fbpx
Giovedì, 20 Gennaio 2022

SPORT NEWS

Serie BKT 11esima giornata, fatali i minuti finali dei due tempi alla squadra pitagorica. Frosinone conquista i tre punti in rimonta contro un Crotone ben messo in campo. Gol di Maric su rigore il momentaneo vantaggio. 

Frosinone 2

Crotone   1 

Marcatori: 45° (R) Maric, 47° Carpentier, 92° Cicerelli 

Frosinone (4-3-3):  Ravaglia, Casasola, Szyminski, Cotali, Zampano, Lulic (Cicerelli), Ricci, Boloca, Canotto (Tribuzzi), Carpentier (Novakovich), Garritano (Manzari), All. Grosso 

Crotone (3-5-2): Contini, Adelcearu, Canestrelli, Paz, Molina, Zanellato (Oddei), Vulic, Sala, Donsah, Maric, Mulattieri.  All. Marino 

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta Assistenti: Meli – Fontemurato Quarto giudice a bordo campo: Simone Taricone di Perugia Var: Doveri – Avar: C. Rossi

Ammoniti: Cotali, Vulic, Tribuzi

Angoli:7 a 5 per il Frosinone

Recupero: 2 e 5 minuti 

La partita. Calcio d’avvio a favore del Frosinone e primi minuti con qualche sofferenza da parte del Crotone e senza alcuna per Contini. Primo difficile intervento da parte del portiere pitagorico al venticinquesimo quando, su un perfetto colpo di testa di Carpentier, deve deviare il pallone in angolo. Pitagorici in campo con tre difensori ma con Molina a destra e Sala a sinistra con il compito di difensore aggiunti a secondo degli sviluppi delle giocate. È un Crotone per nulla timido che sa operare una fitta ragnatela a centrocampo con Vulic, Zanellato, Donsah e con Maric dietro la punta Mulattieri. Schieramento che sa chiudere gli spazi agli avversari impedendo le ripartenze. Quarantacinquesimo il gol del Crotone in seguito alla concessione del primo rigore stagionale per fallo di mano di Casasola. Dagli undici metri batte Maric e porta in vantaggio la sua squadra (primo gol in campionato). La gioia dura, però, pochi minuti. Al quarantasettesimo Carpentier porta in parità il Frosinone realizzando la rete in mischia. Crotone ben registrato e da promuovere nella prima parte. Il momentaneo vantaggio del Crotone sul finire del primo tempo da la giusta spinta nei minuti iniziali della ripresa. Nello spazio di nove minuti, dal 49° al 53°, due volte Maric e poi Molina, trovano sui propri tiri ravvicinati la prontezza del portiere locale nel respingere o bloccare il pallone.  Fatale il recupero per gli uomini di Marino. Minuto novantadue Cicerelli dopo aver raccolto una respinta dei difensori pitagorici, mette dentro il pallone del vantaggio. Sconfitta immeritata per una squadra che avrebbe meritato il risultato positivo. Unica consolazione avere visto una squadra che in campo ha evidenziatori avere un’anima combattiva dall’inizio alla fine.          Allestire la prima formazione dopo aver diretto la squadra per soli due giorni e con sei giocatori indisponibili, era la prima difficile impresa per mister Marino a proposito della formazione da schierare contro il Frosinone del tecnico Grosso. Tale circostanza, e la precaria classifica, facevano presagire un incontro meno bello ma più pratico da parte dei pitagorici per invertire il cliché dei risultati negativi. Un incontro da giocare con umiltà cercando di sfruttare al meglio la giocata favorevole, contro un avversario non trascendentale sul proprio terreno: una sconfitta, una sola vittoria, tre pareggi, sei gol subiti. Negatività sfruttata bene dagli uomini del neo tecnico pitagorico, Marino, ma non premiata dal risultato finale. Il Crotone non ce l’ha fatta ad uscire indenne dalla difficile trasferta e le assenze sono state in parte determinanti per effettuare i giusti cambi in coso d’operai: Benali, Estevez, Mogos, Schirò (problemi fisici) Gargbo e Giannotti (squalificati) ai quali si sono aggiunti, per motivi tecnici, Cuomo e Oddei.  Le novità, rispetto alla precedente giornata, hanno riguardato l’ingresso di Adelcearu, Sala, Donsah.  Mister Grosso ha preferito un più ampio turnover in considerazione del turno ravvicinato ed è rimasto fuori, oltre allo squalificato Gatti, Rohden, Maiello, Zerbin, Novakovich e Cicerelli. Al loro posto Cotali, Garritano, Ricci, Champertier, Lulic, Canotto,

Pubblicato in Sport

Serie BKT 37esima giornata│ Tredicesimo risultato utile del Crotone contro il Frosinone poco appariscente per cercare di contrastare i pitagorici.

Tabellino.

Crotone 1

Frosinone 0

Marcatori: Gomelt 80 °

Crotone (3-5-2): Festa, Cuomo, Marrone, Gigliotti (Golemic), Gerbo (Mustacchio), Crociata (Benali), Gomelt, Zanellato (Barberis), Molina, Messias, Simy. Tutti. Stroppa

Frosinone (3-4-3): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Krajnc, Salvi, Gori, Haas, Maiello, Paganini, Ciano (Dionisi), Novakovich, (Ardemagni). All. Nesta

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

Assistenti: Scarpa - Schirru

Quarto giudice a bordo campo: Giampiero Miele di Nola

Ammoniti: Ciano, Gigliotti, Cuomo, Benali, Molina,

Angoli: 6 a 3 per il Crotone

Recupero:1 e 6 minuti

La partita. Il Crotone dei record, con la mente già rivolta al prossimo campionato di serie A, ha inanellato il tredicesimo risultato utile consecutivo contro i ciociari del presidente Stirpe.Concentrazione e volontà di successo, come già evidenziato nei casi precedenti da parte dei pitagorici, sono state le coordinate disegnate dagli uomini del tenico Stroppa contro il Frosinone, di mister Nesta, per uscire dal terreno dello Scida con un altro risultato positivo. Ottime triangolazioni ...

CONTINUA A LEGGERE

Pubblicato in Sport

Temperatura primaverile e la giornata festiva, hanno richiamato allo stadio il pubblico delle grandi occasioni. Avvio delle ostilità da parte del Crotone con la forza della squadra che vuole imporre il proprio gioco. Al sesto minuto l'attaccante Vido, dopo l'assist di Molina, con un perfetto colpo di testa manda il pallone a sfiorare il palo alla destra di Bardi. Due minuti dopo è Barberis a impegnare il portiere ad una difficile respinta del pallone in angolo. Break a favore del Frosinone al minuto quattordici con Haas che manda il pallone a colpire il palo basso. Vantaggio del Crotone al minuto ventitre con Mazzotta che concretizza in rete una triangolazione con Mustacchio e Barberis (primo gol stagionale del pitagorico). Gestisce bene il rimanente tempo il Crotone, ma come da copione, una distrazione difensiva al minuto quarantaquattro consente a Paganini di pareggiare. Il Frosinone cerca il successo ed al  minuto sessantotto potrebbe ottenerlo se Cordaz non avesse impedito al pallone calciato da breve distanza da Dionisio d'insaccarsi. La stanchezza incomincia a farsi sentire ed è il momento dei cambi. Nel Crotone fuori l'infortunato Vido e Mustacchio per...

  CONTINUA A LEGGERE  

Pubblicato in Sport

autobus romano guastoNotte d’agonia per i passeggeri di un autobus di linea che da Crotone si stava recando in vari centri del nord Italia. Il mezzo di linea, proveniente da Crotone e diretto a Verona, si è fermato per problemi meccanici in un'area di servizio nei pressi di Frosinone. Erano circa le 2 di martedì scorso quando tutto è accaduto. Il fermo in autostrada è stato di circa 5 ore giacché la ripartenza è avvenuta poi alle ore 8,45, grazie a un pullman sostitutivo. Disagi nel frattempo subìti dai viaggiatori che, nella notte, sono stati costretti a stare fermi al buio totale e al freddo, mentre la colonnina di mercurio segnava -1. Poco ha potuto fare l'azienda per alleviare il disagio ai passeggeri in quanto è stato necessario far arrivare un altro pullman da Napoli per effettuare il trasbordo delle persone. Il passaggio da un pullman all'altro non è stato facile in considerazione dell'ora, del freddo e della stanchezza. Tra i passeggeri c’erano anche persone anziane che hanno temuto di passare il peggio. Per alcuni passeggeri sono saltate le coincidenze e il rinvio di visite specialistiche prenotate. Fatto positivo in tutta questa vicenda la responsabilità degli autisti che non si sono sottratti nello spostamento di tutti i bagagli da un pullman all'altro.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

frosinone crotoneFrosinone promosso in serie A dopo aver sconfitto il Crotone per tre reti a una. Rossoblù ancora in lotta per la salvezza diretta. Suciu sbaglia il rigore.

Pubblicato in Sport

torregrossa3I giocatori dell'Fc Crotone ha compiuto questa mattina la tradizionale visita all'effige della Madonna di Capocolonna custodita presso la navata centrale della Basilica cattedrale. La squadra ha reso omaggio alla Protettrice della città in occasione delle festività mariane e prima di partire per Frosinone dove dopodomani (sabato) sarà impegnata nell'importata match. La cerimonia religiosa è stata come sempre un momento di grande intensità con la preghiera in onore della Vergine, celebrata da don Bernardino Mongelluzzi. La delegazione rossobù, capitanata dal presidente Raffaele Vrenna, ha partecipato attivamente alla celebrazione del rito religioso con il calciatore Ernesto Torregrossa (foto) che ha anche letto la Preghiera del calciatore. Al termine della cerimonia, è stata scatta una foto di gruppo davanti il Quadro della Madonna. Intanto da Frosinone giungono notizie di un'attesa spasmodica dei tifosi ciociari per la partita di sabato (ore 15) che, in caso di vittoria della squadra di Stellone, significherà la prima storica promozione in serie A. Così tutte le componenti cittadine sono al lavoro per far sì che tutto si svolga nel migliore dei modi, compresi gli eventuali festeggiamenti del dopo-partita. Intanto è stata decisa l'apertura anticipata dei cancelli allo stadio Matusa in occasione dell'attesissima partita, valida per la penultima giornata del torneo cadetto. I varchi d'ingresso dei settori verranno aperti alle ore 12,45 per consentire un più rapido ingresso a tutti gli spettatori presenti. Lo ha comunicato la società canarina. Il Matusa sarà pieno in ogni ordine di posti, quindi quasi diecimila persone. La società del presidente Maurizio Stirpe raccomanda l'ingresso anticipato rispetto al fischio d'inizio all'interno dell'impianto per evitare lunghe code ai tornelli. Secondo quanto stabilito, i tifosi locali titolari del tagliando d'ingresso per il settore Curva Sud dovranno accedere all'interno dell'impianto esclusivamente da via Mola Vecchia. Eccezionali le misure di sicurezza stabilite dalla Questura di Frosinone: tutti i settori dello stadio verranno monitorati dal servizio di videosorveglianza interna. Nel frattempo è caccia al misterioso politico locale che, prima dell'inizio del campionato, quando la promozione diretta (quindi senza passare dai playoff) del Frosinone veniva data a 1/140, puntò mille euro sul salto di categoria e ora potrebbe riscuoterne 140mila. Il fatto è certo, ma chi sia questo uomo politico per ora non è dato sapere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2