fbpx
Lunedì, 06 Dicembre 2021

PRIMO PIANO NEWS

Svolta sul Marrelli Hospital: firmato il preliminare d'accordo per rilevare la quota De Santis

Posted On Mercoledì, 17 Dicembre 2014 15:19 Scritto da

Con la sua acquisizione, il gruppo non avrebbe più ostacoli ad ottenere l'autorizzazione del Comune per procedere con l'ampliamento della struttura. Per completare l'iter, però, si dovrà attendere anche l'ok del commissario Pezzi.

marrelli3Schiarita per il Marrelli Hospital: sottoscritto un preliminare d'accordo tra il "gruppo Im.mar" di Massimo Marrelli e la signora De Santis, che detiene la proprietà di un terzo della struttura dell'ex clinica Villa Giose, dove dovrà trovare allocazione la nuova clinica crotonese. Il preliminare sottoscritto nei giorni scorsi prevede l'acquisizione da parte del gruppo Marrelli della quota De Santis per la somma di 1.855.000 euro. Con l'acquisizione della quota il gruppo Marrelli non avrà più ostacoli per ottenere l'autorizzazione da parte dell'Ufficio urbanistico del Comune di Crotone per la realizzazione del bunker, dove allocare la radioterapia e altre attività radiologiche. Il Comune aveva già autorizzato l'intervento urbanistico, ma in seguito ad una vertenza legale sollevata dalla signora De Santis, in autotutela, aveva annullato i permessi ed intimato alla società Im.mar l'abbattimento delle strutture realizzate. Con il preliminare sottoscritto tra le parti dovrebbe chiudersi il contenzioso legale e innescare le procedure per ottenere l'autorizzazione ad esercitare l'attività medica, ma senza ancora la convenzione con la Regione. Oltre al via libera urbanistico l'accordo tra le parti dovrebbe far decadere anche le prescrizioni sollevate dalla commissione che autorizza alle attività. Superato lo scoglio della proprietà ora il gruppo Marrelli dovrà completare l'iter con l'approvazione anche da parte del commissario regionale per il Piano di rientro sanitario, generale Pezzi. Una volta che Pezzi avrà firmato l'autorizzazione per lanciare il Marrelli Hospital mancherà solo la convenzione (accreditamento) con la Regione e quindi ottenere il via libera ai 60 posti letto previsti dal progetto. Quest'ultima autorizzazione consentirà agli utenti di Crotone e del resto della Calabria e dell'Italia di usufruire del servizio sanitario della clinica crotonese utilizzando la prescrizione del medico curante. La via giusta è stata intrapresa e ora l'imprenditore Marrelli potrà abbandonare la scelta di chiamare a raccolta la piazza che, è appurato, non porta risultati confortanti nemmeno più per il sindacato che la utilizza da secoli.