fbpx
Sabato, 25 Maggio 2024

CRONACA NEWS

CASABONA Entra nella fase operativa il progetto “Bosco - Biodiversità, oasi di salute, cura e onoterapia”, promosso dall’associazione Sabir di Crotone e sostenuto dalla Fondazione con il Sud attraverso il bando “Terre Colte”, finalizzato al recupero e alla valorizzazione di terreni incolti o abbandonati nelle regioni del Mezzogiorno.

 

Pubblicato in In primo piano

C'è anche Bosco, acronimo di Biodiversità, oasi di salute, cura e onoterapia, presentato dall'associazione Sabir di Crotone, tra i cinque progetti selezionati dalla Fondazione Con il Sud, nerll'ambito della seconda edizione del bando "Terre Colte" finalizzato al recupero di terreni incolti nelle regioni del Mezzogiorno.

Pubblicato in Attualita'

Da ieri pomeriggio i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone sono impegnati con squadre a terra e mezzi aerei per un incendio alla vegetazione in località Poggio Pudano.

Pubblicato in Cronaca

Un vasto incendio è in corso, dalle prime ore del pomeriggio, nel bosco situato nella zona a sud di Crotone in località Poggio Pudano. Sul posto è intervenuto un direttore per le operazioni di spegnimento del Comando vigili del fuoco di Crotone a coordinare le squadre di terra e l'elicottero della regione. L'intervento è ancora in atto.

Pubblicato in Cronaca

CRUCOLI - I militari della Stazione carabinieri forestale di Cirò hanno accertato l’illecito abbattimento e commercializzazione di 870 piante di pino d’Aleppo. Nello specifico è stata accertata la realizzazione di un taglio avvenuto in un bosco sito in località “Cacciapica” nel comune di Crucoli, proveniente da una attività di rimboschimento con fondi pubblici, soggetto a vincolo idrogeologico e paesaggistico composto da eucalipto frammisto a nuclei di pino.

Pubblicato in Cronaca

strada abusiva bosco savelliSAVELLI - Avrebbe realizzato nei mesi scorsi, senza alcuna autorizzazione, una strada che conduce ad un bosco di cerro nel territorio di Savelli. Un allevatore è stato denunciato dai Carabinieri Forestale per violazione della normativa urbanistica e paesaggistica. I militari, durante un controllo del territorio montano, hanno notato alcuni movimenti di terra. A seguito di una ricognizione sono stati individuati due ramificazioni di una strada per un totale di 600 metri. Dagli accertamenti svolti negli uffici comunali competenti è emerso che l'opera era priva di qualsiasi autorizzazione. Nei confronti dell'allevatore, risultato il responsabile degli interventi, è stato anche elevato un verbale amministrativo per taglio di alberi e movimento terra non autorizzati.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2