fbpx
Giovedì, 20 Gennaio 2022

PRIMO PIANO NEWS

diga cotronei pienaNon tutte le notizie sono vere. La situazione è drammatica e il pomeriggio addirittura dovrebbe peggiorare, ma non è vero che la diga di Cotronei sta straripando. La notizia l’abbiamo verificata direttamente dal sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro. Per raggiungere il massimo della capienza della diga occorrono ancora 20 milioni di metri cubi di acqua. Questo ha riferito la società A2A (la società che gestisce la diga) al sindaco di Cotronei. Non ci sono pericoli e se e anche dovesse piovere ancora la società A2A troverebbe il modo di rendere innocua la situazione. Almeno questo è stato riferito a Belcastro. Il problema c’è, ma occorre stare attenti a non creare il panico diffondendo fesserie.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

maltempo ottobre 2018Visto il peggioramento delle previsioni metereologiche, sentita l'unita' di crisi, il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, ha disposto l'immediata chiusura di tutte le attivita' commerciali e degli uffici pubblici sia in citta' che nella zona industriale e invita tutti i cittadini residenti in zone limitrofi a fiumi torrenti e canali a prestare la massima attenzione e a salire ai piani superiori.

Pubblicato in Cronaca

chiesa rocca netoSono molti i danni e i disagi per la forte ondata di maltempo che nella giornata di ieri ha imperversato in diverse zone della Calabria, ed in particolare tra le province di Catanzaro e Crotone. L'area del Crotonese e' stata investita da una tromba d'aria che ha scoperchiato la chiesa di localita' Setteporte di Rocca di Neto. I Vigili del Fuoco stanno ancora lavorando per mettere in sicurezza la struttura. Diversi gli interventi dei vigili anche nella localita' Corazzo di Scandale per rimuovere alberi caduti che intralciavano viabilita'.

chiesa rocca neto2Danni e disagi anche nel Catanzarese, dove sono stati registrati allagamenti in tutta la fascia ionica. Tra i centri piu' colpiti ci sono Botricello, Cropani, Sellia Marina e Catanzaro lido. La Protezione civile ha riscontrato il superamento del livello tre di pioggia, con altissimo rischio, in diverse zone della Presila catanzarese, dove la viabilita' ha subito problemi per allagamenti e piccoli smottamenti. Rallentamenti in diversi tratti della statale 106.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

albero caduto abitazione vigili fuocoUn uomo e' morto cadendo dal tetto di un edificio sul quale era salito per verificare i danni provocati dal vento che aveva scoperchiato l'abitazione del fratello. Giuseppe Talarico insieme al fratello, e' salito per verificare i danni e per cause da accertare e' caduto nel vuoto. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime ed e' stato deciso di trasferirlo nell'ospedale di Catanzaro, ma e' morto poco prima dell'arrivo. Il fratello e' rimasto ferito in maniera non grave. Talarico, emigrato in Svizzera, era tornato a Mesoraca per festeggiare il 18mo compleanno del nipote. Oggi, secondo una prima ricostruzione, il vento forte che si e' abbattuto nel pomeriggio su gran parte del Crotonese, ha divelto parte del tetto dell'abitazione del fratello. Insieme hanno quindi deciso di verificare cosa fosse successo, ma Talarico e' caduto riportando ferite che gli sono state fatali. A Crotone un altro uomo e' rimasto ferito dopo che un albero abbattuto dal vento lo ha colpito. Soccorso dai vigili del fuoco e' stato portato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi. In seguito del forte vento, assimilabile a trombe d'aria, abbattutosi su gran parte del Crotonese, il prefetto Cosima di Stani ha convocato d'urgenza l'unita' di crisi presso la Prefettura. Danni ingenti, secondo una prima stima, si sono registrati ingenti a Belvedere Spinello, Mesoraca, Scandale, Savelli e nel capoluogo.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

riunione maltempoL’ondata di maltempo che ha interessato questa mattina Crotone e il precedente allertamento diramato ieri dalla Protezione civile sono serviti a far accelerare gli interventi di manutenzione del territorio in ordine al regolare deflusso delle acque piovane. «Si è tenuta questa mattina – informa una nota – su convocazione del sindaco Ugo Pugliese una riunione alla quale sono stati invitati tutti gli enti, ognuno per la propria competenza e responsabilità, al fine di accelerare gli interventi, anche di questi ultimi, finalizzati ai lavori di pulizia di fiumi, torrenti ed alvei e per una analisi più complessiva dello stato del territorio comunale. L'amministrazione già nello scorso luglio aveva richiesto alla Protezione civile regionale di procedere ad un sopralluogo tecnico sui punti che possono essere considerati critici in caso di forti piogge. Sopralluogo che è stato effettuato il 22 agosto e i cui esiti sono stati trasmessi dalla Protezione Civile oggi. Alla riunione odierna con il sindaco Pugliese hanno partecipato l'assessore ai Lavori pubblici Tommaso Sinopoli, la task force comunale composta dai consiglieri Enrico Pedace e Vincenzo De Franco, il dirigente del settore Lavori pubblicip Gianfranco De Martino, il funzionario Francesco Ciccopiedi, hanno partecipato i rappresentanti di Congesi, del Consorzio di Bonifica, della Croce Rossa, di Akrea, e delle associazioni di volontariato Prociv, Augustus oltre alle ditte che hanno dato disponibilità. Il sindaco Pugliese ha comunicato ai presenti, che così come già anticipato alla Protezione civile regionale alla quale avevamo richiesto il sopracitato sopralluogo, che l'Amministrazione comunale intende procedere in via d'urgenza alla pulizia di canaloni e di alvei rivolgendosi a ditte dotate di idonei mezzi attraverso un piano di intervento che vedrà la città divisa in aree specifiche di azione. Allo stesso tempo, così come concordato con Congesi, si sta procedendo da tempo alla pulizia delle caditoie (già oltre cento interventi effettuati) partendo dai punti considerati più critici e vicini agli istituti scolastici. Opera di prevenzione effettuata anche rispetto ai paventati sversamenti fognari che negli scorsi anni avevano creato non pochi problemi alla balneazione e che quest'anno, viceversa, hanno consentito il regolare svolgimento della stagione estiva senza che si siano verificati problemi. Ad Akrea è stato richiesto un pronto intervento sul fogliame che potrebbe ostruire le caditoie oltre che la disponibilità di uomini e mezzi nel caso di allerta meteo. Nel contempo è stato chiesto al Consorzio di bonifica, presente alla riunione, di procedere alla pulizia dei fiumi e degli alvei per competenza così come allo stesso modo sarà cura dell'amministrazione chiedere alla Regione Calabria un tempestivo intervento rispetto alle proprie competenze. Il sindaco ha informato degli esiti della riunione il prefetto di Crotone».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

prefettura2«In chiave preventiva - riferisca la Prefettura - e per stimolare il costante monitoraggio del territorio al fine di operare un punto di situazione riferito all’eventuale maltempo che potrebbe interessare nelle prossime ore il territorio della provincia di Crotone, si è tenuta una riunione, presso la Prefettura di Crotone, dell’Unità di crisi. Vi hanno preso parte il sindaco di Crotone e i rappresentanti di Questura, Comando provinciale Carabinieri, Comando provinciale Vigili del fuoco, Amministrazione provinciale e Protezione civile regionale - Unità territoriale di Crotone. All’esito della riunione, è stato stabilito di rimanere permanentemente allertati fino a comunicazione di cessata esigenza».

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 12 di 19