Sabato, 05 Dicembre 2020

SPORT NEWS

Redazione

Redazione

scuolabus traffico farina«Oggi ho volentieri incontrato una delegazione di mamme che protestavano per il mancato avvio del trasporto scolastico». Lo rende noto l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Crotone, Valentina Galdieri. «Mi sono confrontata con loro – scrive l’assessore – e ho spiegato le ragioni di questo ritardo, ma visto che qualcuno fa finta di non comprendere, sarò ancora più chiara. Noi siamo pronti! Gli atti ci sono. I soldi ci sono. Li abbiamo appostati in bilancio e lì sono rimasti proprio per finanziare il trasporto scolastico, un servizio che riteniamo fondamentale per tutte le famiglie. Così come abbiamo fatto per la mensa scolastica, che è partita oggi, noi siamo stati sul pezzo sin dal mio insediamento, avvenuto a luglio. Il problema c'è, ma non è nostro. La Corte dei Conti del Piemonte, con la deliberazione n. 46 del 27 maggio 2019, ha determinato che l'intero costo del servizio di trasporto scolastico gravasse direttamente ed esclusivamente sugli utenti, cioè sulle famiglie. Una decisione che non solo non condividiamo ma che non possiamo accettare. Una sentenza che lede il diritto allo studio e che aggredisce le fasce più deboli della società, Il problema è così grosso che il Governo è da luglio che è sollecitato, dai Comuni e dalle associazioni, per l'adozione di un provvedimento d'urgenza per orientare gli enti locali nell'adozione degli atti relativi al servizio per il corrente anno scolastico. In un territorio come il nostro, far gravare il costo del trasporto scolastico solo sulle famiglie è intollerabile. L'ho già denunciato a fine luglio, ma, purtroppo, sono stata inascoltata. Ora aspettiamo il Consiglio dei Ministri di giovedì prossimo in cui mi auguro sia inserita quella modifica all'art. 5, comma 3, del D.lgs 63/2017 che possa consentire ai Comuni di poter intervenire a sostegno delle famiglie. Se qualcuno pensa di fare polemica contro il Comune sul servizio scolastico ha preso una grossa cantonata. Mi auguro che questa vicenda si concluda presto, così da poter immediatamente attivare, cosa che siamo già pronti a fare, il servizio di trasporto scolastico. Come assessore alla Pubblica Istruzione e come mamma sono pronta ad affiancare la protesta se il Governo non darà seguito a quanto promesso».

 

 

 

 

protesta genitori contrade nord«Il Comune di Crotone e il Governo delle poltrone negano il diritto al trasporto scolastico agli studenti delle Contrade nord». È quanto scrive il neocoordinatore della Lega Salvini premier di Crotone. «Questa mattina – informa una nota –, davanti al Comune di Crotone, Giancarlo Cerrelli, neocoordinatore della provincia di Crotone della Lega Salvini Premier è stato informato e interessato dagli abitanti delle Contrade nord di Crotone circa il disagio che le famiglie che abitano in quella zona patiscono per la mancata erogazione del servizio di trasporto scolastico degli studenti da parte del Comune. Non ci convince affatto la giustificazione fornita dall'Ente. Altri Comuni in Italia stanno erogando tale servizio, mentre il Comune di Crotone pregiudica il diritto allo studio degli studenti delle Contrade nord rimpallando la propria responsabilità con il nuovo Governo delle poltrone. Una cosa è certa tra il Comune e l'attuale Governo delle poltrone chi ci va di mezzo è la povera gente che non ha voce. La Lega di Crotone che condivide ed è vicina da sempre agli abitanti delle Contrade nord, assicura pieno sostegno politico alle loro famiglie affinché possano godere da subito di un diritto di interesse pubblico com'è quello del trasporto scolastico».

 

 

 

guardia medica papaniceI quattro consiglieri comunali di “ConSenso” (Vincenzo De Franco, Enrico Pedace, Fabiola Marrelli e Salvatore Gaetano) hanno scritto al direttore generale e al direttore distretto dell’Asp di Crotone per segnalare che agli uffici Saub di Papanice, al momento, non vi è assegnato personale. «La dipendente Asp – spiegano nella missiva – assegnata a Papanice, uffici Saub (Struttura amministrativa unificata di base), è andata in quiescenza per raggiunti limiti. Per tale ragione, gli uffici sono sprovvisti di personale. Di fatto, allo stato sono notevoli i disagi per la popolazione, poiché non si ha la presenza di un addetto. Al fine di risolvere tale inconveniente per la popolosa frazione, si chiede, ognuno per le proprie competenze, di individuare una figura professionale capace di riprendere ogni attività lavorativa oggi sospesa».

 

 

 

corrado costa morra«Il ministro Sergio Costa sarà presto a Crotone». Lo rende noto la senatrice del M5s Margherita Corrado. «Nell’incontro di questa mattina – spiega – al ministero dell’Ambiente, propiziato dal collega e presidente della Commissione “Antimafia”, Nicola Morra, oltre ad esprimere la soddisfazione dei crotonesi per la designazione del nuovo commissario alla bonifica del Sin e affrontare alcune problematiche riguardanti la gestione dei rifiuti nel territorio crotonese, ho avuto il piacere di raccogliere in anteprima l’intenzione dal ministro di venire a crotone appena la nomina del generale Vadalà sarà stata ratificata dal Consiglio dei ministri. Sarà l’occasione, tra l’altro, per sottoporgli direttamente i dossier sulle discariche di Columbra (Crotone) e Santa Marina (Scandale), nonché sull’impianto di trattamento rifiuti Tmb di Ponticelli (Crotone), per i quali, data la gravità e l’urgenza della situazione, qualche giorno fa con la collega Barbuto avevamo chiesto di incontrare al più presto il titolare del dicastero. L’emergenza ambientale e sanitaria del Crotonese, legate a decenni di attività delle industrie chimiche oggi dismesse ma anche alla scelta della Regione di concentrare, nella più piccola delle province calabresi, il maggior numero di impianti di trattamento rifiuti e discariche, che peraltro contendono spazi ad una quantità abnorme di impianti per la produzione di energie alternative, deve acquistare anche nel dibattito pubblico il ruolo centrale imposto dalla loro notevolissima incidenza sulla qualità della vita degli abitanti».

 

 

 

 

cerrelli lega giovani crotone«Cerrelli è il nuovo e il primo coordinatore provinciale della Lega Salvini premier di Crotone». È quanto si legge in una nota stampa della Lega Salvini premier di Crotone. «Il commissario–coordinatore regionale della Lega per Salvini premier Calabria, Cristian Invernizzi – spiega il comunicato –, ha nominato l’avv. Giancarlo Cerrelli come nuovo e primo coordinatore organizzativo della Provincia di Crotone della Lega Salvini Premier. Cerrelli avrà facoltà di nominare a sua volta dei referenti organizzativi comunali. Può iniziare, così, dopo la nomina di Cerrelli il radicamento e la strutturazione della Lega nella Provincia di Crotone. La Lega ha interesse a fare una politica nuova, orientata al bene comune e che si interessi realmente dei bisogni della gente e che serva come volano per lo sviluppo della Calabria e Cerrelli è stato scelto per perseguire tali scopi. Giancarlo Cerrelli è stato candidato alle Elezioni Europee del 26 maggio 2019 nella lista Lega Salvini Premier nella Circoscrizione meridionale, ottenendo una buona affermazione prendendo poco meno di 20.000 voti. È stato candidato alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 in quota Lega Salvini Premier, quale candidato del Centro destra, nel Collegio Uninominale di Crotone. Ha ricoperto la carica di vicepresidente nazionale dell’Unione giuristi cattolici italiani».
«La Lega Giovani di Crotone, esprime la propria soddisfazione per la nomina dell'avvocato Giancarlo Cerrelli, nuovo e primo coordinatore provinciale della Lega di Crotone». Lo scrivono in un’altra nota stampa, Giuseppe Castagnino, coordinatore cittadino, e Marisa Cavallo, coordinatore provinciale della Lega giovani Crotone. «L’avvocato Giancarlo Cerrelli – commentano – è la persona adatta a rappresentare la provincia di Crotone nelle sue espressioni migliori: legalità, competenza, spirito di servizio verso il bene comune, determinazione nell'affrontare le problematiche che affliggono da sempre il nostro territorio. Nell'affiancare l’avvocato Giancarlo Cerrelli in questo percorso di cambiamento che la nostra provincia necessita come l'aria che respiriamo, la Lega giovani di Crotone si appella a tutti quei crotonesi, della città e della provincia, animati da una sincera volontà di riscatto, a contribuire insieme avendo come unico obiettivo il bene della città pitagorica».

 

 

 

discarica columbraÈ in programma per questo giovedì (3 ottobre), alle ore 17, presso la sala consigliare del Comune di Crotone, la conferenza stampa di «presentazione del ricorso al Tar promosso dal "Comitato per i diritti del cittadino di Papanice" contro l'ordinanza del presidente della Giunta regionale della Calabria che autorizza la società "Sovreco Spa" ad ampliare la coltivazione dell'attuale discarica per rifiuti non pericolosi ubicata in località Columbra per ulteriori 120mila tonnellate». «Oltre che dal comitato - informa una nota -, il ricorso è stato sottoscritto dal Forum del Terzo settore e dalla neonata associazione "Crotone pulita", dalla sede nazionale di "Italia nostra", dal Wwf di Crotone, dal Pac (Protezione animali Calabria) e da un gruppo di privati cittadini di Cutro (il comune confina col perimetro della discarica). Nel corso dell'iniziativa di giovedì prossimo, sarà l'avvocato Giuseppe Pitaro del Foro di Catanzaro a illustrare nel dettaglio il ricorso al Tar in qualità di estensore dello stesso. Interverranno inoltre un rappresentante per il Comitato di Papanice, uno del Terzo settore e un cittadino di Cutro tra quelli che hanno sottoscritto il ricorso per spiegare le ragioni di questo atto di cittadinanza attiva. Gli interventi saranno moderati dal giornalista crotonese Gaetano Megna. Vista l'importanza e il coinvolgimento del tema con il territorio si prega di riservare massima attenzione all'iniziativa, sia da parte degli organi di informazione, ma anche e soprattutto, da parte delle autorità e della cittadinanza crotonese».

 

 

 

 

Pagina 11 di 1521