fbpx
Lunedì, 27 Giugno 2022

PRIMO PIANO NEWS

Stadio, l’Amministrazione comunale chiederà una proroga alla Soprintendenza per la rimozione delle opere prefabbricate di curva sud e tribuna

Posted On Giovedì, 18 Gennaio 2018 19:46 Scritto da

pugliese frisenda stadioL’Amministrazione comunale di Crotone chiederà alla Soprintendenza una proroga per la rimozione delle opere prefabbricate installate per l’ampliamento dello stadio "Ezio Scida" (Curva sud e Tribuna). L’assessore al ramo Giuseppe Frisenda è già al lavoro in questi giorni con gli uffici comunali competenti perché non si arrivi a scadenza dell’autorizzazione all’utilizzo senza una soluzione. Come è noto, la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio rilasciò il nulla-osta all’installazione delle strutture (poste su aree interessate da vincolo) il 19 luglio 2016. L’ok arrivò, però, a patto che le costruzioni amovibili fossero poi smantellate entro due anni a decorre da quella data, dunque nel luglio 2018. Sempre la Soprintendenza, chiese inoltre un cronoprogramma che prevedesse la demolizione dell'attuale stadio e la sua delocalizzazione. Ebbene, ad oggi, è lontana l’ipotesi di realizzare una nuova struttura altrove. Soprattutto per motivi di natura economica. Da qui, la scelta di chiedere una proroga. «Siamo al lavoro – spiega l’assessore Frisenda – perché non si giunga alla fine del campionato e ci si trovi con una patata bollente in mano. Ci stiamo muovendo per tempo. Siamo consci del fatto – prosegue – che non ci sono le condizioni economiche per realizzare un nuovo stadio», anche perché aggiunge «non è detto che il peso economico di questa opera debba ricadere interamente sulle spalle del Comune». Ciò che è nelle competenze e, soprattutto, nelle possibilità dell’Amministrazione comunale è invece l’individuazione dell’area cittadina su cui far sorgere il nuovo stadio. «Provvederemo – ha assicurato Frisenda – ad assegnare l’area per la nuova struttura col nuovo Psc (Piano strutturale comunale, ndr), ma assicuro il totale impegno mio e dell’Amministrazione Pugliese perché non ci siano problemi, né tantomeno si generino inutili allarmismi: il Crotone continuerà a giocare le partite casalinghe nel suo stadio».