Lunedì, 21 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

dosi marijuanaCOTRONEI – I carabinieri della Stazione di Cotronei hanno arrestato un 29enne del luogo, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il personale operante, durante uno specifico servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, hanno sottoposto l’uomo a perquisizione personale avvenuto su un autobus di linea, ed è stato trovato in possesso di 2 involucri trasparenti contenenti grammi 15 circa di “marijuana”, che è stata sequestrata. L’uomo è stato sopposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

loriga facebookUn garbatissimo, ma deluso Tobia Loriga, sembra lasciar trasparire tutta l'amarezza per gli autobus che il Comune di Crotone non ha messo a disposizione, come si credeva in un primo momento, per permettere ai suoi tifosi di poterlo seguire nella difficilissima trasferta di Comacchio. Lo “Squalo rossoblù” ha parlato dalla sua pagina ufficiale di Facebook, postando il link de La Provincia KR, sulla conferenza avvenuta ieri in Comune. Per Tobia verrà montato solo un maxischermo in piazza Marinai d'Italia. Nei giorni scorsi, in una intervista al nostro giornale, ci aveva parlato degli autobus, che purtroppo oggi scopriamo non esserci. Questo lo stato pubblicato da Tobia: «11/07/2018 Comune di Crotone. Conferenza stampa: volevo ringraziare il Comune per il maxischermo e scusarmi con gli amici, i tifosi e i ragazzi della Kroton Boxe per non essere riuscito a ottenere il pullman per seguirmi in trasferta, ma mi è stato detto che non ci sono soldi. Potrete seguirmi da casa, o tutti insieme dal maxischermo. Mi avrebbe fatto piacere avere un po' ti tifo nella bolgia che troverò a Comacchio (FE) ma non fa niente. Cercherò lo stesso con tutto me stesso di rappresentare la mia amata terra e i miei amati cittadini e renderli orgogliosi e vinca il migliore. Forza Crotone».

Davide Pirillo

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

autobus romano guastoNotte d’agonia per i passeggeri di un autobus di linea che da Crotone si stava recando in vari centri del nord Italia. Il mezzo di linea, proveniente da Crotone e diretto a Verona, si è fermato per problemi meccanici in un'area di servizio nei pressi di Frosinone. Erano circa le 2 di martedì scorso quando tutto è accaduto. Il fermo in autostrada è stato di circa 5 ore giacché la ripartenza è avvenuta poi alle ore 8,45, grazie a un pullman sostitutivo. Disagi nel frattempo subìti dai viaggiatori che, nella notte, sono stati costretti a stare fermi al buio totale e al freddo, mentre la colonnina di mercurio segnava -1. Poco ha potuto fare l'azienda per alleviare il disagio ai passeggeri in quanto è stato necessario far arrivare un altro pullman da Napoli per effettuare il trasbordo delle persone. Il passaggio da un pullman all'altro non è stato facile in considerazione dell'ora, del freddo e della stanchezza. Tra i passeggeri c’erano anche persone anziane che hanno temuto di passare il peggio. Per alcuni passeggeri sono saltate le coincidenze e il rinvio di visite specialistiche prenotate. Fatto positivo in tutta questa vicenda la responsabilità degli autisti che non si sono sottratti nello spostamento di tutti i bagagli da un pullman all'altro.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

romano busMentre si discute su come riaprire l’Aeroporto Sant’Anna (l’attività dello scalo aeroportuale è cessata in data 1 novembre 2016), presso il terminal di Romano e le agenzie che svolgono il servizio per conto di altre compagnie di trasporti, sono iniziate le code per le prenotazioni del posto sul pullman per il periodo natalizio da parte dei cittadini che vivono lontano da Crotone. Manca oltre un mese alle festività, ma il solo pensiero che la mancanza di adeguati trasporti possa impedire a chi abita fuori regione di trascorrere le festività con i propri familiari, fa sì che la fila presso gli uffici del terminal s’ingrossi sempre di più. Per i cittadini dell’intera provincia, una situazione del genere, rappresenta l’emblema dei disagi da sempre vissuti sulla mobilità da e per la provincia di Crotone. Studenti universitari, lavoratori in genere che operano fuori Calabria, devono sperare nella tempestività della prenotazione di un biglietto del pullman per poter ritornare a Crotone in occasione delle festività natalizie. La chiusura dell’aeroporto rappresenta la miopia con cui la classe politica (anche di rappresentanza nazionale) guarda ai propri cittadini. La domanda allora nasce spontanea nei confronti della massima espressione istituzionale vantata da questo territorio: il sottosegretario con delega al Mibac Dorina Bianchi. Se il turismo dovrà rappresentare per Crotone il maggior volano per la crescita culturale ed economica, attraverso quale mezzo di trasporto potranno arrivare i visitatori a Crotone dal nord Italia? Di fronte a questo ennesimo scippo perpetrato nei confronti del territorio dopo l’eliminazione della tratta ferrata Ionica e l’eliminazione dei treni a lunga percorrenza da e per Crotone, c’è da augurare alla ditta Romano (oltre che complimentarsi con essa per il servizio che riesce a dare ai cittadini) dei giorni sempre migliori altrimenti i crotonesi dovranno rimanere “prigionieri” del proprio territorio.

 

 

 

Salva

Pubblicato in Attualita'

fermata autobus curva«Un pericolo costruito a spese dei cittadini». Commentano così i consiglieri comunali Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia (M5s) la recente fermata dell'autobus realizzata su una curva della nuova strada che dal cimitero porta a Capo Colonna. «Che in Italia - commentano i consiglieri pentastellati - un lotto della Salerno-Reggio Calabria, dopo anni ed anni di lavori, al momento della consegna non sia più a norma è un fatto risaputo, ma che un tratto di strada su un litorale molto affollato da pedoni e trafficato da auto dopo i lavori di ammodernamento non preveda la sistemazione delle piazzole di sosta per i mezzi pubblici è un fatto sconcertante. Si pongono i seguenti punti interrogativi: Com' è stato collaudato? Chi l’ha collaudato? Quali norme sono state rispettate? Questo succede - spiegano Sorgiovanni e Correggia - nella zona antistante al cimitero di Crotone, in viale Magna Grecia, all’incrocio con via Siris. La competenza - stigmatizzano i due consiglieri - tanto agognata ed acclamata durante la campagna elettorale ha prodotto una segnaletica, sia orizzontale che verticale, di una fermata per autobus in curva, in un incrocio, violando le norme che regolano il codice della strada. Insomma, un vero e proprio punto critico - segnalano - che crea non pochi problemi agli operatori delle aziende che svolgono il servizio di trasporto pubblico; un vero e proprio pericolo per i passeggeri e per i pedoni che effettuano le salite e le discese dai mezzi pubblici, in quanto potrebbero trovarsi ad intralciare i flussi veicolari, mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella altrui. Ma non è l’unico caso di violazione delle norme di sicurezza pubblica. Su ordinanza del sindaco è stata prevista, giustamente, la chiusura al traffico veicolare fino al 5 settembre, sul tratto del Lungomare compreso tra piazzetta Rino Gaetano e l’incrocio con Via Poggio Reale dalle ore 20 alle ore 3, ma la via che corre parallela ad esso, cioè via Interna Marina, nel tratto iniziale, alle spalle del palazzo Ciliberto, rimane a doppio senso di circolazione. Una strada di appena 3 metri di larghezza a doppio senso di marcia e per di più con un divieto di sosta solo da un lato... Si spera vivamente - esortano i due consiglieri - che nessun mezzo di soccorso debba mai raggiungere uno dei locali o una delle abitazioni di questa zona».

 

 

Salva

Pubblicato in Politica

arrivo bus crotone[VIDEO] È già un clima da serie A. Alcune centinaia di tifosi, infatti, nella notte, hanno accolto la squadra del Crotone al rientro da Terni dopo la vittoria. Anche se manca l'aritmetica, il successo esterno ha di fatto sancito la promozione in Serie A. Il pullman della squadra, giunto davanti al piazzale dello stadio Ezio Scida all'una di notte, è stato accolto con cori di giubilo e sventolio di bandiere.

 

I tifosi hanno poi intonato cori festosi e portato in trionfo i loro beniamini. Il primo a scendere dal bus è stato Ante Budimir, il centravanti che con i suoi gol ha portato il Crotone in Serie A. Subito dopo, Juric che finalmente si è lasciato andare ed ha festeggiato con i tifosi la conquista di un traguardo inatteso. Il Crotone, con la vittoria per 2-1 sulla Ternana di ieri, ha toccato quota 73 punti e - a 7 gare dalla fine - ha portato a +5 il vantaggio sul Cagliari e a +16 quello sulle terze in classifica, Bari e Spezia.

 

 

Pubblicato in Cronaca