Mercoledì, 12 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Tamponi per chi rientra in Calabria: mascherine e distanziamento obbligatori ovunque

Posted On Lunedì, 04 Maggio 2020 10:51 Scritto da Redazione

Tamponi rino-faringei saranno fatti a coloro che da domani rientreranno in Calabria. Lo prevede un Piano di sicurezza predisposto dalla Regione di concerto con le Prefetture e il coordinamento del prefetto di Catanzaro Francesca Ferrandino.

Per chi arriva alla propria residenza con mezzo proprio saranno allestiti dei laboratori mobili, in base alla provincia di residenza: per Cosenza/Crotone sull'autostrada A2 - area di servizio Frascineto Ovest; per Catanzaro/Vibo A2 - area di servizio Lamezia Ovest; per Reggio A2 - area di servizo Rosarno Ovest. Per chi arriva in treno i laboratori mobili saranno nelle stazioni di Scalea, Paola, Lamezia Terme, Vibo Pizzo, Rosarno, Gioia Tauro, Villa San Giovanni, Reggio Calabria. Per chi arriva in aereo il laboratorio sarà agli arrivi dell'aeroporto di Lamezia. Chi si sottoporrà al test, dopo comunicazione di esito negativo e valutazione da parte dei Dipartimenti di Prevenzione delle Asp di appartenenza, potrà interrompere l'isolamento domiciliare.

Mascherine e distanza sociale da rispettare in Calabria per la Fase 2 anche nel trasporto pubblico in Calabria. A Cosenza si registra un aumento dell'utenza sui mezzi pubblici, ma nella maggior parte dei casi per lavoro o visite mediche specialistiche. "Da oggi abbiamo avuto più passeggeri - racconta all'Ansa Massimo, un'autista di bus cittadino - ma ci si muove solo per necessità. Credo che la paura sia ancora tanta". Sui mezzi sono presenti cartelli che indicano le norme di comportamento e gli obblighi del distanziamento sociale. Bus in funzione anche nelle altre città calabresi con regole valide per tutti. I posti a bordo, ad esempio, sono stati ridotti e, una volta raggiunto il numero massimo di utenti consentito, non sarà possibile accogliere ulteriori passeggeri. Addetti al lavoro tra le corsie dei bus e nei piazzali della autolinee, per delimitare le aree e definire con opportuna segnaletica la distanza da mantenere alle fermate con un altro passeggero che deve essere almeno di un metro.