Giovedì, 28 Gennaio 2021

SPORT NEWS

Il Crotone ad Avellino in cerca di punti: tanti gli assenti, ma Drago ha le soluzioni

Posted On Giovedì, 04 Dicembre 2014 17:28 Scritto da

Le probabili formazioni alla vigilia del match in Irpinia: Dezi, Zampano, Secco, Oduamadì, le probabili novità. Assenti De Giorgio, Maiello e Modesto. Rossoblù con statistica sfavorevole.

deziL'ultimo risultato positivo del Crotone (1-1 conquistato in quel di Lanciano) doveva essere l'inizio per una migliore classifica. Da lì, invece, è cominciato l'inesorabile tracollo degli squali che ora devono risalire la china dopo la pesante sconfitta casalinga contro il Modena. L'ultima giornata di campionato ha decretato per la squadra rossoblù la maglia nera dell'ultima posizione in classifica, tragico spettro della retrocessione. Sabato prossimo gli uomini

di mister Drago saranno ospiti dei biancoverdi irpini, di mister Rastelli, attualmente in quarta posizione. La tradizione sul terreno del Partenio non è favorevole al Crotone, campionato 2013/2014 ci pensarono Schiavon al 9° minuto e Garavinov al 93° a rimandare a casa sconfitti i rossoblù (l'incontro si giocò sotto la pioggia intervallata da abbondanti grandinate). Cabala a parte, per il Crotone l'imperativo dovrà essere la conquista del risultato positivo. L'avvicinarsi del giro di boa che annuncia la fine del girone di andata non consente il rinviare ad altra data la conquista di punti importanti. La formazione rossoblù non potrà contare sugli squalificati Maiello, De Giorgio, e nemmeno sul rientro del difensore Modesto operato di menisco ed in fase di recupero. Si prevede una formazione con il rientro di Zampano difensore destro, Dezi centrocampista (in sostituzione dello squalificato Maiello), Oduamadì esterno di fascia al posto dell'altro squalificato De Giorgio. Dubbio amletico a proposito del portiere. Bajza è stato sostituito a fine primo tempo della scorsa giornata per motivi psicologici: aveva commesso un grosso errore dando la possibilità al Modena di passare in vantaggio. Al suo posto è stato schierato Concetti non ancora pronto al rientro per la lunga inattività. Tra i due si potrebbe inserire Secco che tornerebbe tra i pali dopo un'assenza di quattro giornate. Il Crotone si troverà adesso di fronte un avversario che mercoledì scorso è stato eliminato dalla Tim Cup perché sconfitto (2-0) dall’Atalanta. Risultato maturato nella prima parte dell’incontro e questo ha lasciato deluso l’Avellino che ha giocato un buon secondo tempo. Per l’occasione mister Rastelli ha sperimentato il modulo (4-3-1-2). C'è la possibilità croncreta che tale modulo venga attuato anche contro il Crotone. Se così sarà, gli schieramenti iniziali protrebbero essere queste.

 

Le probabili formazioni:

Crotone: Secco, Zampano, Gigli, Ferrari, Martella, Dezi, Minotti, Salzano, Ciano, Torregrossa, Oduamadì. All. Drago

Avellino: Frattali, Petrucciuolo, Ely, Fabbro, Pisacane, D’Angelo, Arini, Angeli, Soumarè, Pozzobon, Castaldo. All. Rastelli

Arbitro: Diego Roca di Foggia - Coll. Marco Bolano (Livorno) e Stefano Liberti (Pisa) - Quarto giudice: Giuseppe Strippoli di Bari

 

La passata stagione 2013/2014.

Nella passata stagione il Crotone rimediò una sconfitta per due reti a zero (Marcatori: Schiavon 9°, Garavinov 93°), ma il risultato fu immeritato per i rossoblù che arrivarono in casa degli irpini con uno score di otto risultati utili consecutivi. La partita fu arbitrata da Riccardo Pinzani di Empoli. La partita aveva già alla vigilia l'odore di un risultato incerto. Da una parte, il Crotone con gli otto risultati utili consecutivi (4 vittorie, 4 pareggi) e la quarta posizione in classifica; dall'altra, l'Avellino che attraversava un momento negativo con un solo punto conquistato nelle precedenti tre partite. La pessima giornata, caratterizzata da pioggia abbondante e che precipitò per tutta la partita, contribuirino ancora di più a rendere difficile l’incontro. Gli squali ne uscirono a testa alta, ma pure sempre sconfitti. La rete realizzata nei primi minuti di gioco da Schiavon è rimasta l’unica fino al minuto 93° quando, Garavinov ha messo a segno il raddoppio. Nel mezzo delle due marcature diverse azioni pericolose costruite dal Crotone non concretizzati in gol. La sconfitta ha fatto scivolare i rossoblù dal quarto al quinto posto.