Venerdì, 29 Maggio 2020

PRIMO PIANO NEWS

«Buone notizie dal fronte rifiuti: da domani, sabato 23 maggio, Akrea potrà tornare a conferire i rifiuti a Ponticelli. Questo significa che già a partire da domani, e per tutta la prossima settimana, gli operatori di Akrea saranno impegnati a rimuovere i cumuli di spazzatura ammassati lungo le vie cittadine». Lo rende noto l'azienda in-house del Comune di Crotone.

Pubblicato in In primo piano

«Continua a essere problematica la situazione dei rifiuti in città, così come in tutta la regione». È quanto scrive in una nota Akrea, l’azienda in-house del Comune di Crotone che si occupa della raccolta e del conferimento dei rifiuti in città.

Pubblicato in In primo piano

Akrea informa che: «Si avvia verso la normalità il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani (Rsu) in città, il cui conferimento a Ponticelli era stato ridotto del 50% nei giorni scorsi a seguito della limitata operatività del termovalorizzatore di Gioia Tauro».

Pubblicato in In primo piano

L’impianto di selezione dei rifiuti di Ponticelli resterà fermo per tutta la giornata di domani, domenica 1 dicembre. La società Ekrò, gestore del sito, ha diramato oggi una nota in cui comunica la chiusura di tutte le linee di trattamento per lavori di manutenzione.

Pubblicato in Attualita'

"Nei giorni di giovedì 7, venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 novembre prossimi - informa Akrea - verrà sospeso il conferimento dei rifiuti indifferenziati Rsu (rifiuti solidi urbani) presso l’impianto di Ponticelli.

"Lo comunica la società Ekrò - prosegue la nota -, gestore del sito di selezione, con una nota nella quale si precisa che la sospensione si è resa necessaria per “permettere l’esecuzione dei lavori di riefficientamento nella zona di ricezione dei rifiuti. Nonostante le difficoltà tecniche, Akrea continuerà ad assicurare il servizio di raccolta di tutte le frazioni differenziate dei rifiuti (organico, multimateriale, carta e vetro). Al fine di limitare i disagi, Akrea invita gli utenti a una maggiore collaborazione, raccomandando di separare i propri rifiuti domestici e di smaltirli negli specifici cassonetti: blu per il multimateriale, campana verde per il vetro, cassone bianco per carta e cartone e contenitore verde per l’umido (scarti da cucina). Con l’occasione si ricorda che a breve, come già annunciato nei giorni scorsi, sarà potenziata la raccolta differenziata su strada in una vasta zona della città. L’iniziativa coinvolgerà inizialmente circa seimila nuclei famigliari e sarà poi estesa a tutta l’area urbana".

Pubblicato in In primo piano

ponticelli rifiuti operaio akrea«Ieri, venerdì 12 luglio, è stata depositata in Procura la corposa informativa di reato risultato delle verifiche effettuate a partire dal 25 giugno scorso a Ponticelli, nel Polo Tecnologico di Crotone gestito dalla società consortile Ekrò, dopo la segnalazione da me inviata il 18 giugno ai Carabinieri Forestali e del Noe per dare voce alle denunce informali di alcuni addetti». Lo rende noto la senatrice della Repubblica italiana, Margherita Corrado (M5s).
«I controlli – spiega la senatrice –, svolti a tutto campo e con la dovuta professionalità dall’Asp di Crotone e dai Carabinieri, hanno inteso specialmente verificare eventuali inadempienze, sia in ordine alle condizioni di lavoro degli addetti, sia all’impatto delle lavorazioni sull’ambiente esterno. La proprietà ha 30 giorni per rimediare ai guasti e colmare le lacune. Si tratta, cioè, per la Ekrò (e l’Envì Group cui fa capo) di cominciare a spendere come da contratto i circa 4 milioni di euro che, nell’ambito dei 9,75 dell’appalto riguardante i servizi di gestione dell’impianto e i lavori di efficientamento funzionale, spettano alla seconda voce. È paradossale, infatti, che a liquidazione già avvenuta, da parte della Regione, del quindicesimo Sal, l’impianto di Ponticelli versi in condizioni deplorevoli, tali da mettere giornalmente a rischio l’incolumità e la salute degli addetti, oltre che compromettere la salubrità del territorio circostante, e la Miga Srl debba essere denunciata, com’è accaduto, per non avere ancora realizzato neppure i servizi igienici essenziali. Insomma, su quel porto delle nebbie (o meglio dei fumi tossici) che era Ponticelli è stato acceso un potente riflettore. Il resto spetta, ora, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone. Buon lavoro!».

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2