fbpx
Giovedì, 18 Aprile 2024

SPORT NEWS

Cento anni di storia celebrati con una vittoria sul Taranto

Posted On Domenica, 02 Aprile 2023 19:21 Scritto da Giuseppe Livadoti

Serie C/girone C 35esima giornata | Terzo successo (secondo casalingo) del Crotone a guida Zauli con il primo gol stagionale di Crialese.  

 

Tabellino

Crotone   1

Taranto   0 

Marcatori: 5° Crialese 

Crotone (4-2-3-1): Branduani, Crialese, Golemic, Bove, Mogos ( Calapai), Petriccione, Vitale (Carraro), Chirico' (Kargbo), D'Errico, Tribuzzi (D'Ursi), Gomez (Cernigoi).  All. Zauli 

Taranto (3-5-2): Vannucchi, Boccadamo, Antonini, Formiconi, Bifulco (Rossetti), Provenzano (Nocciolini), Mazza (Labriola), Sciacca, Mastromonaco (Sampirisi), Romano, Tommasini. All. Capuano 

Arbitro: Valerio Pezzopane di L'Aquila

Ass. Ferdinando Pizzone di Frattamaggiore         Giuseppe Casarano di Castellamare di Stabi

Quarto giudice a bordo campo: Benito Sacca' di Messina

Ammoniti: Sciacca, Bove, Mazza

Angoli: 6 a 4 per il Taranto

Recupero: 2 e 5 minuti

Spettatori: 5.064 euro17.784,62

Note: prima dell'avvio del gioco letti i nomi di quanti hanno perso la vita in seguito al naufragio di Steccato di Cutro. 

Il commento. Cento anni di storia del Crotone in coincidenza del derby dello Ionio contro il Taranto, ricordati dai pitagorici con una buona prestazione nel corso dell'intera partita. Una sfida che sul terreno dell'Ezio Scida mancava dalla 27esima giornata campionato serie C1 2008/2009 vinta (2-0) dagli squali.  Per il Crotone il risultato finale non assumeva nessun interesse a proposito della classifica (primo e secondo posto già assegnati). Importante era tornare al successo dopo l'ultimo pareggio esterno e consentire a mister Zauli attraverso questo finale di stagione di scegliere la migliore formazione da schierare durante gli spareggi promozione. Il Taranto, invece, sperava di scalare qualche posto in classifica con il risultato utile dello Scida per garantirsi la matematica salvezza e ambire, anche, a fare parte del gruppo delle squadre che disputeranno la prima fase dei play-off. La determinazione evidenziata dai pitagorici nel corso dei novanta minuti più recupero ha impedito agli uomini del tecnico Capuano di concretizzare le aspettative. Formazione pitagorica ancora diversa dalla precedente con le novità di Crialese difensore destro, Bove difensore centrale, Mogos esterno, Chirico' fascia destra in sostituzione rispettivamente di Calapai, Gigliotti, Giron, D'Ursi. Il tecnico Capano ha lasciato fuori Ferrara, Labriola, Evangelisti sostituendoli con Boccadamo, Formiconi, Provenzano.

La partita. Subito il Crotone in ripartenza conquista il primo angolo dopo due minuti. In evidenza Crialese e Mogos sulle rispettive fasce. Centrocampo ben gestito dal trio Petriccione, Vitale, D'Errico. Prima linea  con Gomez intento a fornire assist. Quinto minuto punizione dal limite a favore del Crotone per trattenuta su Chirico'. Lo stesso batte la punizione e manda il pallone a stamparsi sulla traversa. Respinta raccolta da Crialese che insacca. Sedicesimo pitagorico ad andare in gol dall'inizio della stagione. Ventunesimo minuto è D'Errico a cercare il raddoppio da fuori area mandando il pallone a sfiorare l'incrocio dei pali alla destra del portiere. Un minuto dopo Chirico' effettua un bel tiro, sempre da fuori area, para il portiere. Trentacinquesimo minuto finalmente si vede il Taranto con Bifulco che da distanza ravvicinata impegna Branduani ad una difficile respinta in angolo. Il Taranto crede nella rimonta e si proietta con più frequenza in avanti conquistando quattro calci d'angolo che non producono alcun pericolo per la porta del Crotone. In evidenza Tommasini, Romano, Biculco. Ripresa che vede il Crotone poco determinato in fase offensiva ma sempre attento nel controllo delle giocate degli avversari pur sbagliando molti passaggi a centrocampo. Il più concreto rimane sempre D'Errico che, però, non trova la giusta collaborazione nei compagni di reparto, Petriccione e Vitale in particolare. Il Taranto non ha demeritato in particolare nella ripresa. Mister Capuano sta facendo un buon lavoro.