fbpx
Mercoledì, 17 Luglio 2024

SPORT NEWS

Nella nona giornata del Campionato nazionale di Pallanuoto maschile di Serie B la Rari Nantes "L. Auditore" affronterà, a Catania, ospiterà la Polisportiva Acese, in quello che si definisce uno scontro diretta in testa alla classifica.

Pubblicato in Sport

Dopo il rinvio imposto dai numeri del contagio pandemico, sabato 12 febbraio prossimo inizierà il Campionato nazionale di pallanuoto maschile di Serie B. Il Campionato vedrà ai nastri di partenza 40 squadre divise in 4 gironi per prossimità territoriale.

Pubblicato in Sport

«La Rari nantes Lucio Auditore sarà il gestore privato della piscina provinciale del Itc “Pertini” di Crotone per i prossimi nove anni». Lo rende noto il presidente della società sportiva, Vincenzo Arcuri. «Nella giornata di oggi – riferisce – abbiamo scaricato dall’Albo pretorio dell’Ente Intermedio il provvedimento di aggiudicazione definitiva con la determinazione dirigenziale numero 2 del 18 gennaio 2021. Il provvedimento, da se, ci consentirà, nelle more della formalizzazione degli atti e adempimenti preliminari e necessari alla stipula della prevista Convenzione, di poter richiedere, ai sensi di legge, la consegna anticipata dell’impianto per interessi preminenti, quali la ripresa, nel rispetto dei protocolli medico-sanitari, Fin e Coni, degli allenamenti per tutti gli atleti che saranno impegnati in competizioni e manifestazioni di interesse e valore nazionale (Campionato nazionale maschile di pallanuoto di Serie B, di Prima squadra, Under 20, Under 18 e Under 16, Under 14)».

«L’interesse preminente – spiega Arcuri – risiede proprio nella necessità di riprendere gli allenamenti per consentire agli atleti di Prima squadra di poter partecipare all’incombente Campionato nazionale di Serie B, Girone 7 (Campania, Calabria, Sicilia), la cui data di inizio è fissata per il 20 febbraio prossimo. Considerando peraltro che i ragazzi sono fermi dal 24 ottobre 2020 e taluni di loro addirittura da quasi un anno, abbiamo l’urgenza di tornare in acqua, nella massima sicurezza e rispettando dettami e regole del caso. Non possiamo fare altrimenti. Non possiamo tirarci indietro proprio ora. Una mancata partecipazione comporterebbe la perdita del diritto sportivo e la retrocessione all’ultima Serie. Un danno incalcolabile per i nostri ragazzi, che già stanno subendo smisurate limitazioni alla loro crescita umana, ma anche per quelle future».
«Vieppiù – rende ancora noto Arcuri –, per come previsto dalla determina dirigenziale del Comune di Crotone numero 10 del 15 gennaio scorso, abbiamo formalizzato, all’Amministrazione comunale di Crotone, la nostra richiesta (protocollo numero 0003927 del 19 gennaio 2021) di utilizzo dell’impianto sportivo natatorio olimpionico, sito in via Giovanni Paolo II, per poter giocare le partite casalinghe, di interesse e valore nazionale, di prima squadra e delle squadre giovanili, qui in città. La speranza è davvero che l’Amministrazione comunale abbia trovato la soluzione, seppur temporanea, per evitare, che in detto periodo storico, le associazioni sportive dilettantistiche cittadine debbano essere costrette a chiedere ospitalità presso impianti sportivi di altre comunità per poter giocare le proprie partite casalinghe o peggio ancora allenarsi. E la speranza a quanto pare non è affatto vana».

«Abbiamo appreso – spiega Arcuri – dagli organi di stampa e dalla lettura delle determinazioni dirigenziali comunali numero 14 e 15 che sabato prossimo 23 gennaio la Asd Pallavolo Crotone debutterà nel proprio campionato nazionale di Serie B femminile in casa, usufruendo, proprio in virtù della citata scelta amministrativa, del Palakrò. Augurando loro il nostro in bocca al lupo, non possiamo che gioire per questa opportunità e attendere speranzosi che la stessa possa essere concessa a noi e a tutti coloro che ne faranno richiesta».

«Forse, proprio oggi – commenta Arcuri –, possiamo dire che abbiamo raggiunto un buon risultato: abbiamo dato una chance alla nostra gloriosa Associazione, possiamo ripartire da qui, nella speranza di poter riprendere a lavorare in vista di obiettivi istituzionali, sociali e sportivi di pregio. È stato un percorso lungo, farraginoso in alcuni casi, molto tortuoso in altri, ma proficuo. Abbiamo lavorato in tutti gli ambiti possibili. A difesa della nostra Associazione - in ambito penale, civile, amministrativo e patrimoniale - con risultati eccellenti. In proposta alle Amministrazioni, provinciale e comunale, al fine di aprire ogni possibile spiraglio che potesse consentirci di far rientrare in acqua, nello spogliatoio, nel gruppo, i nostri ragazzi e recuperare, tutti insieme, il senso di comunità che distinguiamo, da sempre, come forte prerogativa della nostra Associazione».

«Abbiamo tante cose da fare – esorta Arcuri –, tanti eventi da organizzare, ci sarà da festeggiare come si deve il settantesimo compleanno dell’Associazione. Ma, chiaramente, finché, e sarà così nel brevissimo e breve periodo, l’emergenza sanitaria da coronavirus non si sarà attenuata e lascerà spazio, nel medio e lungo periodo, ad una graduale riprese delle attività in ogni settore produttivo, saremo costretti ad essere vigili, attenti, rispettare le regole e avere molta pazienza».

«Fin lì – conclude –, non possiamo fare altro che continuare a ringraziare tutti coloro che ci hanno spronato, sostenuto ed incitato, soprattutto le famiglie dei nostri ragazzi. Siamo e saremo rappresentanti dalla Auditore fintantoché avremo persone come loro da rappresentare».

Pubblicato in Sport

Weekend al cardiopalma per la Rari Nantes L. Auditore nelle due partite casalinghe di sabato a Bari della Serie B e domenica a Taranto Under17. Partite vinte entrambe bei momenti già li della gara.

Pubblicato in Sport

pallanuotokr2Sfida salvezza e quarti di finale scudetto Under 20 renderanno intenso ed emozionante il weekend della Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone. “Ripartiamo dalla fine!”. Potrebbe definirsi così il momento sportivo della Rari Nantes Crotone: si è ormai giunti al termine di una stagione incredibilmente lunga e faticosa nonché pregna di circostanze sfavorevoli, eppure i ragazzi di Mister Arcuri saranno chiamati a serrare le riga e alzare al massimo la concentrazione per questo finale di campionato e di stagione che si preannuncia intenso ma importantissimo per il futuro della società. In SerieA2, sabato ore 12.45, la sfida casalinga ai Muri Antichi Catania corrisponde allo scontro salvezza per eccellenza. A due giornate dal termine, infatti, un solo punto separae le due squadre. La Metal Carpenteria ha il vantaggio di un punto e di giocare in casa: una vittoria condannerebbe i catanesi alla retrocessione in serie B e garantirebbe ai pitagorici quantomeno l’accesso ai playout salvezza da disputarsi in giugno Conte la terzultima o penultima del girone nord. E comunque darebbe ancora a Mattia Conti e compagni le ultime chance - da giocarsi in trasferta a Salerno contro la Rari Nantes prima in classifica - di salvezza diretta senza playout. Bocche cucite in casa Metal. Concentrazione massima. Mister Arcuri avrà tutti a disposizione tranne il capitano Vincenzo Arcuri, fermato dal giudice sportivo federale per una giornata a seguito della sanzione rimediata nella vittoria sul Pescara Pallanuoto. Tra domenica e lunedì gli Under 20 si sposteranno a Santa Maria Capua Vetere (CE) per affrontare Posillipo (in attesa di conferma: alternativa Acquachiara), Florentia e Civitavecchia. Un quarto di finale da giocare. Da affrontare a tutta, senza remore e senza tensioni. L’obiettivo della società era quello di confermarsi ancora una volta tra le migliori sedici società nel panorama nazionale. Ma questi ragazzi, per attaccamento, attitudine, continuità di risultati, meriterebbero un risultato di prestigio. Di certo, al sabato, saranno quasi tutti protagonisti della sfida salvezza contro i Muri Antichi e pertanto arriveranno al primo incontro di domenica pomeriggio, con stato d’animo, mentale e fisico condizionato dalla sfida salvezza. Ma capitan Candigliota e compagni sapranno dare il meglio di se stessi: come sempre.

Appuntamenti:
Sabato ore 12.45 Piscina Olimpionica Città di Crotone:
Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone - Muri Antichi Catania

Domenica dalle ore 16.00 Santa Maria Capua Vetere: quarti di finale scudetto Under 20 tra Metal Carpenteria RNKR, Posillipo, Florentia e Civitavecchia.

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

pallanuotoSettimana impegnativa e decisiva per la Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone. La squadra del presidente Emilio Ape sarà impegnata in settimana in una due giorni - giovedì 9 maggio ore 21.30 a Roma contro la Roma Arvalia 2007 e venerdì 10 maggio ore 21.30 ad Avezzano contro il Pescara Pallanuoto - di incontro decisivi ai fini della classifica e del raggiungimento dell’obiettivo salvezza prefissato. Due incontri in due giorni che metteranno a dura prova, fisicamente, visti i viaggi e gli incontri ravvicinati, e mentalmente, i ragazzi di mister Arcuri. Ma non è tempo di alibi, giustificazioni o quant’altro. Il raggiungimento dell’obiettivo salvezza è ancora nelle mani dei ragazzi pitagorici. La squadra partirà giovedì mattina dalla Piscina olimpionica città di Crotone per recarsi a Roma, dove, in serata affronterà la formazione del presidente Di Santo. Nella giornata di venerdì si recherà ad Avezzano per affrontare in campo neutro, a causa dell’indisponibilità dell’impianto delle Naiadi, il Pescara. “Si tratta di partite estremamente delicate, sia per noi, che per i nostri avversari - esordisce il presidente Ape - Mancano 3 partite al termine del campionato (4 ovviamente per noi e per l’Arvalia) In vista di playoff e playout, 9 squadre su 11 saranno interessate da questo finale di campionato. Ogni squadra darà il meglio di sé per conquistare il proprio obiettivo. Non c’è spazio per fare calcoli. L’Arvalia con 28 punti, settima in classifica, solo vincendo tutte e quattro le partite restanti e con una serie di risultati favorevoli può ambire ad affrontare i Playoff. Il Pescara, invece, è in piena lotta Playoff, forte dei suoi 39 punti e del suo terzo posto in classifica con un punto sul Telimar Palermo e due sulla Roma Vis Nova. Noi, dobbiamo continuare a provarci. A giocare punto a punto contro tutti. Se contiamo le partite giocate e perse o pareggiate per goal presi allo scadere o giù di lì, ci rendiamo conto che con un pizzico di esperienza, malizia e fortuna in più, avremmo potuto avere in classifica tra i 16 ed i 18 punti. Che avrebbe dato al nostro debutto in questa seria una lettura differente. Ma non è stato così. Come diciamo sempre, paghiamo lo scotto della matricola. È stato lo stesso per il Crotone Calcio nel suo primo anno di Serie A. Speriamo solo di ripeterne le gesta, salvandoci alle ultime giornate o tramite i playout. Di certo ci proveremo. Fino all’ultimo. Affrontiamo queste due partite con la consapevolezza di poter giocare punto a punto sia a Roma sia a Pescara (Avezzano). Magari stavolta la spuntiamo noi all’ultimo. Sarebbe fondamentale”.

 

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 5 di 10