fbpx
Giovedì, 20 Gennaio 2022

PRIMO PIANO NEWS

maltempo danni strade«Viabilità provinciale e isolamento dei nostri paesi: è un'emergenza». Sono le dichiarazioni della Cgil di Crotone a seguito dei danni prodotti dall'ondata di maltempo abbattutasi le scorse 48 ore sul territorio. «In queste ore - commenta Cgil - la nostra Provincia fa la conta dei danni alle infrastrutture viarie a seguito delle bombe d’acqua che hanno flagellato il nostro territorio dai paesi della marina a quelli montani. Strade provinciali devastate con voragini che non consentono più il passaggio e l’arrivo a Paesi importanti come Petilia, Roccabernarda, Strongoli giusto per citarne qualcuno. Non è assolutamente possibile - incalza Cgil - che si continuino a fare solo chiacchere. I drastici tagli operati dal governo alle risorse per la manutenzione delle strade provinciali, producono una impossibilità a svolgere interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, poiché qualcuno ha pensato di riformare questo Paese partendo dal territorio e abbandonando le popolazioni “Riforma Delrio”».

maltempo danni albero«Chiediamo - scrive ancora Cgil -, da subito alle istituzioni preposte  di avviare come pare stia avvenendo in queste ore, sopralluoghi e l’impegno immediato di risorse (vere, no chiacchere) per riportare a normalità il transito su tutta la viabilità provinciale. Si chiede di coinvolgere i bravi funzionari della nostra Provincia che negli anni passati hanno lavorato bene e con efficienza. Non è più accettabile e frustante per i nostri lavoratori pendolari, pensionati, cittadini disabili che quotidianamente necessitano di cure, attività imprenditoriali, studenti, ecc. Eventi tragici si devono tradurre in una seria riflessione sulle responsabilità politiche di chi ci ha ridotto in queste condizioni e di chi ha operato continuamente tagli scellerati e che non ha intrapreso azioni concrete per garantire la sicurezza dei cittadini. Perché questo deve fare uno Stato con le sue Istituzioni territoriali che sono Comuni, Provincia e Regione. Sicuramente non è possibile prevedere gli eventi straordinari come le piogge dei giorni scorsi, ma fare manutenzione e mettere in sicurezza sì».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

petilia policastro frana StradaDopo la violenta ondata di maltempo che si è abbattuta nel Crotone nelle ultime 48 ore il presidente della Provincia Nicodemo Parrilla ha scritto al presidente della giunta regionale Mario Oliverio inoltrandogli un «richiesta di intervento urgente». «Scrivo a nome mio e di tutti i sindaci della Provincia di Crotone - esordisce Parrilla - poiché, alla luce di quanto verificatosi nelle ore precedenti, in gran parte del nostro territorio, si rende necessario ed urgente la sua autorevole presenza nella nostra Provincia, per una visione dei gravissimi e cospicui danni e per mettere in campo le risorse e gli interventi necessari ed urgenti, volti alla risoluzione di detti danni. La sua presenza è quanto mai necessaria, ancorché alcuni eventi hanno provocato il totale isolamento di alcune comunità (come Strongoli, Petilia Policastro e Pagliarelle)».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

esaro piena2«Oggi - informa l'Ufficio territoriale del governo di Crotone - si è tenuta la terza riunione dell’Unità di Crisi già operativa da tre giorni presso la Prefettura di Crotone. Vi hanno partecipato i rappresentanti della Questura di Crotone, Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, Comando Provinciale Guardia di Finanza di Crotone, Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Crotone, Capitaneria di Porto di Crotone, Sezione Polizia Stradale di Crotone, Provincia di Crotone, Comune di Crotone (Consiglieri Comunali e il Comandante Polizia Municipale), Comune di Cutro, Asp e Suem 118 di Crotone, l’Unità Organizzativa Territoriale di Crotone di Protezione Civile Regionale e Anas Compartimento Viabilità. Il monitoraggio di questi giorni non si è mai interrotto e, all’esito della riunione odierna, è emerso quanto segue. Il fiume Esaro, nel tratto interessante il Comune di Crotone, ha abbassato i livelli di guardia della capacità di contenimento che, nella prima mattinata odierna, avevano destato preoccupazioni: la situazione è in continuo monitoraggio da parte del Comune, nonché di Carabinieri e Polizia di Stato e risulta sotto controllo.

petilia policastro frana StradaSu tutto il territorio provinciale si registrano frane, pericolo caduta massi e allagamenti, in ordine ai quali stanno operando di continuo Anas, Provincia, Vigili del Fuoco, Carabinieri e Sindaci interessati. Ieri sera, la situazione più critica è stata registrata nel territorio di Strongoli, per un consistente allagamento della sede stradale della statale 106. La situazione più problematica riguarda, allo stato, il territorio di Petilia Policastro: la viabilità è fortemente compromessa (foto); sono stati attivati tecnici del dipartimento nazionale della Protezione Civile con tecnici della Protezione civile regionale. E’ attiva anche la Provincia di Crotone, proprio per affrontare i gravi problemi di viabilità. Il fiume Tacina, nel tratto del Comune di Cutro, ha abbassato gli argini. L’Unità di Crisi resta permanentemente allertata fino a cessata esigenza».

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

frana strongoli«I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Cirò Marina - informa una nota - negli ultimi due giorni sono intervenuti in seguito a numerose chiamate al 112 per disagi creati dal maltempo. A causa delle abbondanti piogge infatti nella giornata di ieri e in quella odierna si sono verificati molteplici smottamenti di terreno e alcune cadute di alberi che hanno creato disagi alla popolazione. Numerosi cittadini hanno segnalato smottamenti e piccole frane che hanno interessato i comuni di Strongoli, Cirò e Crucoli. Tali eventi hanno naturalmente comportato l’intervento, oltre che dei Carabinieri delle locali Stazioni, dei Vigili del Fuoco e dei tecnici comunali delle amministrazioni competenti per territorio. Tali interventi hanno visto una pronta risposta delle competenti autorità che sinergicamente hanno garantito la regolarità e la sicurezza della circolazione stradale».

maltempo carabinieri strongoli«Le operazioni - prosegue il comunicato dei carabinieri - hanno riguardato il comune di Strongoli per il crollo di un terrapieno, ove il comune a titolo precauzionale ha ordinato lo sgombro di tre abitazioni, due frane sull’ ex statale nei pressi del comune di Pallagorio, una frana in una località adiacente a Cirò ed infine uno smottamento di terreno sulla provinciale che collega Crucoli alla statale 106. Nella serata di martedì infine, a causa dell’acqua accumulatasi nei terreni retrostanti a Strongoli Marina, un’ondata di acqua e fango si è riversata nella piazza Magna Grecia creando particolari disagi e l’allagamento di alcuni seminterrati e garage affacciati sulla piazza. Da subito sono intervenuti in soccorso degli abitanti della zona i Carabinieri della locale Stazione unitamente ai Vigili del Fuoco, insieme ai tecnici comunali, Anas e la locale Protezione Civile. Monitorata la situazione ed accertato che nessun cittadino versasse in pericolo di vita sono state avviate le procedure di ripristino dello stato dei luoghi e la messa in sicurezza dell’area. Le operazioni di pulizia e sgombro sono durate tutta la notte».

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

esaro pienaAncora attiva l’Unità di Crisi, operativa da giorni, presso la Prefettura di Crotone. «Allo stato attuale - riferisce una nota dell'Utg -, dopo ininterrotto monitoraggio nella nottata scorsa, le situazioni più attenzionate sono: il fiume Esaro, nel Comune di Crotone, il quale ha raggiunto i livelli di guardia della capacità di contenimento; la situazione è in continuo monitoraggio da parte del Comune di Crotone, nonché dai Carabinieri e Polizia di Stato, e si stanno invitando i cittadini residenti nelle zone adiacenti al fiume a raggiungere precauzionalmente i piani più alti dei fabbricati; è tutto pronto per un’eventuale evacuazione; nel Comune di Cutro, il fiume Tacina risulta ancora oggi essere al limite dell’argine di contenimento: anche ieri sera, 24 gennaio, in via precauzionale, sono sati evacuati, da parte del dindaco di Cutro, i 20 nuclei familiari già evacuati la sera del 23 gennaio; allagamenti sulla Statale 106 e mare estremamente mosso a Strongoli; particolare attenzione è rivolta anche alla zona di Petilia Policastro, dove le incessanti piogge hanno causato numerose frane e determinato la chiusura della strada provinciale strada provinciale 58. Il sindaco opera monitoraggio costante e riferisce gli aggiornamenti in tempo reale. L’Unità di crisi rimarrà permanentemente allertata fino a comunicazione di cessata esigenza».

Ore 10.20 Intanto il Comune rende noto che «è stata transennata e chiusa via Volturno in locolità Cipolla. La situazione è monitorata e sotto controllo».

Ore 10.45 Sempre un avviso del Comune informa che anche «la situazione del fiume Esaro è sotto controllo e costantemente monitorata. Tuttavia si rinnova l'invito a non transitare per le strade in prossimità del fiume e alla popolazione residente in abitazioni vicine a tutti i corsi d'acqua della città a restare in casa».

Ore 12.05 La Prefettura dice che «il livello del fiume Esaro in Crotone è sotto controllo. Non sono state necessarie evacuazioni».

 

 

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Pubblicato in Cronaca

studenti autostazione romanoÈ polemica sulla rete per il ritardo con cui il sindaco di Crotone Ugo Pugliese ha emanato questa mattina l’ordinanza di chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado. Tra i social e i gruppi dedicati a Crotone è un rincorrersi di testimonianze. Il provvedimento, infatti, sarebbe stato effettuato dal primo cittadino intorno alle 7.40, quando le condizioni meteo erano vistosamente sfavorevoli e, soprattutto, quando molti pendolari erano ormai in viaggio dai centri periferici verso Crotone. Eppure il bollettino diramato nel tardo pomeriggio di ieri dalla Protezione civile (trattasi di un pre-allertamento precisano dal Comune) parlava chiaro: «Dal pomeriggio di oggi 24 gennaio 2017, e per le successive 18-24 ore, si prevede, sull'intero territorio regione Calabria, il persistere di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale in particolare sulle aree ioniche. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità e forti raffiche di vento».

maltempo vertice comuneSi segnala, nel frattempo, una situazione di leggero caos presso l’autostazione “Romano” di via G. Di Vittorio dove si sono ritrovati gli studenti pendolari che hanno raggiunto il capoluogo, ma che hanno trovato poi chiusi gli istituti scolastici. Per molti di loro bisognerà attendere la tarda mattinata prima di raggiungere le proprie case, in quanto le corse degli autobus partirano secondo l'orario previsto. Intanto, dopo aver effettuato sopralluoghi in tutta la città il sindaco Pugliese sta coordinado la riunione in Comune con la Protezione civile regionale per fare il punto della situazione a seguito dell'emergenza maltempo di queste ore. «La situazione – fanno sapere da piazza della Resistenza – è sotto controllo e monitorata costantemente. Si raccomanda sempre prudenza e massima collaborazione».

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca
Pagina 13 di 19