserire nel prossimo governo regionale un proprio rappresentate.

Il Partito democratico di Crotone tenta il recupero. Restano solo i tempi supplementari per il Pd di Crotone per tentare di pareggiare la partita regionale che, al momento, lo vede soccombere. Per restare nella metafora calcistica, viene da dire che, a realizzare il gol nella porta amica, è stato il candidato a presidente, poi eletto, Mario Oliverio. Il neo governatore ha, infatti, deciso con lucidità da centrocampista di sfondamento come mettere la palla in rete nella porta del Pd crotonese. Un fuoco amico, quindi, che ha lasciato molti cadaveri sul campo: Arturo Crugliano Pantisano., Giancarlo Devona, Emilio De Masi, Ciccio Sulla. Dal "fuoco amico" non si è salvato nemmeno Peppino Vallone: non era candidato, ma non è comunque riuscito a fare eleggere il candidato che sosteneva (Arturo Crugliano Pantisano). I tempi supplementari potrebbero consentire al partito crotonese del centrosinistra di chiudere almeno in pareggio la partita ed evitare la sconfitta totale. Proprio per questo l'assemblea cittadina ha deciso di chiedere, con un documento ufficiale, la nomina di un assessore di appartenenza Pd. La stessa richiesta sarà avanzata dalla direzione provinciale convocata per domenica prossima. Già al momento della presentazione delle liste il Pd aveva prodotto un documento, condiviso all'unanimità, per chiedere la non candidatura di Flora Sculco con il centrosinistra. Oliverio non ha tenuto conto della richiesta e probabilmente il documento lo ha riciclato come carta igienica. Farà la stessa cosa con la richiesta del riconoscimento di un assessore?