Sabato, 08 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Ryanair taglia il volo per Roma dal 30 ottobre: il presidente Oliverio mette altri fondi sul piatto

Posted On Giovedì, 22 Settembre 2016 16:20 Scritto da

aeroporto oliverio marioRyanair taglia il volo per Roma a partire dal 30 ottobre prossimo. I vertici della società Irlandese sono venuti ieri a Crotone per comunicare il loro completo disimpegno dall’aeroporto pitagorico. Se, in parte, hanno rivisto il loro proposito lo si deve, in particolare, alla posizione ferma assunta dal governatore della Calabria, Mario Oliverio. Nel corso del pomeriggio di ieri i vertici della compagnia irlandese, nel salone dello scalo crotonese, hanno avuto tre incontri separati: il primo con il sottosegretario ai beni culturali Dorina Bianchi, il secondo con Oliverio e il terzo con il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese. Incontri diversificati, ma la musica suonata ai rappresentanti delle istituzioni è sempre stata la stessa: Ryanair intende disimpegnarsi totalmente dallo scalo di Crotone. E’ ovvio che i tre rappresentanti istituzionali hanno cercato in ogni modo e con ogni mezzo a loro disposizione di far recedere i rappresentanti della compagnia aerea dai loro propositi. Oliverio ha anche messo sul tavolo fondi regionali e la posizione della compagnia aerea ha incominciato ad ammorbidirsi. Alla fine dell’incontro è stata lasciato aperto lo spiraglio di tenere aperto l’aeroporto crotonese per un solo volo giornaliero per Bergamo e l’impegno di verificare la disponibilità per altri voli. Il collegamento per Roma diventa complesso per i costi esorbitanti che lo scalo romano applica per le compagnie aeree. E’ stato, infatti, sottolineato dagli irlandesi che quando vengono venduti biglietti a costo basso la compagnia perde 12 euro a passeggero. Il volo per Roma diventa, quindi, complicato mantenerlo, anche se la compagnia assicura che nel periodo primavera-estate non dovrebbero esserci problemi. La ripresa stagionale dovrebbe avvenire a partire dal prossimo mese di aprile. Il collegamento per Bergamo-Milano, invece, non presenta alcun problema e potrà essere garantito. Per altri voli si vedrà successivamente visto che la compagnia aerea ha già provveduto a realizzare il calendario invernale e al momento non vi sarebbe disponibilità di mezzi. Notizie nuove dovrebbero arrivare nei prossimi giorni, dopo che i vertici di Ryanair avranno incontrato i rappresentanti della Sardegna, dove erano diretti ieri andando via da Crotone. Il sottosegretario Bianchi si dice convinto del fatto che l’aeroporto di Crotone può avere un futuro se riprende il ragionamento sugli oneri di servizio, i finanziamenti pubblici che vengono concessi agli scali che hanno difficoltà di collegarsi con il resto del Paese. Fu proprio la Bianchi a fare avere, per la prima volta, questi finanziamenti per lo scalo crotonese e per molti anni, nonostante le difficoltà, da Crotone si è potuto volare. La precedente giunta regionale calabrese, quella presieduta da Peppe Scopelliti, ha poi rinunciato agli oneri di servizio. Bisognerebbe far ripartire le procedure per riaverli.

 

 

 

 

 

Salva