Sabato, 15 Agosto 2020

 

SPORT NEWS

Serie BKT 38esima giornata│Simy capocannoniere del campionato di Serie Bkt 2019/2020 (20 reti, Iemmello del Perugia 19), altro traguardo rossoblù. Inutile la vittoria del Trapani condannato alla retrocessione dai risultati delle dirette concorrenti alla salvezza.

Pubblicato in Sport

Serie BKT 19esima giornata│Chiusura d'anno col botto per il Crotone che con la vittoria sul Trapani si prende nove punti nelle ultime tre partite e rilancia le sue ambizioni. Gara sempre sotto controllo quella contro il Trapani, anche se la prima, doppia occasione d'oro per il Crotone arriva al 22' con Mustacchio che prima colpisce al volo di destro chiamando Carnesecchi alla grandissima parata e poi, sulla respinta, colpisce di sinistro cogliendo in pieno il palo. Al 43' tocca a Crociata, il cui destro a giro termina...

  CONTINUA LA LETTURA  

Pubblicato in Sport

trapani crotoneNella 41.esima giornata del campionato di Serie B il Crotone incassa la sesta sconfitta (quinta esterna) per mano del Trapani e perde la vetta. Cagliari nuova capolista a un punto dopo il successo (3-0) sulla Salernitana. Play-off conquistati per Pescara, Trapani, Bari

 

Tabellino.

Trapani 3
Crotone 0

Marcatori: Perticone 41°, Scognamiglio 66°, De Cenco

 

TRAPANI (5-3-2): Nicolas 6; Fazio 6.5, Perticone 7 (34' st Dai' sv), Pagliarulo 6.5, Scognamiglio 7, Rizzato 6.5; Eramo 6.5, Scozzarella 6.5, Coronado 6.5; Petkovic 6.5 (39' st Ciaramitaro sv), Citro 6.5 (29' st De Cenco 6.5). In panchina: Fulignati, Basso, Raffaello, Cavagna, Montalto, Torregrossa. Allenatore: Cosmi 7.


CROTONE (3-4-3): Cordaz 5.5; Ferraris 5, Barberis 5.5, Yao 6; Balasa 5, Modesto 6, Salzano 6, Sabbione 5 (10' st Capezzi 5); Palladino 6 (38' st Delgado sv), Ricci 5.5, Di Roberto 6 (14' st Budimir 5.5). In panchina: Maniero, Stoian, Claiton, Cremonesi, Torromino, Garcia Tena. Allenatore: Juric 6


ARBITRO: Martinelli di Roma 6.5

NOTE: spettatori 6595. Ammoniti Sabbione, Ferrari, Pagliarulo, Barberis, Scozzarella, Balasa. Angoli 5-0. Recupero: 1'; 0'.

 

Il commento.

Alla vigilia c'era la certezza della promozione del Crotone nella massima serie e la voglia di disputare i play-off da parte del Trapani. La quarantunesima sfida sul terreno del Polisportivo provinciale rappresentava il clou della giornata avendo entrambe le squadre ancora un obiettivo da raggiungere. Per il Crotone si trattava di conquistare un risultato positivo per non abdicare dalla prima posizione, il Trapani voleva i tre punti per aumentare la striscia positiva dei quattordici risultati positivi, ma soprattutto per scalare la terza posizione considerata privilegiata ai fini dei play-off. Altra nota di curiosità dell'incontro la presenza degli ex Scognamiglio, Basso, Eramo, Torregrossa tra le fila dei siciliani.


Ha vinto il Trapani che però non conquista il terzo posto per effetto della vittoria del Pescara a Modena. Ma per sapere chi sarà la leader del girone occorre aspettare l'ultima giornata. Per i rossoblù si è trattata della quinta sconfitta esterna della stagione (sesta in totale) che nulla hanno a che vedere con il fantastico campionato disputato dalla squadra pitagorica. Tra gli undici iniziali mister Cosmi ha dovuto lasciare fuori gli squalificati Nizzetto e Barillà, mentre per scelta tecnica non ha schierato gli attaccanti Torregrossa e Montalto. I quattro assenti sostituiti da Coronato, Fazio, Petrovic, Citro.
Il tecnico rossoblù Ivan Juric (ancora non definita la sua posizione con il Crotone per la prossima stagione) ha messo in campo i nove/undicesimi della precedente formazione lasciando fuori lo squalificato Fazzi e il bomber Budimir che in questi giorni si è recato in Croazia per farsi curare dal medico di fiducia. Al loro posto fin dall'inizio Balasa e Di Roberto con relativo spostamento di Ricci al centro della prima linea.


Avvio di partita con il Crotone che evidenzia la superiorità da capolista fin dai primi minuti sotto la regia di Palladino. Al sesto minuto il rossoblù dialoga con il capitano Modesto che, ricevuto il pallone, lo crossa per Ricci il quale di testa lo manda alto. Due minuti dopo è sempre Ricci che potrebbe mettere il pallone dentro con un pallonetto (errore del portiere Nicolas), ma anche in questo caso il rossoblù non centra la porta. Continua l'offensiva del Crotone al dodicesimo minuto con la triangolazione Salzano, Modesto, Palladino che impegna il portiere Nicolas ad un difficile intervento. Al tredicesimo minuto break del Trapani con Citro che in area di rigore impegna Cordaz. Il maestro Palladino continua a dirigere da par suo gli orchestrali rossoblù ed al trentaquattresimo minuto un altro assist per Balasa che di testa non colpisce bene il pallone. Reagisce il Trapani ancora con Citro ma in area di rigore scivola e sfuma l'occasione per mettere dentro il pallone.


Come spesso capita nel calcio, non sempre è premiata la squadra che domina. Al minuto quarantuno in seguito a una punizione calciata da Scozzarella il pallone giunge nei pressi di Perticone che fulmina Cordaz di testa. Per l'occasione il rossoblù Balasa non ha contrastato l'avversario mentre colpiva il pallone. Il vantaggio fa aumentare il potenziale offensivo dei locali fin dall'inizio della ripresa. Mister Juric richiama il centrocampista Sabbione per fare posto a Capezzi, dopo due giornate d'assenza, e al minuto sessantesimo in campo anche Budimir per Di Roberto e relativo spostamento di Ricci esterno. Non si raccapezza più il Crotone ed al minuto sessantaseiesimo, in seguito a calcio d'angolo battuto da Scozzarella, arriva il raddoppio dei locali con l'ex difensore Scognamiglio. Locali non sazi del risultato continua ad offendere gli ospiti ed al minuto settantasei arriva il terzo gol con De Cenco entrato in campo al minuto settantaquattro. Nei minuti finali spazio anche per il rossoblù Del Gado al debutto in assoluto in serie B. Per quanto riguarda i play-off, sicuri di disputarli Pescara, Trapani, Bari.

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

juric pre modena internaMister Juric ha smentito pochi minuti fa, nella conferenza stampa che pre-trasferta di Trapani, le voci insistenti di mercato che lo danno per la prossima stagione sulla panchina del Genoa. Durante la conferenza stampa convocata alle ore 14.15 presso lo stadio Ezio Scida, l'attesa dei giornalista era proprio verso il tecnico rossoblù e a lui hanno chiesto se rispondessero al vero le voci che lo danno in partenza a fine stagione. «Per quano riguarda la continuità o meno del mio rapporto con il Crotone - ha subito sottolineato Juric - non ho rilasciato alcuna dichiarazione. Come ho già detto in precedenza e come confermato dallo stesso presidente Raffaele Vrenna, ci incontreremo a fine campionato per programmare il mio futuro e quello del Crotone per quanto riguarda la conduzione tecnica».

 

«È vero - affermato -, mi sono sentito con Preziosi, ma anche con altri presidenti italiani e di società straniere. Ci sono tante opzioni che sto valutando e prenderò ogni decisione insieme con il presidente Vrenna perché c'è un gran rapporto tra noi. La scelta finale dipenderà dai sentimenti, dalle prospettive, dalle sensazioni che si possono avere come quella dell'anno scorso quando, pur avendo altre possibilità, ho aspettato la chiamata del Crotone».

 

Il dubbio amletico circa la permanenza di Juric al Crotone è stato anche al centro delle dichiarazioni rilasciate dal capitan Claiton: «Sarei felice che il mister rimanesse con noi anche l'anno prossimo». «Sarei felice di continuare a giocare per il Crotone la prossima stagione - ha detto il difensore - avendo fatto con questa squadra un percorso meraviglioso che vorrei proseguire anche in serie A. Sono sotto contratto con la società anche per la prossima stagione».


Parlando invece della prossima partita di Trapani, sia il tecnico, che Claiton hanno detto che si tratta di un match importante per entrambe le squadre, avendo ognuna delle un obiettivo da centrare. Juric: «Sarà una partita difficile contro una squadra che non perde da quattordici settimane e che vuole mantenere l'attuale posizione di classifica per i play-off. Il pareggio non serve né al Crotone, né al Trapani». Circa l'incognita Budimir che si era recato in Croazia e quindi lo davano assente negli ultimi incontri, Juric ha affermato che si è trattato di un viaggio per farsi curare in Croazia dal suo clinico di fiducia. «Budimir – ha continuato a dire il tecnico – giocherà le due prossime gare come pure Sabbione».

 

 

 

Pubblicato in Sport

Secondo pareggio casalingo (primo a rete inviolate) del Crotone Contro un attento Trapani nella ventesima giornata del campionato di Serie B. Rossoblù sempre primi aspettando però l'incontro di domani tra Salernitana e Cagliari. Donato parte dell'incasso alla mensa dei poveri. La gara si infiamma solo nel finale con il Trapani che al 45' st colpisce il palo con Coronado, emulato, al 4' di recupero dal crotonese Palladino che centra la traversa. In attesa della gara del Cagliari, che scenderà in campo domani a Salerno, il Crotone mantiene la testa della classifica.

 

Tabellino.

CROTONE    0
TRAPANI      0

 

CROTONE (3-4-3): Cordaz 6; Yao 6, Cremonesi 6, Ferrari 6; Balasa 6 (42' st Torromino sv), Capezzi 6, Barberis 6, Martella 6.5; Ricci 6 (37' st Palladino sv), Budimir 6, Stoian 6 (31' st De Giorgio sv).  In panchina: Festa, Tounkara, Salzano, Modesto, Sabbione, Zampano. Allenatore: Juric 6


Trapani (4-3-1-2): Nicolas 6; Fazio 6, Pagliarulo 6, Scognamiglio 6, Rizzato 6; Eramo 6.5, Cavagna 6 (31' st Ciaramitaro sv, 37' st Accardi sv), Raffaello 6; Coronado 6.5; Citro 6 (1' st Montalto 6.5), Nadarevic 6. In panchina: Fulignati, Torregrossa, Scozzarella, Barilla', Sparacello, Pastore. Allenatore: Cosmi 6


ARBITRO: Ghersini di Genova 6
NOTE: Spettatori 8555 incasso di 58.748 euro; ammoniti: Montalto,
Fazio, Cavagna. Angoli: 10-8 per il Trapani; Recupero: 0'; 5'.

 

Il commento.

Casualità del calendario, Crotone-Trapani ancora avversari per l'ultima sfida dell'anno all'Ezio Scida a ridosso del Natale. Entrambe reduci dalla delusione accumulata la precedente gara per aver subito il pareggio in rimonta, cercavano il successo per non perdere altro terreno in classifica. Ancora più arrabbiato il Crotone che a Latina si è visto sfuggire la vittoria in pieno recupero. Un'altra delusione per mister Juric e i suoi giocatori non l'avrebbero voluta, ma al termine dei novantacinque minuti si sono dovuti accontentare del pareggio a rete inviolate. Tra i rossoblù mancava per squalifica il difensore centrale Claiton, e per scelta tecnica non sono stati schierati Galli e Torromino sostituiti rispettivamente da Cremonesi, Martella, Stoian. È stata una discreta partita che ha lasciato deluso il numeroso pubblico (Ezio Scida esaurito in ogni ordine di posto) anche per merito degli ospiti diretti da Serse Cosmi, vecchia volpe del calcio che ha allenato in tutte le categorie, ed in alcuni casi in polemica. Un altro elemento d'interresse alla gara la presenza tra le fila del Trapani degli ex Scognamiglio, Eramo, Torregrossa. Schieramento siculo con la novità Pagliarulo in difesa e Cavagna trequartista in sostituzione di Terlizziri e Scozzarella. L'intento del tecnico siciliano, tornare al successo dopo tre gare di digiuno e migliorare il rendimento esterno dei sette punti conquistate nelle partite fin qui giocate. Tutto ciò faceva pensare ad una gara alquanto spigolosa come l'ha definita mister Juric alla vigilia e così è stato nella prima parte. Ospiti veloci sulle fasce con Coronado che tiene in apprensione i suoi controllori e con Cavagna che sa approfittare di qualche indecisione difensiva dei rossoblù per impensierire Cordaz. Meno brillante del solito il Crotone i primi quarantacinque minuti ma con ottimi spunti sulla fascia sinistra da parte di Martella (il giocatore dimostra di possedere sempre una marcia in più). Stoian schierato centrocampista interno è stato ben controllato da Raffaello e da Eramo in seconda battuta. Ai punti avrebbe vinto il primo tempo il Trapani per essersi procurato cinque angoli e prodotto azioni pericolose con Coronado (29.esimo), Cavagna (34.esimo e 37.esimo). Seconda parte che inizia con il Trapani che cambia l'attaccante Citro (quasi nullo nella prima parte) per fare posto alla punta Montalto. Ma è sempre Coronado che nello spazio di cinque minuti (49.esimo, 54.esimo) da dentro l'area non colpisce bene il pallone di testa e grazia Cordaz. La migliore azione del Crotone al cinquantaseiesimo con la triangolazione Ferrari, Stoian, Budimir che commette fallo sul portiere e sfuma l'occasione del gol. Rossoblù a disagio per la marcatura ad uomo messa in atto dai granata. Tattica che ha costretto i locali ad effettuare lanci lunghi sempre controllati dagli ospiti ma anche per la giornata no di Stoian (schierato centrocampista), Ricci, Balasa. La beffa per il Crotone stava per esserci al minuto novantesimo e sempre da parte di Coronado che ha colpito il palo con Cordaz fuori causa. Trapani unica squadra ad aver evitato di subire il gol all'Ezio Scida. Aspettando il risultato di domani tra Salernitana e Cagliari, Crotone sempre capolista.

 

 

Pubblicato in Sport

juric milan crotone2La squadra rossoblù è pronta per disputare domani, mercoledì 23 dicembre, l'ultimo appuntamento del girone di andata di serie B. Il Crotone sfiderà in casa il Trapani di Serse Cosmi. Arbitrerà Davide Ghersini, di Genova. Mister Juric ha allenato anche oggi pomeriggio la squadra capolista, reduce dal pareggio a Latina (2-2). Alla vigilia dell'incontro, con 41 punti (la squadra avversaria 25), l'allenatore in conferenza stampa si sente pronto ad affrontare il classico 5-3-2 del Trapani, anche se, come ha detto: «Sarà una partita per noi più difficile delle altre». Il difensore Michele Cremonesi sarà il capitano, sostituto di Cleiton Do Santos (perché già diffidato e poi ammonito contro il Latina) e di Pietro De Giorgio, votato da loro stessi. I diffidati sono: Stoian, Budimir, Capezzi e Modesto.
Mister, Martella dopo l'infortunio alla caviglia si è ripreso?
Sì, ieri è riuscito ad allenarsi, e potrebbe farcela.
E Salzano e Paro?
Salzano sta meglio, Paro quando rientriamo giocherà. Modesto anche lui ha recuperato, ma non so se sarà in panchina.
Cosa ne pensa del rigore mancato a Latina?
Mi dispiace non per il goal subito, c'era un rigore netto che si vedeva, sì sono tutti episodi che determinano tante cose. Sono rimasto contento della mia squadra, dopo il goal abbiamo fatto ottime cose, giocando bene. Non era facile, perché sono bravi attaccanti, hanno un grande passo proprio per la struttura fisica loro, non era facile attaccare sempre. I miei ragazzi però hanno fatto tanto, il mio rammarico è il goal alla fine.
Si disputa la penultima giornata del girone di andata, intanto i grandi club pensano ai suoi giocatori.
Sì, è un piacere, devono essere intelligenti loro e anche noi di pensare al Crotone. A me fa piacere perché significa che giochiamo bene e i miei ragazzi stanno crescendo bene. Poi le cose cambiano, col tempo, e bisogna stare attenti.

Mancano due partite.
Spero di fare bene queste due partite. Per il girono di ritorno, ci penseremo dopo.

 

Danilo Ruberto

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2