fbpx
Domenica, 25 Settembre 2022

SPORT NEWS

«Ripartiamo dalla Lega Pro»: Vrenna annuncia cambiamenti nella societa'

Posted On Giovedì, 12 Maggio 2022 12:53 Scritto da Giuseppe Livadoti

Conferenza stampa del presidente Gianni Vrenna per parlare della stagione appena terminata che ha visto la squadra retrocedere in Lega Pro. Modesto non sarà più il tecnico e il ds Ursino lascia la società, torna il figlio Raffale.

Non è stata una conferenza stampa improvvisata in occasione della retrocessione del Crotone in Lega Pro (il percorso dei pitagorici nel corso del campionato appena terminato è sempre stato da penultimo posto), ma annunciata qualche settimana prima della chiusura della stagione, quando la retrocessione era già nei fatti. Una doppia discesa di categoria: dalla serie A alla serie C avvenuta esattamente nel periodo di un anno solare. Molti gli argomenti trattati in conferenza dal presidente Gianni Vrenna: "Mi ritengo responsabile della doppia retrocessione del Crotone. La squadra era competitiva per un altro percorso. Ripartiremo più forti di prima iniziando dalla ricomposizione della società pensando alla sostituzione del ds Beppe Ursino che ha ritenuto di interrompere dopo 27 anni il rapporto con la società. Ci sarà una collaborazione con mio figlio Raffaele per mettere a punto una squadra competitiva».

«Nessuna promessa – ha dichiarato il presidente – per quanto riguarda il prossimo traguardo che la squadra dovrà raggiungere a fine campionato. Affermo, però, che sarà allestita con giocatori idonei alla categoria e che hanno voglia di "combattere" in ogni partita. Questo deve essere il primo punto per quanto riguarda i giocatori che arriveranno giacché la serie prossima C sarà per noi una novità assoluta diversamente da quella che abbiamo lasciato tredici anni fa". Per quanto riguarda il rapporto con i tifosi, il presidente ha affermato: "Abbassiamo i toni, è facile salire sul carro del vincitore, ma è difficile rimanerci quando tutti devono collaborare per sostenere la squadra. Ho dato la possibilità di assistere agli incontri con il prezzo "stracciato" di pochi euro, ma non c'è mai stato un'adeguata presenza di tifosi per sostenere la squadra. Per quanto mi riguarda, sono sempre aperto al dialogo ma con i veri tifosi. Quelli che hanno aggredito alcuni giocatori al LunaPark non ci appartengono, non li vogliamo come sostenitori della squadra". A breve una conferenza stampa congiunta: presidente Vrenna – Ursino per comunicare la decisione del ds sulla fine del rapporto con la società.