Lunedì, 25 Gennaio 2021

PRIMO PIANO NEWS

«Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, in considerazione della grave criticità idro – geologica che sta riguardando il territorio ionico della Regione Calabria, propone una serie di riflessioni». È quanto scrive il presidente nazionale Romano Pesavento.

Pubblicato in In primo piano

«A Crotone si registra l'ennesima alluvione dopo quella che colpì la città calabrese il 14 ottobre 1996, che provocò 6 vittime e danni economici per 126 miliardi di lire. Gli effetti dell'ondata di maltempo sono amplificati da una crescita urbanistica 'disordinata' che si è sviluppata nelle aree di espansione fluviale».

Pubblicato in In primo piano

«Un evento, seppur eccezionale, ha riportato di colpo Crotone indietro di 24 anni: stesse scene, come in un film già visto. E ci riporta ad interrogarci sulla fragilità di un territorio cui pare non ci sia rimedio». È quanto scrive in una nota l’Ordine degli ingegneri di Crotone, Antonio Grilletta.

Pubblicato in In primo piano

«Il sindaco Vincenzo Voce – riferisce una nota –, in considerazione della fondamentale necessità di assicurare la massima sicurezza ai bambini e ragazzi, ha predisposto una ordinanza di sospensione delle attività didattiche in presenza per le scuole di ogni ordine e grado fino al 28 novembre compreso».

Pubblicato in In primo piano

«Sono state ore difficili per la città di Crotone. Ma tutti sono stati in prima linea per fronteggiare una emergenza che è stata comunque devastante per la città, che per fortuna non ha registrato vittime ma purtroppo danni ingentissimi». È il commento del sindaco Crotone, Vincenzo Voce, in merito alla visita di quest’oggi del ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, in compagnia del capo del dipartimento di Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli, e del presidente della Regione Calabria facente funzioni, Nino Spirlì. Insieme hanno preso parto anche i parlamentari del territorio Elisabetta Barbuto e Margherita Corrado (M5s), Sergio Torromino (Forza Italia) a un vertice sull’emergenza maltempo convocato dal prefetto Tiziana Tombesi.

«Ho rappresentato innanzitutto questo al ministro Francesco Boccia – puntualizza il sindaco Voce – e al capo della protezione civile Angelo Borrelli. La città ha risposto da subito all’emergenza che si è venuta a creare attraverso la sinergia con la Prefettura, le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, le associazioni di volontariato di Protezione Civile, la Protezione Civile Regionale, uomini della Protezione Civile provenienti da altre regioni, il Comando Polizia Locale e il nostro Centro Operativo Comunale di Protezione Civile. Nessuno si è risparmiato, e colgo l’occasione per rinnovare il ringraziamento a quanti in queste ore sono stati accanto alla gente che ha vissuto difficoltà che io stesso ho potuto verificare sul campo nel corso delle scorse ore. Le istituzioni continueranno a fare il proprio dovere così come ha detto il ministro ma allo stesso ho rappresentato la situazione di difficoltà nella quale ci siamo dibattuti e che richiede un intervento strutturale generale oltre che una rapida disponibilità del Governo a velocizzare le procedure per il riconoscimento dei danni subiti dalle attività produttive, dagli esercizi commerciali, dai privati. Sostegno che non si può limitare soltanto alla contingenza drammatica di questi giorni ma deve essere focalizzato con un’attenzione più specifica sulla città di Crotone. Al ministro ho anche evidenziato i problemi legati all’emergenza epidemiologica e lo stato della nostra situazione sanitaria che richiede interventi specifici».

 

Pubblicato in In primo piano
Pagina 2 di 18