Martedì, 27 Ottobre 2020

PRIMO PIANO NEWS

Qualita' dell'aria, ''maglia nera'' per Crotone dal report di Legambiente ''Mal'aria''

Posted On Mercoledì, 30 Settembre 2020 19:02 Scritto da Redazione

Bene Catanzaro, male gli altri 4 capoluoghi di provincia della Calabria con maglia nera per Crotone e Cosenza.

E' questo il risultato del report "Mal'aria edizione speciale" di Legambiente nel quale l'associazione ambientalista ha stilato una "pagella" sulla qualità dell'aria di 97 città italiane sulla base degli ultimi 5 anni - dal 2014 al 2018 - confrontando le concentrazioni medie annue delle polveri sottili e del biossido di azoto con i rispettivi limiti medi annui suggeriti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità: 20µg/mc per il Pm10; 10 µg/mc per il Pm2,5; 40 µg/mc per il NO2.

Limiti quelli della Oms che hanno come target esclusivamente la salute delle persone e che sono di gran lunga più stringenti rispetto a quelli della legislazione europea. Dal report, emerge, è scritto in una nota, che in Calabria "solo Catanzaro raggiunge la sufficienza con voto 7; male i dati riguardanti le altre città che hanno un voto in pagella tutte sotto il 6: Reggio Calabria 5, Vibo Valentia 4, Cosenza 3, Crotone 3.

«La situazione difficile in cui versano, complessivamente, le città calabresi con l'unica eccezione di Catanzaro - afferma Anna Parretta, presidente di Legambiente Calabria - deve far seriamente riflettere le Amministrazioni competenti, a partire dalla Regione, sulla necessità di una riconversione ecologica dell'economia calabrese. E' indispensabile, per tutelare l'ambiente e la salute delle persone, che la Politica abbia una visione strategica che sinora è troppo spesso mancata ed intervenga celermente ed in maniera efficace. Ad esempio occorre ripensare le città sotto il profilo urbanistico -edilizio, creare ed incentivare parchi ed aree verdi e mettere in campo investimenti pubblici in favore delle varie forme di mobilità sostenibile».