fbpx
Giovedì, 18 Aprile 2024

CRONACA NEWS

Gli scafisti del caicco naufragato a Steccato di Cutro con 94 vittime accertate, avevano preso ai migranti i cellulari al momento dell'imbarco e li avevano poi restituiti senza scheda. A dirlo uno dei superstiti nell'incidente probatorio in corso a Crotone.

Pubblicato in Cronaca

E' stata concessa dall'Austria l'estradizione di Gun Ufuk, il turco di 28 anni accusato di essere uno degli scafisti del caicco naufragato a Cutro il 26 febbraio con la morte accertata di 94 persone.

Pubblicato in Cronaca

Non è minorenne, anzi avrebbe tra i 21 e i 22 anni il giovane indagato perché ritenuto uno degli scafisti che hanno condotto il caicco naufragato a Steccato di Cutro provocando la morte accertata di 94 persone. Diverso anche il nome: si chiama Hafab Hussnain e non Ishaq (che sarebbe il nome del padre).

Pubblicato in In primo piano

Durante la traversata conclusa con il naufragio davanti alla spiaggia di Steccato di Cutro in cui sono morte almeno 94 persone, gli scafisti girarono dei video a fini promozionali.

Pubblicato in In primo piano

Ha tenuto abbracciato il fratellino di 6 anni anche dopo la sua morte, avvenuta dopo un'ora in acqua per ipotermia, trattenendolo a se altre due ore, fino a quando sono stati recuperati dalla Guardia costiera.

Pubblicato in In primo piano

Sono state fissate dal gip di Crotone Michele Ciociola per il 5, 7, 12, 17 e 29 aprile le date per l'incidente probatorio chiesto dalla Procura - il procuratore Giuseppe Capoccia ed il pm Pasquale Festa - per cristallizzare le testimonianze dei superstiti del naufragio del barcone carico di migranti del 26 febbraio scorso a Steccato di Cutro e che ha provocato al momento 91 vittime e una decina di dispersi.

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 2