fbpx
Venerdì, 01 Marzo 2024

PRIMO PIANO NEWS

«Questa e' una falsa ripartenza»: protestano a Crotone lavoratori di spettacolo e cultura

Posted On Lunedì, 15 Giugno 2020 19:46 Scritto da Redazione

Hanno protestato anche a Crotone i lavoratori e le lavoratrici della cultura e dello spettacolo. Oggi, 15 giugno, è la data in cui sarebbero potute riprendere le attività culturali, ma i protocolli prevedono distanze e misure sanitarie specifiche che, secondo gli addetti ai lavori, terranno fuori dalla ripresa il 90% dei lavoratori e delle lavoratrici del settore.

 

I manifestanti si sono radunati questa amttina davanti al Teatro della maruca e alla sede Arci di Crotone. «Penso ai musicisti e alle compagnie teatrali – scrive l’attore crotonese Carlo Gallo – che negli anni sono passati dal Teatro Della Maruca e dall' Arci-Lecentocittà fino ad arrivare alle caleidoscopiche Xmasinvasion dell'ultimo dicembre che conservo come uno dei momenti più belli di sempre... Siamo qui per smascherare questa falsa ripartenza».

«Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte». È invece il pensiero postato sul oscial da un’altra attrice crotonese, Giorgia Arena, che cita le parole dell’attore drammaturgo italiano Leo De Berardinis.

Anche Francesco Pupa, al pari dei colleghi crotonesi, ha espresso il suo pensiero sul Social. «Oggi lunedì 15 giugno – scrive l’attore – avrebbero dovuto riaprire tutti i luoghi di cultura, purtroppo in realtà si tratterà di una falsa ripartenza vista la mancanza di sostegno concreto per chi lavora in questi luoghi e li rende vivi, e la sostanziale impossibilità, soprattutto per le realtà più fragili e indipendenti, di attenersi ai dettami del protocollo in vigore. Smascheriamo questa menzogna».