Mercoledì, 30 Settembre 2020

SPORT NEWS

Crotone calcio: prospettive, obiettivi e difficolta' per la Serie A 2020/2021

Posted On Lunedì, 24 Agosto 2020 19:38 Scritto da Redazione

Il calendario della Serie A non è ancora ufficialmente diramato, ma si conosce la data d’inizio del torneo: 19 settembre. Il Crotone, dopo un annata di Serie B estenuante terminata con il secondo posto e la promozione, tante sono le cose da risolvere per il prossimo anno, a cominciare dalla situazione Ezio Scida.

Serie A 2020/2021: poco tempo per festeggiamenti e vacanze si riparte subito

I prossimi campionati di Serie A e Serie B saranno particolari: poco tempo per le vacanze e ripartenza degli allenamenti e della preparazione dopo appena venti giorni. I calendari non sono ancora stati sorteggiati, ma si conosce la data di inizio, 19 settembre e quella dell’ultima giornata, 23 maggio. Le date per l’inizio del torneo di Serie A dell’anno prossimo sono state a lungo dibattute e si è deciso di far terminare le ostilità a maggio anche per permettere alla Nazionale di Mancini, al 9 agosto considerata da addetti ai lavori e le scommesse calcio di betway sports fra le prime sette favorite alla vittoria finale dell’Europeo con quota 13,00, un tempo adeguato da dedicare al ritiro e alla preparazione del campionato d’Europa per nazioni. Da un certo punto di vista, questa ripartenza immediata dei campionati per il Crotone potrebbe essere positiva, giacché può trovare una certa continuità nell’affiatamento di un gruppo che tanto bene ha fatto nel passato campionato di B, terminando secondo dietro la corazzata Benevento. Dopo l’addio di Barberis passato al Monza di Galliani, il Crotone dovrà forse lavorare prima in uscita che in entrata per ciò che concerne il mercato: attualmente ha una rosa di 34 calciatori, ma con un bilancio che vede un +2,41 milioni di euro alla fine della stagione 2019/2020.

I complimenti di Torromino e la situazione Ezio Scida

Le parole del deputato e imprenditore Torromino potrebbero riassumere in maniera esaustiva ciò che di straordinario sta facendo il Crotone da cinque anni a questa parte. La guida dell’impresa Metal Carpenteria ha espresso parole d’elogio per il lavoro svolto dal dg Raffaele e dalla società nella persona specifica di Gianni Vrenna, che riescono a creare un’isola felice e senso di appartenenza in una terra, la Calabria, in cui è particolarmente duro costruire qualcosa. E proprio con le istituzioni del territorio dovrà sicuramente confrontarsi il Crotone per risolvere la questione legata allo stadio Ezio Scida. In primis, il problema è relativo all’adeguamento della storica struttura che è la casa del Crotone da oltre 70 anni e il dubbio è chi dovrà farsi carico economico di questi lavori: il club o il comune. Il presidente Vrenna si è detto molto dispiaciuto dell’approccio del comune negli ultimi mesi, affermando che le istituzioni dovrebbero comprendere l’importanza e il “peso” anche finanziario che può avere la partecipazione al massimo campionato italiano per il club di una città come Crotone. C’è però da dire che d’altra parte il Crotone ha usufruito dell’utilizzo della struttura con un prezzo particolarmente di favore, che ha permesso di far quadrare i bilanci del club e quindi potersi muovere sul mercato anche in maniera un po’ più libera. Gli appassionati di calcio sanno quanto è importante avere uno stadio in cui sentirsi a casa, sia per i calciatori, sia per l’ambiente. Sotto gli occhi di tutti è la storica cavalcata del Crotone nel suo primo anno di Serie A, quando nella stagione 2016/2017 sembrava spacciato e con un girone di ritorno da grande squadra, in particolare tra le mura amiche, la squadra allenata da Nicola si salvò chiudendo il campionato al 17 esimo posto.

Senza alcun dubbio, la situazione stadio è qualcosa da chiarire quanto prima e, senza "forse", è più importante del calcio mercato, poiché sappiamo quanto il pubblico di casa possa influire sul risultato finale. Le basi da cui ripartire a Crotone ci sono: gruppo, società e tifosi, manca una “casa” dove poter accogliere tutta la passione che gira attorno a questi colori e a questo devono pensarci comune e presidenza trovando un accordo che faccia bene allo sport a Crotone.