Martedì, 07 Luglio 2020

SPORT NEWS

Prosegue il ''braccio di ferro'' tra associazioni sportive e Prefettura per l'utilizzo di strutture pubbliche

Posted On Giovedì, 23 Gennaio 2020 22:29 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

Il consorzio “Momenti di Gloria” comunica «che in data odierna l’incontro con sua eccellenza il prefetto di Crotone già fissato per discutere delle problematiche oggetto della manifestazione organizzata dal Consorzio, e alla quale avevano aderito numerose associazioni sportive e associazioni di categoria, non si è tenuto a causa di un impedimento oggettivo e imprevisto di sua eccellenza».

«Il vicario della Prefettura – rende noto il comunicato – si era reso disponibile a ricevere una delegazione del Consorzio precisando, tuttavia, che non avrebbe consentito la partecipazione di un delegato del Comitato dei genitori “Piscina bene comune”, né avrebbe consentito la trattazione della problematica afferente la riapertura dell’impianto natatorio».

«A questo punto il Consorzio – incalza la nota – ha ribadito che è un diritto della cittadinanza conoscere le intenzione del commissario prefettizio sul futuro, e non già sul passato, della “Piscina olimpionica”, ha ritenuto di non partecipare all’incontro con il vicario, anche in considerazione del fatto che l’imminente pericolo della chiusura del Palamilone è stato scongiurato dal Tribunale amministrativo regionale di Catanzaro».

«L’immotivato rifiuto del dialogo e confronto –stigmatizza il consorzio – sul diritto dei giovani a nuotare nella città di Crotone non può che alimentare la sfiducia dei cittadini nei confronti delle Istituzioni. Per questi motivi il Consorzio ha prontamente inviato una nuova richiesta di incontro con sua eccellenza il prefetto di Crotone e con le parlamentari crotonesi».