Giovedì, 24 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

polizia muncipale carabinieri tufoloI ladri di polli. Quando entrano in azione questi ladruncoli di piccolo cabotaggio fanno più danni morali che materiali. Sono piccoli uomini ladri che hanno perso il senso dell’onore e, quindi, l’umanità. A Crotone, purtroppo non mancano, e ieri sono entrati in azione per rubare materiale elettrico e altro per un valore commerciale, quando viene acquistato nuovo, di 3.000 euro. Significa che a venderlo si può ricavare al massimo una ventina di euro. Non di più. Il problema che a subire il furto è stata la Protezione civile, che interviene per soccorrere le popolazioni in caso di disastri ambientali. Molto spesso il materiale rubato viene impegnato dalla Protezione civile in attività che salvano la vita anche ai ladri di polli. Se la Protezione civile non dovesse avere la disponibilità per riacquistare il materiale rubato, in caso di emergenze ambientali, potrebbero esserci dei morti. Ha fatto bene il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, a dirsi indignato per il furto. Lo dovrebbero essere tutti i cittadini perbene di Crotone. E’ un errore non esternare, in casi del genere, il proprio dissenso. I ladri di polli continuano a sguazzare nei liquami fognari, loro ambiente naturale, anche per l’indifferenza con cui la parte onesta della nostra città si pone davanti ad un furto indegno anche per un ladro.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

(Le dichiarazioni sull'accaduto di Franco Parise, presidente della Croce rossa di Crotone)

Un brutto episodio verso i meno abbienti e le persone in difficoltà. Ignoti hanno rubato attrezzature per un valore di circa 3mila euro funzionali al campo-tenda allestito da Protezione civile, Comune di Crotone, Croce rossa e Augustus all’interno della struttura geodetica di Tufolo. Lì proprio dove, nel giorno dell’allestimento, era stato aggredito da un balordo il videoreporter Giuseppe Laretta. Questo pomeriggio la nuova, amara scoperta fatta dai responsabili di Crotone rossa, Prociv e responsabili del Comune che si erano recati sul posto per smantellare la tensostruttura allestita lo scorso martedì.

capotenda senzatetto tufolo crotoneAll’appello mancano 4 aerogeneratori, i relativi cavi, le illuminazioni e le chiavi di un muletto parcheggiato fuori della struttura di proprietà della Croce rossa (la tensostruttura è data in dotazione dalla Protezione civile). I senzatetto, come annunciato, avevano abbandonato il campo-tenda ieri mattina, ma le attrezzature sono rimaste sul posto ancora per una notte in quanto si attendeva la disponibilità del mezzo meccanico per trasportarle. Un lasso di tempo fatale che ha consentito ai ladri di operare indisturbati. Sull’accaduto adesso indagano i carabinieri della compagni di Crotone che sono intervenuti sul posto, assieme alla Polizia municipale coordinata dal comandante Francesco Iorno.

polizia muncipale carabinieri tufolo

Sul luogo del furto si sono recati con le Forze di Polizia e dei Carabinieri anche il consigliere Enrico Pedace della task force comunale e il coordinatore del Centro operativo comunale Francesco Ciccopiedi e i rappresentanti delle associazioni. «"Sono disgustato - dichiara il sindaco Ugo Pugliese - è una delle azioni più basse che si può compiere. Rubare a chi già non ha niente non ha nulla di umano. Un gesto ignobile che mi amareggia come uomo e come sindaco e offende tutta la comunità cittadina Questi farabutti non ci fermeranno. Andiamo avanti insieme a tutti coloro che credono nella solidarietà e nella dignità della persona».

croce rossa prociv

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca