Sabato, 28 Novembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

colonna museo«Dopo la pausa estiva riprendono le attività di manutenzione e riassetto delle condizioni di fruibilità del Parco archeologico nazionale di Capo Colonna (Crotone), oggetto di un corposo programma di interventi sostenuti dal Mibac in sinergia con le istituzioni locali». Lo rende noto Antonella Cucciniello, direttrice del Polo museale della Calabria.
«Espletate le procedure – informa la direttrice – necessarie all’aggiudicazione definitiva del progetto esecutivo per i lavori di sistemazione dell’area adiacente all’Heraion Lacinio che il Fai - Fondo ambiente italiano e Intesa Sanpaolo sostengono con un contributo di 28.000 euro assegnato nell’ambito del progetto “I luoghi del cuore”, nei giorni scorsi è stata consegnata l’area di intervento alla ditta affidataria per l’avvio delle opere. Capo Colonna, uno dei più importanti siti della Magna Grecia, di proprietà demaniale è stato, infatti, votato da oltre 30.000 persone nell’edizione 2016 del censimento dei luoghi italiani da non dimenticare.

cucciniello aversa baccari capocolonna Un eccellente risultato che ha permesso a questo luogo del cuore di accedere al bando attraverso il quale il Fai, in collaborazione con il ministero per i Beni e le attività culturali, assegna contributi economici a progetti concreti a favore dei beni più votati. L’intervento, finalizzato al miglioramento della fruizione da parte dei visitatori, sarà realizzato in uno spazio ben definito, affaccio panoramico privilegiato sull’area sacra all’interno del Parco. Il Museo e Parco archeologico nazionale di Capo Colonna, diretto da Gregorio Aversa, è afferente al Polo museale della Calabria guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello. Il Rup dell’intervento è la dottoressa Angela Acordon, alla guida del Polo museale fino al dicembre scorso, mentre il direttore dei lavori è l’architetto Rossana Baccari».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

capocolonna aerea colonnaIl Parco archeologico nazionale di Capo Colonna, sito votato da oltre 30mila persone nell'edizione 2016 dei luoghi del cuore del Fai, è al centro di un programma di interventi sostenuti dal Mibac in sinergia con le istituzioni locali, con l'obiettivo di aumentarne la fruibilità. Lo rende noto il Polo museale della Calabria.
In particolare è in fase di aggiudicazione il progetto esecutivo per i lavori di sistemazione dell'area adiacente all'Heraion Lacinio che il Fondo ambiente italiano e Intesa Sanpaolo sostengono con un contributo di 28mila euro.
L'intervento, finalizzato alla realizzazione di apparati di comunicazione plurilingue e la creazione di uno spazio di sosta attrezzato per una migliore accoglienza dei flussi, sarà realizzato lungo l'affaccio panoramico prospiciente la Colonna, simbolo dell'intero Parco e punto di maggiore affluenza dei visitatori.

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

colonna faro capocolonnaL'Area archeologica di Capo Colonna, a Crotone, ha conquistato il quarto posto nell'ottava edizione del censimento "I Luoghi del cuore", l'iniziativa promossa dal Fai, il Fondo per l'Ambiente Italiano, per la valorizzazione e il recupero del patrimonio storico e culturale italiano. Il sito crotonese ha ottenuto 31.223 posti piazzandosi subito dopo le "Grotte del Caglieron", a Fregogna (Treviso), che hanno riportato 36.789 voti. Ad aggiudicarsi il primo posto nel censimento promosso dal Fai sono stati il Castello di Sammezzano e il suo parco, nel territorio di Reggello, in provincia di Firenze, che hanno ottenuto 50.141 preferenze. Al secondo posto, con 47.319 voti, il Complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo (Alessandria).

 

 

Pubblicato in In primo piano

castelloIl Castello di Carlo V a Crotone è risultato al 184/mo posto del censimento nazionale "I Luoghi del Cuore" promosso dal Fai (Fondo ambiente italiano). La fortezza medievale aragonese ha raccolto 1.637 voti in totale, risultando così solo terzultima nell'altra graduatoria, quella riguardante le bellezze architettoniche della Calabria. La fortificazione è stata ritenuta un esempio dell'evoluzione dei sistemi di difesa dall'età medievale a quella rinascimentale. Lanciata durante lo scorso maggio, la settima edizione del censimento nazionale "I Luoghi del Cuore", promosso dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo, aveva chiesto agli italiani di "tifare" per il nostro Paese attraverso uno strumento concreto di sensibilizzazione in favore del patrimonio culturale e ambientale. Per la Calabria è stata l'abbazia di Santa Maria di Corazzo, a Carlopoli, con 7.525 indicazioni, il sito più votato. A seguire si è posizionato il grande albergo Parco delle fate di Taverna che ha totalizzato 4.530 consensi. Il complesso monastico, fondato nell'XI secolo dai benedettini e ricostruito dai cistercensi nel 1157 (e che vide la presenza come abate di Gioacchino da Fiore), si è aggiudicato, infatti, il 46/mo posto nella classifica nazionale stilata al termine dell'iniziativa. Ha staccato di poco più di 30 posizioni l'antica struttura ricettiva di Villaggio Mancuso, dichiarata monumento storico nazionale e bene di notevole interesse architettonico dal ministero per i Beni e le attività culturali. Nella classifica calabrese del censimento si è posizionato all'84/mo posto, con 4.005 segnalazioni, la Chiesa della Madonna del Carmine di Bagnara, ricostruita dopo il terremoto del 1783 e che si caratterizza come prezioso esempio di architettura tardo-barocca. A seguire, il borgo di Mormanno sul Pollino, all'87/mo posto con 3.851 voti. Al 114/mo posto (2.720 voti), invece, c'è la biblioteca "Paolo Greco" di Scido, ubicata nell'antico palazzo Ruffo, che raccoglie un ingente patrimonio di volumi sulla storia calabrese, mentre solo cinque posizioni dopo, al 119/mo posto (2.065 voti), si pone la Baia di San Nicola Arcella sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale dal 1969. Gli ultimi tre siti calabresi presenti nel censimento, oltre al Castello di Carlo V a Crotone, sono l'abitato di Brancaleone superiore (204/mo con 1.477 voti) e il sentiero del Trecciolino del Monte Sant'Elia a Palmi al 246/mo con 1.097 voti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano