Martedì, 20 Ottobre 2020

PRIMO PIANO NEWS

Il ribaltone! Suona come un “grido” dal tenore assai liberatorio il voto che ha espresso questo pomeriggio la città di Crotone, in questo secondo turno di ballottaggio per le elezioni amministrative 2020, in favore del suo nuovo sindaco Vincenzo Voce, candidato d’area civica sostenuto da 4 liste (Tesoro Calabria, Crotone cambia, Città libera e Stanchi dei soliti). Con una campagna elettorale martellante sui social, con poche risorse economiche investite e senza dietro gli apparati di partito, il sindaco Vincenzo Voce raccoglie il 63,95% dei consensi paria a 16.434 voti nelle urne.

Pubblicato in In primo piano

Turno di ballottaggio domenica 4 e lunedì 5 ottobre in Calabria. Oltre che a Reggio e Crotone, unici capoluoghi di provincia al voto per l'elezione del sindaco e del Consiglio comunale, le urne saranno aperte anche a Castrovillari, San Giovanni in Fiore,Cirò Marina e Taurianova, tutti comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti.

Pubblicato in In primo piano

CIRO’ MARINA - Trasportava un carico di pulcini in precarie condizioni igienico sanitarie e privo delle necessarie autorizzazioni per la vendita. Un quarantaseienne di Afragola (Napoli) è stato denunciato dai carabinieri della Compagnia di Cirò Marina con l'accusa di maltrattamento di animali.

Pubblicato in Cronaca

Riprendere le attività di assegnazione di carburante agricolo agevolato garantendo la funzionalità dell’ufficio Uma di Cirò Marina e di Petilia Policastro è necessario.

Pubblicato in In primo piano

Sono ritenuti responsabili di corruzione, estorsione, rapina, spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi da fuoco clandestine ed alterate, tra cui un potente esplosivo, incendio doloso, minaccia aggravata, favoreggiamento personale.

Pubblicato in Cronaca

Il Servizio tematico acque del Dipartimento provinciale Arpacal di Crotone ha trasmesso nel pomeriggio di ieri al Comune di Ciró Marina, al ministero della Salute ed alla Regione Calabria, l’esito dei prelievi di campioni di acqua di balneazione, eseguiti il 13 luglio. Risultato non conforme il punto denominato “Hotel Gabbiano” con il valore di Escherichia coli superiore al valore limite 500 previsto dalla normativa di riferimento.

La normativa prevede che il Comune, come d’altronde richiesto dall’Arpacal, comunichi all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d'intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati.

«La denominazione dei punti della campagna di balneazione – precisa Arpacal –, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute».

Quest’oggi, l’Amministrazione comunale ha immediatamente provveduto ad interdire l’area che al momento è stata individuata come non conforme. «Complimenti al Comune di Ciró Marina – scrive Arpalcal – per l’adempimento ossequioso delle normative, soprattutto a tutela della cittadinanza7.

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 41