Sabato, 08 Agosto 2020

 

SPORT NEWS

Delegato Coni, l'amarezza di Quattromani (Fisi): «Escluso con oltre il 50% dei consensi»

Posted On Giovedì, 09 Luglio 2020 11:31 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Mi corre l’obbligo ringraziare ed è doveroso farlo per la fiducia che hanno posto in me, le 110 associazioni sportive dilettantistiche di tutto il territorio provinciale crotonese e di tutti gli sport che hanno avallato la mia figura da candidato a delegato provinciale Coni promovendo un’azione di discontinuità ma di unione dello sport, che rappresentano oltre il 50% delle associazioni sportive dilettantistiche iscritte al registro Coni ed aventi diritto di avallo».

È quanto scrive in comunicato stampa, Francesco Quattromani, presidente dello Sci Club Crotone e delegato provinciale Fisi (Federazione italiana sport invernali) che aveva dato la propria disponibilità a ricoprire il ruolo di delegato provinciale del Coni di Crotone, dopo le dimissioni presentate da Daniele Paonessa a seguito del suo coinvolgimento nell’inchiesta della Procura pitagorica sull’affidamento in gestione della pisicina olimpionica al Consorzio Daippo.

Il presidente regionale del Coni, Maurizio Condipodero ha invece nominato lo scorso 3 luglio Francesca Pellegrino quale delegato provinciale per Crotone.

Quattromani ritiene opportuno ringraziare «le associazioni che lo hanno sostenuto, soprattutto per dare loro voce in un momento in cui lo sport crotonese sta attraversando un periodo incerto e molto buio».

«Elogi – riferice la nota – provengono anche dalla Federazione regionale Fisi» che giudica i consensi ottenuti da Quattromani come la testimonianza di «una persona che gode di grande stima sportiva per il suo impegno che quotidianamente mette in campo».

«Ad ogni modo – scrive Quattromani –, ringrazio anche il presidente del Coni regionale Maurizio Condipodero, per la possibilità e l’opportunità che ha dato al territorio ed al mondo dello sport crotonese, di esprimersi in un modo libero ed incondizionato».

«C'è infatti in me – puntualizza Quattromani – la piena e convinta consapevolezza di accettare le regole che disciplinano il Coni: norma secondo la quale il presidente regionale del Coni, può non tener conto della voce della base associativa, e pertanto designare una figura di sua diretta nomina».

«Si deve anche aggiungere, inevitabilmente – commenta Quattromani –, che il dato importante della competizione dice che, avendo il candidato Quattromani ottenuto più del 50% dei voti di tutte le società sportive dilettantistiche, si era palesata la loro chiara volontà di cambiamento dell’attuale staff della delegazione Coni point di Crotone, e quindi di conseguenza non concede alla città di Crotone un deciso e necessario cambio di rotta».

Quattromani conclude augurando al nuovo delegato provinciale «un proficuo lavoro, rendendomi comunque disponibile, in modo tale che lo sport crotonese proceda unito e compatto, e non diviso e animato soltanto da infelici e penalizzanti individualismi».