fbpx
Lunedì, 27 Giugno 2022

PRIMO PIANO NEWS

Dopo 17 anni dall'approvazione del progetto è stata inaugurata questa mattina la strada provinciale che permetterà di accorciare di 25 minuti il tragitto da Petilia Policastro alla statale 106. La cosiddetta "strada del mare" è stata ufficialmente aperta dal neopresidente della Provincia, Sergio Ferrari.

Pubblicato in In primo piano

maltempo carabinieri2«Nella mattinata di oggi – informa una nota –, si è tenuta una riunione tra il presidente della Provincia di Crotone, Nicodemo Parrilla, e i consiglieri provinciali Renato Carcea, Dionigi Fera, Vincenzo Secreti, Armando Foresta (sindaco di Mesoraca), il sindaco di Petilia Policastro Amedeo Nicolazzi e i tecnici degli Uffici competenti. Scopo della riunione è stato quello di affrontare la questione afferente la viabilità provinciale, con particolare riguardo alla zona del Petilino, martoriata dagli ultimi eventi alluvionali verificatisi nello scorso mese di gennaio. L’incontro, utile e proficuo, ha sgomberato il campo da possibili equivoci tra l’Ente intermedio ed il Comune di Petilia, in merito ai diversi tipi di interventi tecnici, volti alla risoluzione delle problematiche della viabilità sulle arterie del Petilino. Nelle more di una seria campagna di indagini geologiche e geotecniche, commissionata dal Comune di Petilia Policastro e finalizzata alla costruzione di una nuova bretella, che congiunge l’abitato di Foresta al capoluogo, si è convenuto, previa esecuzione di apposite indagini geologiche già commissionate dall’ente Provincia, di dare seguito ai lavori di messa in sicurezza e ripristino della transitabilità della strada provinciale 58, nel tratto Petilia-Foresta, già appaltati dalla Provincia. Si è convenuto, inoltre, subentrando a quanto già fatto dall’Amministrazione comunale, di dare immediato avvio, da parte dell’Ente Provincia, ai lavori di manutenzione ordinaria sulla Strada provinciale 37 della Santa Spina, utilizzata come percorso alternativo e per consentire agli utenti una transitabilità sicura e senza insidie. Gli Enti, che hanno condiviso questa decisione, si sono impegnati a tenere successivi incontri, al fine di monitorare lo stato di avanzamento degli interventi ed al fine di parlare un linguaggio univoco e cioè quello delle Istituzioni al servizio dei cittadini».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica