Giovedì, 29 Ottobre 2020

PRIMO PIANO NEWS

oliverio consiglioArrivano anche le dichiarazioni del presidente della giunta regionale Mario Oliverio in merito alla soppressione della postazione dell’elisoccorso a Ciro’. "Ora basta - scrive il presidente - non se ne può più. Solo la mancanza di conoscenza della Calabria ed un approccio lontano dalla realtà dei sul contesto territoriale, possono giustificare scelte scellerate come quella della soppressione della postazione dell'elisoccorso a Cirò. L'organizzazione della rete delle emergenze - prosegue- deve necessariamente tenere conto della geografia territoriale e non si possono cancellare interi territori. La gestione dell'emergenza è una priorità ed il diritto alla sicurezza dei cittadini deve essere garantito ovunque. I tempi di intervento in materia di emergenza sono fondamentali. Purtroppo - rimarca ancora Oliverio - questa è l'ultima di una serie scelte fatte sulla pelle dei calabresi che ci costringe a non vedere pienamente rispettato il diritto alla tutela della salute nella nostra regione. La Calabria ed i calabresi chiedono e pretendono rispetto. Mi rivolgerò direttamente al presidente Gentiloni - conclude Oliverio - affinché il Governo ponga subito fine a questa negativa, fallimentare e triste esperienza del commissariamento della sanità in Calabria. Purtroppo questa scelta è solo l'ultima di una lunga serie che costringe i calabresi a non vedere rispettato il diritto alla tutela della salute”.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

pantisano«Esprimo grande soddisfazione per la decisione del governo Renzi di non tagliare la Prefettura di Crotone. Se infatti lo schema di decreto sarà approvato, l'Ufficio territoriale di governo di Crotone sarà tra gli 80 presidi che resteranno in vita» . È il segretario provinciale del Pd Arturo Crugliano Pantisano a dare l'annuncio.  «Già all'indomani - prosegue la nota - della discussione relativa al taglio delle province, ebbi modo di chiedere che con l'Ente intermedio, non venissero smantellati tra gli altri, anche gli importantissimi presidi di legalità, tra cui in primis la Prefettura. Ovviamente l'attenzione generale deve essere mantenuta alta, non soltanto per evitare sorprese lungo il cammino che porterà all'approvazione dello schema di decreto del presidente della Repubblica, ma anche nei confronti degli altri presidi territoriali, di cui la nostra provincia non può fare a meno. Auspico che il governo riveda la posizione legata al destino della Prefettura di Vibo Valentia, che non può assolutamente essere soppressa, considerata soprattutto, l'alta densità criminale di una zona tra le più martoriate e prese di mira dalla criminalità organizzata».

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

oliverio giunta«La giunta regionale calabrese - informa una nota - si e' riunita quest'oggi sotto la presidenza di Mario Oliverio. Nel corso dei lavori - rendo nto il comunicato - su proposta del presidente della Regione e dell'assessore al Bilancio Vincenzo Ciconte e' stato deliberato di approvare il "Piano operativo di razionalizzazione delle societa' e delle partecipazioni societarie regionali"  in considerazione del quale si procedera', tra l'altro, alla dismissione, in quanto "ritenute non coerenti con il fine istituzionale della Regione ai sensi della legge n.190/2014"  delle partecipazioni societarie, attualmente detenute in "Comalca", in "Progetto Magna Grecia", in "Banca Popolare Etica".  Con la stessa delibera si procedera' anche alla  soppressione, in quanto composte da soli amministratori o da un numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti, delle partecipazioni societarie, attualmente detenute in "Locride Sviluppo", in "Consorzio per la promozione della cultura e degli studi universitari di Crotone". Inoltre, e' stato anche nominato Antonio Errigo quale nuovo commissario straordinario dell'Ente Parco naturale regionale delle Serre. Su proposta dell'assessore al personale Vincenzo Ciconte - prosegue la nota - e' stata approvata la relazione sulla performance 2013. Via libera anche al documento di programmazione economica-finanziaria 2015-2017 a all'attuazione, per l'anno 2015, al patto regionale verticale "incentivato", cosi' come previsto dalla legge 190/2014, ossia di "mettere a disposizione delle Province  e dei Comuni soggetti al Patto di stabilita' interno, per l'anno 2015, un plafond complessivo pari a euro 46.686.066  da destinare al pagamento dei debiti commerciali in contro capitale maturati alla data del trenta giungo 2014 e non ancora pagati alla data dell'uno gennaio 2015. Su proposta dell'assessore al Lavoro Carlo Guccione - conclude - approvata la convenzione per la gestione e l'erogazione dei servizi socio- assistenziali  in gruppo appartamento».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano