Martedì, 22 Settembre 2020

SPORT NEWS

La festa e le sfilate di bandiere in auto, in piazza Pitagora, a Crotone, erano già iniziate alle 22.30. Il boato è poi esploso al termine di Cremonese-Spezia (0-0). Da lì, è scoccata la bolgia dei tifosi rossoblù con la gioia incontenibile di tutti riversatisi nel frattempo nella piazza principale della città.

Pubblicato in Sport

isola calcio polisportiva festeggiamentiCinquant’anni di “Us Isola”! Nell’estate del 1966 nasceva l’Unione Sportiva Isola Capo Rizzuto, grazie all’impegno di un gruppo di soci tra cui il geometra Antonio Foresta e il dottore Salvatore Vercillo. Sono passati quasi 51 anni da quell’estate e il nome di quella società continua ad onorare la città nel mondo calcistico, con gli stessi colori, con la stessa passione, con lo stesso numero di matricola, quel 23560 che ormai è entrato a far parte della storia. Una matricola vecchia 50 anni. In questo tempo mai la società si è sciolta, mai è stato saltato un campionato, 50 anni consecutivi di passione giallorossa. Grazie a questa continuità l’Isola è oggi la quarta squadra più antica della Regione, comprendendo anche le squadre professionistiche, dietro soltanto a Belvedere Marittimo, Brancaleone e Gioiosa Jonica. In questo mezzo secolo tanti sono stati i calciatori che hanno vestito la casacca giallorossa, tanti gli allenatori che l’hanno guidata insieme ai loro collaboratori, e tanti sono anche i dirigenti che in ogni grado si sono impegnati per far si questa società restasse sempre in piedi. A motivo di tutto ciò, la Polisportiva Isola Capo Rizzuto ha organizzato una giornata ad hoc dedicata alla compagine giallorossa, presieduta oggi da Leonardo Sacco. L’evento si terrà lunedì Primo maggio, ore 17.30, presso il centro sportivo “Don Giovanni Battista Caproni”, alle spalle di piazza Duomo, a Isola Capo Rizzuto. Nel corso della manifestazione sarà prima presentato il libro “Una passione lunga 50 anni”, a seguire saranno premiati diversi personaggi storici del squadra isolitana e, infine, un ricco buffet allieterà i presenti. Un premio particolare, ovviamente, sarà consegnato anche alla squadra attuale, che per i 50 anni ha voluto fare un regalo speciale alla storia di questa società: la promozione in Serie D. La società si scusa per non essere riuscita a invitare singolarmente ogni protagonista di questa storia, in 50 anni sono stati troppi e sarebbe stato impossibile contattarli tutti. Per tanto, approfittando di questo spazio, estendiamo l’invito a tutti coloro che negli anni hanno fatto parte di questa società: dirigenti, calciatori, allenatori, preparatori e quant’altro.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

juric festeggiamenti a(Foto: Paolo Pulvirenti) Proseguono ininterrottamente da ieri sera, precisamente dalle 22.22, cioè dopo il fischio finale dell'incontro in trasferta col Modena conclusosi con un pareggio, i festeggiamenti a Crotone per la promozione in serie A, ottenuta con tre giornate di anticipo, della squadra di calcio cittadina.

 

Dopo i caroselli di auto, i cori e gli slogan scanditi a gran voce al termine della partita, i festeggiamenti sono andati avanti per tutta la notte per proseguire ancora stamattina.

 

Circa 2000 tifosi hanno raggiunto poi l'aeroporto, dove hanno accolto con scene di grande entusiasmo l'arrivo dell'aereo con a bordo la squadra. I festeggiamenti si sono poi spostati, con un corteo di mezzi di ogni tipo e di gente che ha dapprima bloccato la statale 106 ed ha poi attraversato tutta la città, "vestita" con i colori della squadra, fino allo stadio "Ezio Scida", con i settori tribuna e curva sud gremiti di tifosi in un tripudio di bandiere rossoblu.

 

Una festa, insomma, che i tifosi vorrebbero non finisse mai, tanta e tale é la gioia collettiva. Intanto è in programma a partire dalle 18 sul palco allestito a piazzale Ultras sul lungomare cittadino i festeggiamenti ufficiale per la storica promozione in serie A con giocatori e società.

Pubblicato in Cronaca

festeggiamenti serieA2Il Crotone ha conquistato la sua prima storica promozione in serie A, pareggiando per 1-1 sul campo del Modena nell'anticipo di oggi del torneo cadetto. Alla squadra calabrese, seguita in Emilia da 1200 tifosi, bastava un punto per avere la certezza matematica del salto di categoria, e così è stato grazie al gol segnato su rigore da Palladino al 45' pt, che ha pareggiato la rete di Luppi. E' cominciata alle 22,22 la meritata festa dei giocatori del Crotone che sul campo del Modena hanno conquistato quel punto che mancava per raggiungere la matematica certezze di approdare per la prima volta nella storia del club in serie A. Così è cominciata la festa assieme agli oltre 1200 tifosi calabresi presenti al Braglia per celebrare questo traguardo storico.

 

festeggiamenti serieA3Crotone in A, tifosi in festa in tutta la città - Migliaia di persone si sono riversate nelle strade del centro di Crotone per festeggiare la promozione in serie A già molti minuti prima la conclusione dell'incontro in trasferta col Modena. I tifosi che non hanno potuto seguire la squadra a Modena hanno assistito all'incontro con la formazione emiliana davanti ai due maxischermi allestiti in città: uno in piazza Ultras, chiamata così dopo la promozione della squadra in serie B, e l'altro in piazza Pitagora. L'incontro è stato seguito con grande emozione in un tripudio di bandiere rossoblu. E dopo il fischio finale si é scatenata la festa, con caroselli di auto, cortei di persone festanti, balli e canti. Un gioia incontenibile per la prima, storia promozione della squadra del presidente Vrenna nella massima serie. Una festa che si fa sempre più intensa col passare dei minuti e che è destinata a protrarsi per tutta la notte in attesa del rientro domani della squadra da Modena, che la città si appresta ad accogliere in un clima di grande entusiasmo.

 

(Foto Facebook: Aldo Pantisano)

 

 

 

Pubblicato in In primo piano