fbpx
Giovedì, 18 Agosto 2022

SPORT NEWS

petilia serieaPiazza Filottete addobbata dalle luminarie per la festa patronale di San Francesco da Paola e minuziosamente colorata di rossoblù dai tifosi del Crotone, il labor comunale con le tre torri, i panini con salciccia e patate di Marco e alcune migliaia di esultanti cittadini hanno accolto la dirigenza ed una nutrita rappresentanza del Crotone calcio a Petilia Policastro. E' stata una bella serata di festa, anche se organizzata in pochi giorni, quella messa in campo dalla tifoseria cittadina del Crotone Calcio che ha supportato con alcune associazioni l'Amministrazione comunale del sindaco Amedeo Nicolazzi e dell'assessore allo sport Fabio Venneri. In vero, alcune critiche all' iniziativa almeno su Facebook si sono registrate e non sono state quelle della tifoseria del Catanzaro che a Petilia ha una lunga e prestigiosa storia, ma quella dei soliti critici "a prescindere", mai soddisfatti di nulla. A precedere la serata di festa una frenetica giornata fatta di preparativi in cui tifosi ed operai comunali hanno lavorato gomito a gomito per rendere accogliente piazza Filottete e le strade limitrofe che "a mano a mano" si sono colorate di rossoblù riempendosi di gente. Finalmente, verso le 20, una nutrita rappresentanza della società e della squadra, scortata dalla Protezione Civile, dalla Croce Rossa e dai centauri del moto club dei "Disobbedienti" ha raggiunto la principale piazza cittadina ed accompagnata dalle note di Rino Gaetano i festeggiamenti sono iniziati.


vrenna nicolazzi«I miei ringraziamenti – ha esordito il sindaco Amedeo Nicolazzi – vanno innanzitutto alla famiglia Vrenna. Certamente sono stati i giocatori a vincere sul campo il campionato, ma siamo convinti che senza la serietà di una dirigenza all'altezza, davvero non sarebbero bastati a raggiungere la serie A. Proprio per questo il mio auspicio – ha aggiunto il primo Cittadino consegnando al Presidente del Crotone Calcio una targa ricordo, opera dell' orafo Michele Affidato – è quella che l'istituendo fan club rossoblù di Petilia sia dedicato alla memoria di Luigi Vrenna». Altra targa ricordo quella consegnata dagli stessi tifosi. Dopo il saluto di alcuni storici tifosi petilini del Crotone Calcio, Francesco Pollinzi, Salvatore Ceraudo e Giuseppe Lazzaro, è toccato al presidente Gianni Vrenna ringraziare Petilia per l'accoglienza e ricordare il supporto petilino del nutrizionista Enzo Pace e dei fisioterapisti Cistaro, zio e nipote, ai giocatori rossoblù. «La nostra promozione – ha aggiunto – è la promozione di tutto il territorio che, raggiungendo il calcio che conta, attirerà l'attenzione nazionale sull'intera Provincia».

Francesco Rizza

Pubblicato in Cronaca

festa crotoneVenerdì sera allo stadio Ezio Scida il Crotone dei fratelli Vrenna, di Salvatore Gualtieri e di Ivan Juric sarà premiato dal presidente della Lega B Andrea Abodi e dal direttore marketing di ConTe.it Alessandro Castelli al termine della gara con l'Entella. Il cerimoniale della Lega prevede un palco a centrocampo, sul quale saranno chiamati dallo speaker uno a uno i giocatori, lo staff e la proprietà, con tanto di distribuzione di medaglie e scoppio di effetti scenici. Se sarà primo posto poi ci sarà anche la Coppa Ali della Vittoria, che sempre il presidente Abodi consegnerebbe nelle mani di capitan Claiton Dos Santos. Il Crotone succederebbe così al Carpi, campione in carica, come decima squadra vincitrice di questo premio nato nel 2006/07 e conquistato per la prima volta dalla Juventus di Deschamps.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

Sabato prossimo a partire dalle ore 20 si "riaccendera'" lo Scida per la grande festa. Un momento voluto dal presidente Raffaele Vrenna per condividere con la citta' e i suoi tifosi il traguardo storico della promozione in serie A. Societa', calciatori, staff e tifosi uniti in una serata in cui saranno presenti diversi ospiti musicali. A condurre la serata il presidente Raffaele Vrenna e Marina Presello, giornalista Sky. (ITALPRESS)

Pubblicato in Cultura e spettacoli

«Spero che Ivan rifletta e ci ripensi». La frase pronunciata dal presidente del Crotone Raffaele Vrenna fa intuire che potrebbe essere prossimo l'addio alla squadra dell'allenatore che l'ha condotta in serie A. «E' ancora sotto contratto con il Crotone - ha detto il presidente - decideremo insieme, comunque, cosa fare. Se Juric restasse con noi - ha aggiunto Vrenna - avremmo già l'allenatore per il prossimo anno. Altrimenti dovremo cercarlo». Per il momento Juric non risponde, rinviando a fine campionato ogni chiarimento sul futuro del suo rapporto col Crotone.

 

 

Pubblicato in Sport

preziosi gasperiniL'amichevole di domani con il Finale Ligure, organizzata per la promozione in serie D della formazione ponentina, potrebbe essere anche l'ultima partita di Gian Piero Gasperini sulla panchina del Genoa. Il giro di campo al termine della sfida con l'Atalanta di ieri ha avuto il sapore dell'addio per il tecnico sul quale aleggia il fantasma di Ivan Juric. Preziosi non ha smentito le voci di mercato che da settimane ormai indicano come l'attuale tecnico del Crotone quale successore di Gasperini. Lo stesso Gasperini non ha potuto rispondere ai giornalisti di Bergamo quando lo hanno a loro volta indicato come futuro sostituto di Reja sulla panchina dell'Atalanta. Una situazione intricata che potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni quando è previsto un nuovo incontro tra Preziosi e Gasperini. Il tecnico infatti ha ancora due anni di contratto e se la società dovesse decidere di cambiarlo dovrebbe esonerarlo o accordarsi per una buonuscita. Ma anche l'eventuale nomina di Juric non è così semplice. (ANSA)

 

 

 

Pubblicato in Sport

juric pre modena internaMister Juric ha smentito pochi minuti fa, nella conferenza stampa che pre-trasferta di Trapani, le voci insistenti di mercato che lo danno per la prossima stagione sulla panchina del Genoa. Durante la conferenza stampa convocata alle ore 14.15 presso lo stadio Ezio Scida, l'attesa dei giornalista era proprio verso il tecnico rossoblù e a lui hanno chiesto se rispondessero al vero le voci che lo danno in partenza a fine stagione. «Per quano riguarda la continuità o meno del mio rapporto con il Crotone - ha subito sottolineato Juric - non ho rilasciato alcuna dichiarazione. Come ho già detto in precedenza e come confermato dallo stesso presidente Raffaele Vrenna, ci incontreremo a fine campionato per programmare il mio futuro e quello del Crotone per quanto riguarda la conduzione tecnica».

 

«È vero - affermato -, mi sono sentito con Preziosi, ma anche con altri presidenti italiani e di società straniere. Ci sono tante opzioni che sto valutando e prenderò ogni decisione insieme con il presidente Vrenna perché c'è un gran rapporto tra noi. La scelta finale dipenderà dai sentimenti, dalle prospettive, dalle sensazioni che si possono avere come quella dell'anno scorso quando, pur avendo altre possibilità, ho aspettato la chiamata del Crotone».

 

Il dubbio amletico circa la permanenza di Juric al Crotone è stato anche al centro delle dichiarazioni rilasciate dal capitan Claiton: «Sarei felice che il mister rimanesse con noi anche l'anno prossimo». «Sarei felice di continuare a giocare per il Crotone la prossima stagione - ha detto il difensore - avendo fatto con questa squadra un percorso meraviglioso che vorrei proseguire anche in serie A. Sono sotto contratto con la società anche per la prossima stagione».


Parlando invece della prossima partita di Trapani, sia il tecnico, che Claiton hanno detto che si tratta di un match importante per entrambe le squadre, avendo ognuna delle un obiettivo da centrare. Juric: «Sarà una partita difficile contro una squadra che non perde da quattordici settimane e che vuole mantenere l'attuale posizione di classifica per i play-off. Il pareggio non serve né al Crotone, né al Trapani». Circa l'incognita Budimir che si era recato in Croazia e quindi lo davano assente negli ultimi incontri, Juric ha affermato che si è trattato di un viaggio per farsi curare in Croazia dal suo clinico di fiducia. «Budimir – ha continuato a dire il tecnico – giocherà le due prossime gare come pure Sabbione».

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 9 di 50