fbpx
Lunedì, 04 Luglio 2022

PRIMO PIANO NEWS

«Sei milioni e 200mila di euro di finanziamento e soprattutto, per la città, la possibilità di dare nuova vita alla ex piscina "Coni"». È l'esito delle graduatorie comunicate a Tropea, alla presenza del ministro per il Sud Mara Carfagna e il sottosegretario Dalila Nesci, in occasione della sottoscrizione dei Cis, Contratti istituzionali di sviluppo.

Pubblicato in In primo piano

Dopo la firma, avvenuta questa mattina, della convenzione con la Presidenza del Consiglio dei ministri, sono stati presentati questo pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alla Casa della cultura, i progetti che saranno portati avanti a seguito dell'affermazione ottenuta dal Comune di Crotone nel prestigioso bando "Italia City Branding 2020".

Pubblicato in In primo piano

frisenda pugliese lega navaleEra già in corso l'installazione del cantiere che eseguirà le opere di recupero, quando il sindaco Ugo Pugliese stava tenendo la conferenza stampa di presentazione per i restyling dell'ex piscina Coni e della piazza Rino Gaetano. La conferenza stampa si è tenuta in mattinata presso la sede della Lega navale: presente oltre al sindaco Pugliese, anche l'assessore al Turismo Giuseppe Frisenda. Al momento si tratterà di una bella ripulita delle aree verdi e di una messa in sicuerezza dei luoghi interni della piscina. L'amministrazione sta ancora valutando dei progetti che possano rideterminare la fruizione della struttura da parte della cittadinanza che sarà coinvolta nella fase di scelta delle proposte. «Già da questa estate – riferisce una nota – cambierà la skyline dell'area, vero e proprio biglietto da visita della città dal punto di vista turistico, attraverso l'azione di messa in sicurezza e recupero della vivibilità. I lavori, partiti questa mattina, prevedono una serie di interventi: dalle pareti esterne della ex piscina Coni, oggi oggetto di abbandono e di vandalismo, che saranno riprese per dare decoro ai luoghi alla pulizia di tutta l'area circostante. Così come in piazza Rino Gaetano sarà recuperata l'area verde dove sorge la statua del popolare cantautore crotonese che sarà illuminata e valorizzata con una serie di luci a led. L'area interna alla ex piscina sarà ripulita e messa in sicurezza anche per impedire accessi esterni come purtroppo si sta verificando. Tutta l'area, compresa tra piazza Rino Gaetano e l'ex piscina Coni sarà oggetto di recupero della vivibilità, ripulita e restituita al decoro che merita. L'amministrazione è già al lavoro per verificare una serie di proposte progettuali per riqualificare l'ex piscina Coni. Proposte che saranno condivise con i cittadini. Dopo anni di incuria dunque si mette mano ad un'area importante della città. Sia il sindaco Pugliese che l'assessore Frisenda nei giorni scorsi hanno effettuato una serie di sopralluoghi confrontandosi anche con i cittadini e con gli esercenti commerciali ed i ristoratori che operano nella zona».

 

 

 

Salva

Pubblicato in In primo piano

piscina coni bucoLa piscina Coni di via Molo Sanità è nuovamente una discarica in riva al mare. Costruita a cavallo degli anni 50/60, la Coni ha rappresentato in quel periodo il primo e unico fiore all’occhiello della città di Crotone in fatto d’impiantistica sportiva. In quegli anni, prima ancora che la piscina fosse costruita, Crotone non possedeva nessun impianto sportivo. L’unica struttura era lo “stadio” Ezio Scida che era più un campo sterrato con annessa gradinata realizzata in tubi innocenti che con il passare del tempo si erano ossidati. La realizzazione della Piscina con vasca da 25 metri, allora regolamentare sia per il nuoto che per la pallanuoto, fu salutata dall’intera cittadinanza come l’inizio di una nuova era in fatto d’impiantistica sportiva. Prima della realizzazione della piscina le attività natatorie a Crotone si svolgevano in mare dove venivano allestite due passerelle di legno distante l’una dall’altra venticinque metri. La piscina contribuì alla nascita di molti campioni nel nuoto e nella pallanuoto.Storica la prima promozione in serie B della R.N. L. Auditore avvenuta nel 1975.

piscina coni cartolinaMichele D’oppio conquistò il record italiano sui 50 metri nel 1964 e fu componente la nazionale di nuoto che ha partecipato alle Olimpiadi di Città del Messico nel 1970. Con il trascorrere degli anni la piscina di via molo Sanità è diventata vecchia e decrepita, tant’è che da troppo tempo è completamente abbandonata. Molte parole in passato sono state spese da parte di amministratori provinciali per questa struttura. Doveva essere ristrutturata con le tecnologie del terzo millennio, affermavano i tecnici nel presentare il progetto. Intanto Crotone si è dotato della piscina Olimpionica e della vecchia piscina, quella bruttura che si palesa nella miglior passeggiata di Crotone, via Cristoforo Colombo, dove insiste la piazzetta dedicata a Rino Gaetano (meta di turisti), nessuno ne parla più. Mura cadenti, erbacce alte, immondizie, cani randagi è quanto si registra guardando l’ex Piscina dove un tempo sfornava campioni di nuoto, oggi adibita a discarica in riva al mare.

(Foto in alto: Facebook Daniele Lombardo)

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

piscina coni3Sono cominciate questa mattina le operazioni di bonifica di tutta l'area circostante all'ex piscina sul lungomare cittadino predisposta dall'assessorato all'Ambiente. I mezzi dell'Akros sono entrati in azione già dalle 7.30 per ripulire l'area stessa. Le operazioni sono state seguite già dalle prime fasi dall'assessore all'Ambiente Michele Marseglia. Presente anche il vice sindaco Mario Megna. Successivamente all'attività dell'Akros, anche la società Akrea interverrà sui luoghi nell'ambito di azioni sinergiche tra le due società predisposte dall'amministrazione Vallone. L'intervento odierno rientra in una programmazione più complessiva che sta interessando la città e che nei giorni scorsi ha visto, tra l'altro, attività per il recupero dell'area del diurno in Corso Mazzini e la pulizia della spiaggia sul lungomare cittadino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

franco manoL'associazione degli esercenti del lungomare ha scritto una missiva denunciando lo stato d'abbandono in cui versa la struttura al fine di sollecitare l'intervento delle istituzioni locali.

Pubblicato in Attualita'