fbpx
Lunedì, 24 Giugno 2024

CRONACA NEWS

CATANZARO Un giovane di 24 anni, Luigi Frustaci, di Strongoli, è morto in un incidente stradale avvenuto questa mattina sulla strada statale 106 ionica, nel territorio di Cropani, in provincia di Catanzaro.

 

Pubblicato in Cronaca

CROTONE «Ieri si è svolta una riunione fra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria, il presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto e l'assessore al lavoro Giovanni Calabrese per discutere di importanti questioni lavorative regionali: la vertenza Abramo, la stabilizzazione dei Tis e la vertenza Amaco, la questione delle bonifiche di Crotone». Lo affermano in una nota congiunta i segretari generali calabresi dei tre sindacati, Angelo Sposato, Tonino Russo e Maria Elena Senese.

 

Pubblicato in Politica

CROTONE “Tutti gli uomini del presidente”. Si consolida l'asse politico che lega sempre più i vertici istituzionali di Crotone e provincia al presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto. Si apprende infatti, sulla pagina ufficiale Facebook del Comune di Crotone che «alla Cittadella regionale» si è svolto questa mattina «un positivo incontro con il presidente della Regione Roberto Occhiuto».

 

Pubblicato in Politica

CATANZARO Circa 400 dei mille lavoratori della Abramo Customer Care hanno manifestato stamani davanti al centro Tim di Catanzaro per richiamare l'attenzione delle istituzioni e della Tim sulla loro situazione. A fine giugno infatti scade l'ultima proroga del contratto con la Tim e i mille dipendenti rischiano il licenziamento per la crisi del settore dei call center e la fine delle commesse.

 

Pubblicato in Calabria

CATANZARO La Dia di Catanzaro ha dato esecuzione ad una confisca definitiva di beni disposta dal Tribunale del capoluogo calabrese nei confronti di imprenditori ritenuti collusi con i vertici delle locali di 'ndrangheta di San Leonardo di Cutro e Roccabernarda, in provincia di Crotone, coinvolti nell'operazione "Profilo basso" del gennaio 2021.

 

Pubblicato in Cronaca

CATANZARO Giancarlo Devona, indagato nell'ambito dell'indagine Glicine Akeronte, resta in libertà. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, infatti, ha respinto l'appello presentato dal pubblico ministero rispetto all'ordinanza di sostituzione della misura cautelare ai domiciliari pronunciata in favore dell'indagato il 24 ottobre del 2023.

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 56