fbpx
Sabato, 02 Luglio 2022

PRIMO PIANO NEWS

ISOLA DI CAPO RIZZUTO E' morto il boss della 'ndrangheta Nicola Arena, capo dell'omonima cosca di Isola Capo Rizzuto, considerata tra le più potenti dell'organizzazione criminale calabrese. Arena, che aveva 85 anni ed era malato da tempo, è deceduto nella sua abitazione dove viveva da persona libera, avendo scontato tutte le condanne che gli erano state comminate. Si svolgeranno domani all'alba e senza corteo i funerali del boss. Lo ha disposto, per motivi di ordine pubblico, il questore di Crotone, Marco Giambra. Ai funerali di Arena, che si svolgeranno nel cimitero di Isola Capo Rizzuto, sarà consentita la partecipazione soltanto dei parenti più stretti del boss. Nicola Arena era stato arrestato più volte. Nel 1993 fu coinvolto, con l'accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso, nell'operazione "Delta", condotta dai carabinieri, ma riuscì a sfuggire all'arresto, rendendosi irreperibile. Fu individuato e bloccato nel 1996 dagli stessi militari dell'Arma, che lo sorpresero in un terreno di sua proprietà ad Isola Capo Rizzuto. Successivamente era stato condannato a 14 anni di reclusione, 10 per associazione mafiosa e 4 per una serie di estorsioni commesse ai danni di alcuni villaggi turistici del crotonese.
Nel 2010 gli era stata inflitta un'altra condanna a 6 anni e 10 mesi di reclusione per rapina ed estorsione aggravata dal metodo mafioso. Condanna che aveva scontato, a causa dei suoi problemi di salute, agli arresti domiciliari.
Ad Arena erano stati anche confiscati i beni, consistenti in terreni agricoli e fabbricati che il Comune di Isola Capo Rizzuto aveva poi affidato ad alcune cooperative sociali.

Pubblicato in In primo piano

ISOLA CAPO RIZZUTO Brutto incidente stradale avvenuto questa, per fortuna senza conseguenze per l’unico conducente del mezzo coinvolto, nei pressi di Capo Rizzuto in via Costa Azzurra.

Pubblicato in Cronaca

ISOLA DI CAPO RIZZUTO Una piantagione di canapa indiana, con circa 700 fusti di un'altezza che va da 50 a 120 centimetri, è stata scoperta nelle campagne di Isola Capo Rizzuto dagli agenti della Squadra mobile di Crotone che hanno arrestato e posto ai domiciliari tre persone tra cui il titolare di un'azienda agricola con l'accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Pubblicato in Cronaca

“Ieri 31 maggio agrotecnici e rappresentanti del Consorzio di Bonifica si recavano presso la Tenenza dei Carabinieri di Isola Capo Rizzuto per sporgere denunzia formale circa l'abbandono di rifiuti speciali all'interno della vasca di raccolta di acque irrigue, denominata "SA6 – Campolongo - Vasca Renzo” e situata appunto in contrada Campolongo in agro del comune di isola Capo Rizzuto”. Lo rende noto in un comunicato stampa il presidente, Roberto Torchia. 

Pubblicato in Cronaca

I finanzieri del Comando provinciale di Crotone hanno sequestrato beni per un valore di un milione e mezzo di euro a don Edoardo Scordio, di 75 anni, ex parroco di Isola Capo Rizzuto, nel crotonese, attualmente agli arresti domiciliari nel Centro internazionale di studi rosminiani di Stresa (Verbania), e a due suoi familiari.

Pubblicato in In primo piano

ISOLA DI CAPO RIZZUTO - I Carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto hanno svolto nell’area di competenza una serie di controlli nei confronti di numerosi esercizi commerciali, nell’ambito di una preordinata attività finalizzata, tra l’altro, a frenare il diffondersi di fenomeni di abusivismo commerciale e professionale.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 2 di 85