fbpx
Lunedì, 24 Giugno 2024

CRONACA NEWS

CROTONE Due unità immobiliari - un appartamento e un magazzino - del valore commerciale complessivo di circa 120 mila euro, riconducibili ad un 54enne di Crotone, sono stati sono stati confiscati dalla Polizia di Stato in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Catanzaro.

 

Pubblicato in Cronaca

CATANZARO Beni per 40 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza a tre imprenditori di Catanzaro ritenuti contigui alle cosche Arena di Isola Capo Rizzuto e Grande Aracri di Cutro.

 

Pubblicato in Calabria

CATANZARO Beni per un milione di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia ad un imprenditore catanzarese, Luciano Babbino, di 45 anni, considerato il vertice di un'associazione 'ndranghetista attiva sotto l'influenza delle locali di Cutro e Isola Capo Rizzuto e con epicentro nei territori dei comuni di Vallefiorita, Amaroni e Squillace in provincia di Catanzaro.

 

Pubblicato in Cronaca

CATANZARO Il Tribunale di Catanzaro, sezione misure di prevenzione, ha rigettato la proposta di confisca avanzata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro nei confronti degli eredi di Antonio Ribecco, già indagato per associazione a delinquere di stampo mafioso nell'operazione "Malapianta - Infectio" e deceduto nel 2020 nella casa circondariale di Voghera per contagio da Covid-19.

 

Pubblicato in Cronaca

BOLOGNA In data 14 giugno 2023, su delega del Tribunale di Bologna – Sezione Misure di Prevenzione, il Servizio centrale investigazione criminalità organizzata (Scico) della Guardia di Finanza, con la collaborazione dei Nuclei Pef di Reggio Emilia e Mantova, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di confisca di prevenzione nonché all’applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza per anni 5, nei confronti di un imprenditore di origine calabrese, ritenuto attiguo alla cosca di ‘ndrangheta Grande Aracri.

Pubblicato in Cronaca

La Corte d'Appello di Brescia ha rigettato il ricorso al decreto di sequestro e confisca, emesso nel 2018 dal Tribunale bresciano, su proposta del direttore della Dia, nei confronti dell'imprenditore edile Giacomo Marchio, 45enne originario della provincia di Crotone, ma da anni residente a Curtatone (Mantova).

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2