Sabato, 15 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

«Si rende noto che in applicazione a quanto approvato con determina dirigenziale numero 707 del 19 maggio 2020 che integra l'importo del buono spesa riconoscibile approvato con Dgc numero 63 del 2 aprile 2020 con determina dirigenziale numero 717 del 21 maggio 2020 è stato approvato l'elenco definitivo delle 1316 istanze beneficiarie di cui: 249 nuovi beneficiari; 1.067 già beneficiari a cui spetta l'erogazione di un importo aggiuntivo».

Pubblicato in In primo piano

«Non c'è stato alcun errore da parte del comune e nessuna erogazione indebita ai danni dello stato».

Pubblicato in Cronaca

SCANDALE – I carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà 14 soggetti, tutti del luogo, resisi responsabili di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Nello specifico i militari, a seguito di accertamenti, hanno appurato che gli stessi, al fine di ottenere i buoni spesa, erogati in conseguenza dell’emergenza epidemiologica in atto, avrebbero asserito falsamente di non percepire il reddito di cittadinanza, cosi da indurre in errore il Comune di Scandale, che ha poi concesso agli stessi i buoni spesa.

Anche a Roccabernarda i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà 6 soggetti, tutti del luogo, resisi responsabili di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Nello specifico i militari, a seguito di accertamenti, hanno appurato anche in questo caso che gli interessati, al fine di ottenere i buoni spesa, avrebbero dichiarato attestazioni false al Comune di Roccabernarda.

Pubblicato in Cronaca

Ci sono voluti un mese e 18 giorni dalla prima delibera del commissario, nonché la fine del lockdown e il malumore crescente della gente, perché il Comune di Crotone arrivasse a distribuire le somme residue sui “buoni spesa” pari a 331.899,02 euro.

Pubblicato in In primo piano

«Buoni pasto Comune di Crotone, una “querelle” di carattere burocratico?». È l’interrogativo che pone il segretario generale della Uil Crotone, Fabio Tomaino.

Pubblicato in In primo piano

In relazione alla distribuzione dei buoni spesa ai cittadini che ne hanno fatto richiesta, previsti dall'Ordinanza della Protezione civile nazionale, di cui si legge sui recenti articoli di stampa, il commissario straordinario Tiziana Costantino intende fare alcune precisazioni in ordine a quanto riportato relativamente ai criteri di erogazione degli stessi.

«I criteri definiti "molto stringenti" – scrive – sono invece assolutamente flessibili ed idonei al raggiungimento degli obiettivi fissati, in quanto si prevede espressamente una integrazione delle somme per tutta la platea dei beneficiari, qualora si producano economie di spesa. Integrazione che scatta automaticamente. Si rassicurano i cittadini che le somme residue verranno in breve termine impiegate, al di là di qualsivoglia burocrazia, secondo le disposizioni già da tempo impartite, nella consapevolezza che le legittime aspettative dei cittadini devono trovare pieno soddisfacimento».

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 3