fbpx
Lunedì, 17 Gennaio 2022

SPORT NEWS

Crotone ancora un passo falso: altra sconfitta esterna a Terni

Posted On Lunedì, 29 Novembre 2021 22:48 Scritto da Giuseppe Livadoti

Serie BKT 15esima giornata. Il Crotone perde ancora con l’uomo in più per tutto il secondo tempo. Annullato ai pitagorici il gol del pareggio.  

Tabellino.

Ternana 1

Crotone 0 

Marcatori: 11° Spalletti.  

Ternana (4-2-3-1): Iannarilli, Diakite, Soresen, Capuano (Celli), Martella (Boben), Proietti, Koutsoupias, Partipilo (Mazzotti), Spalletti (Salzano), Capone, Dobbarumma (Agazzi). All. Lucarelli 

Crotone (4-3-3): Festa, Nedelcearu (Oddei), Canestrelli, Paz, Molina, Estevez, Vulic (Donsah), Zanellato (Kargbo), Giannotti (Schirò), Mulattieri, Maric (Borello). All. Marino 

Arbitro: Marco Serra di Torino Assistenti: Trincheri - Capalbo Quarto giudice a bordo campo: Marco Emmanuele di Pisa Var: Prontera -  Avar: Grossi

Ammoniti: Proietti, Molina, Nedelcearu, Vulic

Espulsi: Proietti per doppia ammonizione, 

Angoli: 9 a 5 per il Crotone Recupero: 1 e 4 minuti 

La partita. La classica sconfitta subita in seguito al gol su tiro da fuori area da parte di Spalletti. E a fine partita rimane questa l’unica occasione a favore dei locali. Diversamente il Crotone si è dovuto accontentare dei legni colpiti da Mulattieri e il gol annullato per inesistente punizione di Zanellato su Diakitè. Calcio d’avvio da parte della Ternana e subito un doppio intervento ravvicinato di Festa su tiri di Donnarumma e Partipilo.  Quinto minuto Giannotti per Mulattieri che calcia il pallone a lato. Undicesimo minuto il tiro della “domenica” da fuori a rea da parte di Sapalletti che manda il pallone ad insaccarsi alle spalle di Festa. È stata questa l’unica azione che ha consentito alla Ternana di chiudere in vantaggio il primo tempo. Crotone ben messo in campo con Molina sulla fascia sinistra, Giannotti a destra, Estevez, Vulic, Zanellato mediani, Maric, Mulattieri attaccanti. Il pareggio pitagorico sarebbe potuto arrivare in più occasioni con azioni che si sono sviluppate sulla fascia sinistra dove Molina era incontrollabile da parte di Proietti. L’occasione migliore per andare in gol al quindicesimo minuto da parte di Mulattieri che colpisce il palo. Ancora una traversa del Crotone colpita da Vulic in seguito ad una punizione dal limite per fallo di Proietti su Molina (il ternano è stato espulso per doppia ammonizione). In campo soltanto il Crotone sempre proiettato all’offensiva senza, però, riuscire a cogliere il pareggio per colpa, ancora una volta, della bravura di Iannarilli che respinge in angolo il pallone calciato da Mulattieri da distanza ravvicinata. La ripresa vede il Crotone giocare in prevalenza nella metà campo avversaria, favorito dall’uomo in più per l’espulsione di Proietti, senza però trovare la via del gol. E quando è riuscito a realizzarlo è stato annullato dall’arbitro per fallo in area di Zanellato. Ad inizio ripresa la traversa di Mulattieri e poi un continuo arrembaggio senza concretizzarsi in gol. Migliore del Crotone Molina e Mulattieri. Da stasera la classifica dei pitagorici ancora più penalizzante.        Il secondo migliora attacco del girone di fronte alla terza peggiore difesa sempre bucata dall’inizio della stagione. Cifre che affermavano la difficoltà del Crotone (25 gol subiti) nell’affrontare sul terreno del “Liberati” la Ternana (24 gol realizzati). Uscire indenni da questo confronto occorreva, da parte dei pitagorici, mettere in essere una prestazione oltre la sufficienza a proposito della fisicità e dell’intensità delle giocate in ogni settore del campo. Cosa mai verificatosi nei precedenti incontri, indipendentemente  dalla forza dell’avversario. Diversi giocatori arrivati in estate sembrano soffrire la serie B e la permanenza nella Città di Pitagorica. Il presidente Vrenna nel dopo partita col Vicenza è stato chiaro: “il Crotone è tra le squadre più pagate del girone ed i giocatori hanno l’obbligo di rendere al massimo quando entrano in campo. Chi soffre la permanenza in questa squadra non sarà trattenuto”. L’appello del presidente non è caduto nel vuoto. Contro la Ternana non ce stato il risultato positivo ma è arrivata la buona prestazione.  Il turno ravvicinato ha consigliato al tecnico degli Squali d’allestire una diversa formazione rispetto a quella sconfitta in casa dal Vicenza.  Ancora assenti il portiere Contini e l’esterno destro Mogos, ai quali si è aggiunto per motivi disciplinari il centrocampista e capitano Benali, fuori anche Cuomo, Sala, Donsah, Oddei, Kargbo per fare posto a Paz, Molina, Vulic, Zanellato, Giannotti, Maric. Formazione con  sei/undicesimi diversi dalla precedente. Scelte azzeccate premiati ma rimane l’amaro della sconfitta. È ancora presto per affermare cosa succederà in seguito a proposito della classifica, ma ci sono le condizioni per migliorarla.   Mister Lucarelli sperava nel successo pieno, contro la squadra tra le più perforate del campionato, per scalare qualche altra posizione verso i play-off. Perché avvenisse ciò ha sostituito fin dall’inizio soltanto la coppia centrale Boben, Kontek per fare posto a Soresen e Capuano. Obiettivo successo raggiunto con il minimo sforzo.