fbpx
Giovedì, 26 Maggio 2022

PRIMO PIANO NEWS

Purtroppo non ce l’ha fatta e si porta con sé anche i motivi del tragico gesto. È morto questa mattina Francesco Chiarello, il docente di 33 anni originario del Crotonese che lo scorso 31 gennaio si era cosparso di liquido infiammabile  e si era quindi dato fuoco davanti la caserma dei carabinieri di Rende.

Pubblicato in In primo piano

NAPOLI - È stabile, ricoverato in terapia intensiva nel centro dei grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli il docente di origini crotonesi di 33 anni che ieri si è dato fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri di Rende, in Calabria.

Pubblicato in Cronaca

Un uomo F.C., di 33 anni si è dato fuoco questa mattina davanti alla sede della caserma dei carabinieri di Rende, in provincia di Cosenza. Secondo quanto si è potuto apprendere, l'uomo avrebbe riportato gravi ustioni ed è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale. Sull'accaduto indagano i carabinieri. Al momento non si conoscono i motivi del gesto.

Pubblicato in Cronaca

«Nella situazione difficile che sta attraversando il Paese, compresa la nostra Regione, alle prese con la quarta ondata dell'infezione da Sars-Cov-19, la ripresa della didattica in presenza ha assunto come sempre molta rilevanza del dibattito politico dividendo l'opinione pubblica».

Pubblicato in In primo piano

«Al Polo Net di Crotone – informa una nota – intelligenza artificiale per la prevenzione da Covid-19 in azienda e nei luoghi pubblici».

Pubblicato in In primo piano

calabra maceri rendeIl Settore 8 – dipartimento Ambiente e territorio della Regione Calabria ha autorizzato il Comune di Crotone ai conferimenti della Frazione organica derivante da raccolta differenziata (Ford) presso l'impianto di “Calabra Maceri e Servizi Spa” situato nel comune di Rende. Il Comune di Crotone, aveva avanzato richiesta in merito alla necessità di conferire un maggiore quantitativo di Ford «presso un sito di recupero finale, atteso il potenziamento del servizio di raccolta differenziata». Dietro i codici identificativi Cer, si individuano rifiuti biodegradabili di cucine e mense, rifiuti biodegradabili e rifiuti dei mercati. Secondo quanto scritto nel carteggio tra Comune e Regione, l'impianto di Crotone di località Ponticelli è saturo e non può ricevere ulteriori quantitativi di Ford in ingresso. La Regione ha così individuato l'impianto di Rende, di proprietà della Calabra Maceri e Servizi spa, come sito possibile di conferimento. Il conferimento presso l'impianto di Rende costerà 91 euro a tonnellata per il Comune di Crotone. Il dirigente del Settore 8 della Regione, Antonio Angruso, ha così disposto che «a partire dal 23 prossimo, il Comune di Crotone conferisca fino a circa 50 tonnellate a settimana della propria Ford, comprensiva dei codici Cer (Certificati europei rifiuti) 20.01.08, 20.02.01, 20.03.02, presso l'impianto di Rende, di proprietà della Calabra Maceri e Servizi spa; che il Comune contatti preventivamente l'impianto al fine di conoscere le condizioni di conferimento; che il Comune si attenga al regolamento di conferimento ed accettazione del rifiuto presso l'impianto che verrà loro consegnato dalla Società Gestore; che, ferme restando le modalità di corresponsione della tariffa a questo Dipartimento di cui alla nota n. 18489 del 21 gennaio 2015, i rifiuti organici che saranno conferiti dovranno avere un grado di impurezza inferiore al 10% in peso, oltre il quale il rifiuto sarà declassato a tal quale; il trasporto dei rifiuti in argomento dovrà avvenire nel rispetto della normativa vigente in materia».

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 2