Lunedì, 25 Gennaio 2021

SPORT NEWS

Redazione

Redazione

colonna museo«Dopo la pausa estiva riprendono le attività di manutenzione e riassetto delle condizioni di fruibilità del Parco archeologico nazionale di Capo Colonna (Crotone), oggetto di un corposo programma di interventi sostenuti dal Mibac in sinergia con le istituzioni locali». Lo rende noto Antonella Cucciniello, direttrice del Polo museale della Calabria.
«Espletate le procedure – informa la direttrice – necessarie all’aggiudicazione definitiva del progetto esecutivo per i lavori di sistemazione dell’area adiacente all’Heraion Lacinio che il Fai - Fondo ambiente italiano e Intesa Sanpaolo sostengono con un contributo di 28.000 euro assegnato nell’ambito del progetto “I luoghi del cuore”, nei giorni scorsi è stata consegnata l’area di intervento alla ditta affidataria per l’avvio delle opere. Capo Colonna, uno dei più importanti siti della Magna Grecia, di proprietà demaniale è stato, infatti, votato da oltre 30.000 persone nell’edizione 2016 del censimento dei luoghi italiani da non dimenticare.

cucciniello aversa baccari capocolonna Un eccellente risultato che ha permesso a questo luogo del cuore di accedere al bando attraverso il quale il Fai, in collaborazione con il ministero per i Beni e le attività culturali, assegna contributi economici a progetti concreti a favore dei beni più votati. L’intervento, finalizzato al miglioramento della fruizione da parte dei visitatori, sarà realizzato in uno spazio ben definito, affaccio panoramico privilegiato sull’area sacra all’interno del Parco. Il Museo e Parco archeologico nazionale di Capo Colonna, diretto da Gregorio Aversa, è afferente al Polo museale della Calabria guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello. Il Rup dell’intervento è la dottoressa Angela Acordon, alla guida del Polo museale fino al dicembre scorso, mentre il direttore dei lavori è l’architetto Rossana Baccari».

 

 

 

 

 

 

polizia locale crotoneIl Comune di Crotone informa che è stato «pubblicato il bando e la domanda per il Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 15 posti di agente di polizia municipale – categoria C - posizione economica C1. La domanda deve essere presentata inderogabilmente dal giorno 25 settembre al 24 ottobre, ossia 30 giorni dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’estratto del Bando sulla Gazzetta Ufficiale – 4° serie speciale “Concorsi ed esami” n. 76 del 24 settembre 2019. Si comunica, a tutti i coloro che erroneamente avessero presentato la domanda di partecipazione in data anteriore a quella prevista 25/09/2019, che il versamento già effettuato quale tassa di concorso rimane valido. Tuttavia si invitano i medesimi soggetti a ripresentare l'istanza, corredata di documentazione e copia del bollettino già effettuato».

Ecco il link per scaricare la bando e modulo di domanda

 

 

 

 

pozzo abusivo melissaMELISSA - Avrebbe realizzato un pozzo abusivo costruendo a tale scopo anche una pista con sradicamento di alcuni alberi. Un uomo è stato denunciato a Melissa dai carabinieri forestale con l'accusa di modifica dello stato dei luoghi, invasione di terreno demaniale, violazioni urbanistiche-edilizie e furto di alberi. I militari hanno accertato che il pozzo per l'attingimento delle acque, realizzato con anelli prefabbricati di calcestruzzo, era posizionato all'interno del demanio idrico. Il lavoro ha reso necessaria l'apertura di una pista larga tre metri e mezzo all'interno del demanio con l'uso di un escavatore e lo sradicamento di alcuni alberi di salice e olmo il cui materiale legnoso è stato rubato. Il presunto committente dei lavori è risultato essere il proprietario di un terreno prospiciente il corso d'acqua. Sono stati anche sequestrati la tubazione e la legna ricavata dal taglio degli alberi.

 

 

 

 

maurizio puglieseDetenzione di sostanza stupefacente, calunnia aggravata, favoreggiamento personale e falso: sono queste le accuse contestate dalla Procura della Repubblica di Crotone nei confronti di tre persone, Maurizio Pugliese, di 53 anni, Giuseppe Vallone, di 18 anni e P.V., di 32 anni. La Polizia di Stato ha notificato loro un provvedimento del Giudice che dispone: il carcere per il Maurizio Pugliese, gli arresti domiciliari per Giuseppe Vallone e l’obbligo di firmare presso un ufficio di polizia per P.V. (figlia di Maurizio Pugliese). «L’adozione di questo provvedimento – spiega la Questura di Crotone – è la conseguenza delle indagini svolte della Polizia di Stato e in particolare dagli investigatori della Squadra Mobile. Durante la ricerca di Maurizio Pugliese il quale, indagato per il reato di stalking nei confronti nei confronti di una donna, una ragazza ventottenne residente nel centro storico a Crotone, si era reso irreperibile allorquando nei suoi confronti era stata disposta la cattura al fine di interrompere la sua attività persecutoria nei confronti della donna. Le indagini svolte al tempo, finalizzate alla sua ricerca, si sono concluse verso la fine di giugno allorché l’uomo è stato rintracciato all’interno della sua abitazione dove si era nascosto, con la complicità dei parenti, sopra un armadio». Ma dalle indagini successive sono quindi emerse ulteriori novità. Secondo gli inquirenti «Maurizio Pugliese, con la complicità dei suoi famigliari e di persone a lui vicine, ossia della figlia P.V. e di Giuseppe Vallone, ha commesso una serie di reati. In particolare, grazie alla disponibilità di droga e avvalendosi dell’aiuto dei suoi complici, tramite delle segnalazioni telefoniche, ha fatto arrestare, dopo aver fatto collocare lo stupefacente sulle loro auto, due persone in due distinte occasioni». Vallone, inoltre, è stato accusato anche di favoreggiamento personale in quanto, nel corso delle ricerche di Maurizio Pugliese si era adoperato attivamente per favorirne la latitanza pur non essendo legato da vincoli famigliari. A Pugliese, infine, viene contestato anche il reato di falso poiché, al fine di sottrarsi alla cattura, si era creato un documento falso. I poliziotti questa mattina hanno rintracciato Giuseppe Vallone e P.V. presso le loro abitazioni mentre per Pugliese si è provveduto a notificare la misura cautelare in carcere in quanto risulta attualmente ancora detenuto presso il carcere di Crotone per le accuse di stalking.

 

 

 

 

carabinieri controlliCACCURI – Girano con coltello e droga: denunciati all’Autorità Giudiziaria. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Crotone un 31enne ed un 29enne, entrambi di San Giovanni in Fiore. Il personale operante, durante un controllo alla circolazione stradale sulla Strada statale 107, in località “Manco Tenimento” del comune di Caccuri, ha fermato e sottoposto a controllo il veicolo su cui i due giovani viaggiavano. La conseguente perquisizione veicolare e personale ha permesso di rinvenire nella disponibilità del conducente un coltello a serramanico e 0,50 grammi di marijuana, mentre in quella del passeggero due dosi di cocaina e due di marijuana, tutto sequestrato.

 

 

 

presidente oliverioIl Partito democratico prende ufficialmente le distanze dal presidente della giunta regionale calabrese, Mario Oliverio, e decide di provare a fare l’accordo con il Movimento 5 stelle. E’ questa in breve sintesi la conclusione a cui si è arrivati alla fine di una riunione tenutasi ieri a Roma nella sede nazionale del Pd. All’incontro del Nazareno convocato dal responsabile nazionale del partito, Nicola Oddati, e dal commissario regionale Stefano Graziano hanno partecipato i consiglieri regionali Carlo Guccione, Mimmo Bevacqua, Nicola Irto (presidente del Consiglio), Mimmo Battaglia (capogruppo), l’ex deputato Bruno Censore e il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci. Nei prossimi giorni, quindi, si tenterà di fare l’accordo civico con M5S anche in Calabria, con le stesse caratteristiche di quanto è stato deciso in Umbria. Ufficialmente, quindi, il Pd ha preso le distanze da Oliverio e da ogni ipotesi di primarie. E’ evidente che lo scontro con gli oliveriani è destinato ad acuirsi e coloro che decidono di seguire il presidente saranno fuori dal partito. In questa direzione non dovrebbero esserci deroghe e nei prossimi giorni si farà la conta anche nelle sedi periferiche di chi sta da una parte o dall’altra. Sotto controllo sono il segretario delle federazioni di Cosenza e Crotone, Luigi Guglielmelli e Gino Murgi. Ieri a Feroleto Antico (Lamezia Terme) si è riunito la rappresentanza del centrosinistra (partiti e movimenti) che sostengono Oliverio. Di Crotone era presente il “reuccio” Enzo Sculco, leader del movimento dei DemoKratici e della “Prossima Crotone”, la coalizione che governa la città pitagorica. La presenza del “reuccio” alla riunione ha un solo significato: i DemoKratici sosterranno Oliverio alle prossime elezioni. All’incontro di Feroleto Antico non c’erano il Pd e Leu, che stanno appunto lavorando per una candidatura civica con i pentastellati. Venerdì prossimo ci sarà per Oliverio la prova del nove, nella kermesse degli oliveriani che chiedono a gran voce la ricandidatura dell’attuale governatore.

 

 

 

 

Pagina 16 di 1521